Sofficiotti con la trota affumicata fatti in casa

I sofficiotti con la trota affumicata fatti in casa sono un secondo piatto gustosissimo che piace proprio a tutti, anche ai bambini che non amano particolarmente il pesce.

Realizzati nella nostra cucina sono ancora più buoni di quelli industriali perchè sappiamo perfettamente che cosa mettiamo nel ripieno: trota affumicata italiana di qualità e mozzarella bella fresca. Per renderli più belli in alcuni io aggiungo un po’ di curcuma nella panatura.

La ricetta nasce in collaborazione con l’Associazione Piscicoltori Italiani con cui condivido l’idea di quanto sia importante promuovere una cucina sana, semplice e sostenibile. Se non la conoscete, provate la trota affumicata, è un prodotto con tutte queste caratteristiche di cui vi innamorerete come ho fatto io.

Potete prepararli al mattino per cuocerli la sera o anche congelarli così da averli pronti quando non avete nulla per cena. Si possono cuocere sia fritti in padella che più leggeri in forno… in entrambi i casi sono strepitosi!

Sofficini di pesce fatti in casa
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Impasto

300 g farina 0
400 g latte
30 g burro
1 pizzico sale

Ripieno

150 g trota affumicata
200 g mozzarella tritata e sgocciolata

Impanatura e frittura

2 uova
q.b. pangrattato
olio di semi di arachide

Strumenti

1 Tappetino
1 Coppapasta
1 Mattarello
2 Piatti
1 Forchetta
1 Colino
1 Padella
oppure1 Teglia
Carta assorbente
1 Schiumarola
1 Pentolino
1 Frusta
1 Coltello

Passaggi

Tritare la mozzarella e metterla a sgocciolare in un colino.

In un pentolino, versare il latte e il burro. Spegnere il fuoco poco prima che prenda il bollo.

Aggiungere un pizzico di sale e 200 gr di farina, mescolare bene con la frusta e poi pian piano versare anche la restante farina.

Attenzione: non preoccupatevi dei grumi perchè l’impasto va poi fatto intiepidire e lavorato ancora sul tavolo.

Infarinare abbondandantemente il tappetino in silicone, trasferirvi l’impasto e lavorarlo un po’.

Consiglio: per non bruciarvi le mani aiutatevi piegando il tappetino per impastare.

Stendere la pasta con l’aiuto di un mattarello, in una sfoglia sottile; formare dei cerchi con il coppapasta o un bicchiere largo.

Farcire con la mozzarella ben sgocciolata e la trota affumicata tagliata a listarelle.

Chiudere il sofficino, premendo le estremità con le dita.

Quando le mezzelune saranno tutte pronte, con una forchetta sbattere in un piatto fondo le uova. In un’altra fondina mettere abbondante pangrattato.

Passare i sofficiotti prima nell’uovo e poi nel pane grattugiato facendolo aderire bene. Una volta pronti potrete cucinarli subito, friggendoli in abbondante olio di semi caldo oppure cuocendoli in forno caldo per 20 minuti a 180°C statico, irrorati con un filo di olio evo.

Servire caldi con una bella insalata.

Altrimenti potete conservarli in frigo per 24 ore o congelarli per tenerli pronti da poter utilizzare in qualunque momento.

Consigli e altre ricette

La trota è un alimento ricchissimo di proteine di elevato valore biologico, contiene pochi grassi (di cui la maggior percentuale è di polinsaturi) e d è molto indicata per chi segue diete dimagranti. Non contiene zuccheri e fibre, ma possiede molti minerali e vitamine, indispensabili per la salute del nostro organismo.

Potrebbero interessarvi anche gli spiedini di trota salmonata, la tartare di trota affumicata e crema acida, la tartare di orata e albicocche, la tartare di branzino agli agrumi.

Se vi piacciono le mie ricette potete seguirmi su  YouTube,  Facebook,  Instagram,   Pinterest,  Twitter  e Telegram. Ma se preferite la forma cartacea ho pubblicato anche il libro La mia politica in cucina. 

In questo contenuto possono essere presenti uno o più link di affiliazione.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.