Zuppa di lenticchie in vasocottura

La zuppa di lenticchie in vasocottura è una ricetta che stupisce. Veloce da cuocere al microonde, si conserva per un mese in frigorifero, grazie al sottovuoto. Oggi, cari lettori, ho deciso di restaurare questo articolo che risale al 7 gennaio del 2016. Presentandovelo in chiave restaurata, sia nelle foto e sia nei nel procedimento. Molti di voi sapete che la mia vasocottura si è evoluta con me, negli anni ho avuto modo di affinarla, di escogitare piccole accortezze e trucchi che ne aumentano i tempi di conservazione e ne migliorano la cottura. La zuppa di lenticchie in vasetto che oggi vi offro, presenta molte migliorie che spero vi siano utili. Per poter conservare a lungo le lenticchie in umido, le ho cotte senza patate. Considerato che le patate in vasocottura si conservano “solo” per una settimana, ho preferito non metterle, così, potrò tenere per molto tempo in frigorifero il mio vasetto di lenticchie. Molto utile quando torno a casa infreddolita o quando mia figlia è sola a casa. In genere lei ci aggiunge la pasta, apre il vasetto, versa in un pentolino, aggiunge 50 g di pasta e porta a cottura. Io sono spensierata e lei mangia sano e in modo completo. Sappiamo bene quanto sia importante mangiare legumi, contengono la quantità di proteine e carboidrati perfetti anche per un’alimentazione vegana e vegetariana.

Adesso, pronti, vasetti e via a fare la zuppa di lenticchie in vasocottura!

zuppa di lenticchie secche in vasocottura
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo10 Ore
  • Tempo di cottura18 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaMicroonde
  • CucinaItaliana

Ingredienti

120 g lenticchie secche
un quarto cipolla
30 g sedano
Mezza carota
60 g pomodorini (o pelati)
260 ml acqua
2 cucchiai da tavola olio extravergine d’oliva
2 pizzichi sale
296,10 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 296,10 (Kcal)
  • Carboidrati 35,88 (g) di cui Zuccheri 5,25 (g)
  • Proteine 14,32 (g)
  • Grassi 10,13 (g) di cui saturi 1,46 (g)di cui insaturi 0,45 (g)
  • Fibre 9,51 (g)
  • Sodio 231,39 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 357 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Cosa occorre per fare le lenticchie in vasocottura

Come si fanno le lenticchie in umido in vasocottura

8 ore prima, versate le lenticchie secche in una ciotola, copritele con acqua fresca e lasciatele in ammollo.

Trascorso il tempo di ammollo, scolate le lenticchie e dividetele equamente nei 2 vasetti. Aggiungete le verdure pulite e tagliate a dadini. In alternativa, potete usare 25 g di battuto di verdure surgelato, a vasetto. Condite il sale, l’olio e poi appoggiate un vasetto sulla bilancia, togliete la tara e versate 130 ml di acqua a vasetto.

come si fa la zuppa di lenticchie in vasocottura

Pulite i bordi del vasetto, chiudete e agganciate. Fate oscillare bene il vasetto sul piano, per mescolare il contenuto. Programmate il microonde alla vostra potenza testata (io a 750 watt) per 6 minuti. Proteggendovi le mani con un guanto, fate oscillare il vasetto. Programmate il microonde a una potenza inferiore (io a 500 W) e fate continuare la cottura della zuppa di lenticchie in vasocottura per altri 3 minuti. Al termine, togliete il vasetto dal microonde e lasciatelo riposare chiuso per 2 ore. Fate cuocere l’altro vasetto. Durante il riposo, la ricetta terminerà la cottura a bassa temperatura e si formerà il sottovuoto. Vi ricordo che è fondamentale non aprire i vasetti appena sfornati, diventano come piccole pentole a pressione e come tali vanno trattati.

I consigli sulla vasocottura di Rosella Errante

La zuppa di lenticchie in vasetto, può riposare anche per 24 ore, fuori frigorifero. Vi ricordo che per togliere il sottovuoto ai vasetti, basterà sganciare, far acclimatare con la funzione scongelamento per 2 minuti e poi avviare alla propria potenza per circa 3 minuti o fino ad apertura.

Gettare via il liquido di ammollo non solo renderà più digeribili le lenticchie ma eviterà che si formi troppa schiuma, durante la cottura.

Ricette con legumi in vasocottura

Dahl di lenticchie in vasocottura

Zuppa di fagioli e scarola in vasocottura

Fagioli all’uccelletto in vasocottura

Cozze e fagioli alla calabrese in vasocottura

Pasta e fagioli in vasocottura

Zuppa di ceci in vasocottura

Maltagliati in vasocottura con ceci e gamberi

Ceci e vongole in vasocottura

Seguite Dal tegame al vasetto

Vi piacciono le mie ricette? Allora seguitemi sul vostro social preferito

mi trovate su: Facebook – Instagram – Pinterest

Iscrivetevi al gruppo di assistenza: VASOCOTTURA FACILE se volete confrontarvi sulla vasocottura al microonde.

Vi piace mangiare sano e avere tutte le ricette con valori nutrizionali? Potete acquistare il mio secondo libro VASOCOTTURA LEGGERA <–QUI

Se siete alla ricerca di ricette tradizionali da rifare in vasocottura, potete acquistare il mio primo libro: Vasocottura Facile ed. Gribaudo

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

2 Risposte a “Zuppa di lenticchie in vasocottura”

  1. Se invece utilizzassi la tecnica del vasocottura ma in pentola con acqua bollente?? Posso sapere le tempistiche ? grazie mille !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.