Crea sito

ZEPPOLE DI SAN GIUSEPPE

Le “zeppole di San Giuseppe” sono un dolce tipico della tradizione pasticcera campana. Vengono preparate generalmente nel giorno di San Giuseppe (19 marzo), pertanto sono un dolce tipico della festa del papà. Le zeppole sono preparate con una morbida pasta choux, farcite con una succulenta crema pasticciera e decorate con le amarene sciroppate che sollecitano il palato di grandi golosi. Nella tradizione  campana esistono due varianti di zeppole di San Giuseppe: fritte e al forno. La ricetta che vi propongo io prevede la cottura con frittura perché, a mio gusto, la pasta rimane più croccante e dorata, ma sono ottime in entrambe le versioni. Prepararle è facile, richiede solo un pizzico d’impegno. Provate con me seguendo passo passo la mia ricetta, otterrete sicuramente dei risultati degni di pasticceri provetti. 

zeppole di san giuseppe
  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione45 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura35 Minuti
  • Porzioni16
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per la pasta choux

  • 250 mlacqua
  • 200 gfarina
  • 80 gburro
  • 6 gzucchero
  • 1 pizzicosale
  • 5uova

Per la crema

  • 400 mllatte
  • 100 mlpanna fresca liquida
  • 6tuorli
  • 150 gzucchero
  • 1scorza di limone
  • 30 gfarina
  • 20 gfecola di patate

Per la decorazione

  • q.b.zucchero a velo
  • q.b.amarena con sciroppo

Preparazione

per la pasta choux

  1. ZEPPOLE DI SAN GIUSEPPE

    Mettete in una casseruola l’acqua con il burro, lo zucchero e il sale. Ponete la pentola a fuoco moderato ed iniziare la cottura.

  2. ZEPPOLE DI SAN GIUSEPPE

    Quando inizia a bollire togliete dal fuoco e aggiungete tutta la farina precedentemente setacciata. Rimettete sul fuoco e mescolate continuamente il tutto per evitare che si attacchi.

  3. zeppole di san giuseppe

    Appena il composto risulterà omogeneo e si staccherà facilmente dalle pareti della pentola, toglietelo dal fuoco e mettetelo in una planetaria.

  4. Aggiungete le uova, una per volta, amalgamando bene fino a che risultino ben incorporate nell’impasto.

Per l’assemblaggio

  1. ZEPPOLE DI SAN GIUSEPPE

    Preparate dei riquadri di carta da forno. Mettete l’impasto in una sac a poche da pasticciere (munito di beccuccio a forma di stella) e formate le zeppole a forma di ciambella piuttosto piccola poiché in cottura aumenteranno molto di dimensione.

  2. zeppole di san giuseppe

    Predisponete in una padella abbondante olio per friggere Quando l’olio ha raggiunto una temperatura tra i 165 – 170° mettete una zeppola alla volta nella padella. Immergetela con tutta la carta da forno o oleata che va tolta appena si staccherà dalle zeppole.

  3. zeppole di san giuseppe

    Per cuocere ci vogliono circa 7-8 minuti. Quando diventano dorate toglietele e mettetele su carta assorbente da cucina per far eliminare l’unto in eccesso.

Per la crema

  1. zeppole di san giuseppe

    Riscaldate il latte e la panna in un pentolino con la scorza del limone

  2. zeppole di san giuseppe

    Da parte montate lo zucchero con i tuorli d’uovo, poi aggiungete la farina e la fecola di patate. 

  3. zeppole di san giuseppe

    Quando il latte inizia a bollire unitelo alle uova montate. Riversate il tutto nel pentolino e continuate senza mai smettere di mescolare la cottura fino a quando la crema non si sarà addensata.

  4. zeppole di san giuseppe

    Versate la crema in una ciotola coprite con la pellicola a contatto e lasciate raffreddare

Per la decorazione

  1. zeppole di san giuseppe

    Disponete le zeppole su un piatto da portata e spolverizzatele con lo zucchero a velo.

  2. zeppole di san giuseppe

    Mettete la crema in un sac a poche e farcite le zeppole.

  3. zeppole di san giuseppe

    Ultimate con qualche amarena sciroppata.

Conservazione

Le Zeppole di San Giuseppe vanno conservate in frigo e mangiate nel giro di 2 giorni, con il passare del tempo perdono fragranza e profumo, un pò come tutta la frittura.

Curiosità

Una leggenda farebbe risalire la nascita di questo dolce alla fuga in Egitto della Sacra Famiglia. Si racconta che San Giuseppe, per mantenere Maria e Gesù, dovette affiancare al mestiere di falegname quello di friggitore e venditore ambulante di frittelle“

Note

Vi suggerisco di leggere anche la ricetta delle ZEPPOLE DI PATATE e dei MARITOZZI CON LA PANNA .

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirmi sulla mia pagina Facebook cliccate RICOTTA & GRANO e poi mettete MI PIACE per restare sempre aggiornato sulle mie nuove ricette e restare in contatto con me novità e quant’altro. GRAZIE PER L’ATTENZIONE  

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.