SFORMATO DI MIGLIO ALLE VERDURE

Vi ho parlato mai delle proprietà antidepressive, depurative ed energizzanti del miglio? Sicuramente sì, visto che questo cereale è il protagonista di diverse ricette all’interno del mio blog. Eppure, il miglio è davvero ancora poco conosciuto, e spesso volentieri quella conoscenza è limitata alla semplice associazione con il mangime per uccelli. Invece, il miglio veniva consumato già nell’Antica Roma, e soprattutto nel Medioevo veniva usato come sostituto della carne. Questo significa che le sue proprietà nutritive sono davvero tante, motivo per cui dovremmo ricominciare a rivalutarlo come parte integrante della nostra alimentazione. La sua ricchezza in nutrienti va dal buon contenuto di fibre alle vitamine, da un’adeguata presenza di carboidrati alle proteine, che lo rendono un alimento ricostituente ed energizzante. Ecco perché veniva mangiato al posto della carne! Inoltre può essere consumato sia dai diabetici che da coloro che soffrono di intolleranza al glutine. Io oggi ve lo propongo sotto forma di sformato in una combo perfetta di verdure miste a cavallo tra la stagione estiva e quella autunnale. Ottimo gustato tiepido come primo piatto o piatto unico in stile vegetariano oppure consumato a temperatura ambiente e tagliato a quadrotti come ho fatto io all’interno di un buffet. Insomma un perfetto incontro tra sapore e salute tutto da sperimentare, che potrete variare anche con altre verdure che vi piacciono di più!

Fonte: https://www.viversano.net/alimentazione/mangiare-sano/miglio-proprieta/

  • DifficoltàFacile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàEstate, Autunno

Ingredienti:

250 g miglio
200 g zucca
200 g pomodorini ciliegino
1 zucchina
1 cipolla rossa
100 ml brodo vegetale
1 uovo
40 g pecorino siciliano (grattugiato)
q.b. pangrattato senza glutine
2 ciuffi prezzemolo tritato
5 cucchiai olio extravergine d’oliva
q.b. sale

Strumenti

Passaggi:

Sciacquate il miglio abbondantemente sotto l’acqua corrente. Trasferitelo in una pentola e copritelo interamente con dell’acqua. Fatelo cuocere a fuoco basso, a partire dall’ebollizione, per 15′ o secondo i tempi riportati nella vostra confezione (fig. 1).

Trascorso questo tempo, avrà assorbito tutta l’acqua, quindi spegnete e lasciate intiepidire (fig. 2). Nel frattempo, mondate tutte le verdure, tagliate a cubetti la zucca e la zucchina, tritate la cipolla grossolanamente e riducete a spicchi i pomodorini (fig. 3).

In una padella antiaderente, fate dorare la cipolla con un bel giro di olio per c.a 1′ a fiamma vivace (fig. 4).

Aggiungete quindi prima la zucca e dopo un paio di minuti anche la zucchina a cubetti. Spruzzate con metà del brodo vegetale ben caldo e cuocete c.a 10′ a fuoco medio chiuso con un coperchio (fig. 5). Nel frattempo, condite i pomodorini con un cucchiaio di olio e un pizzico di sale e mescolate (fig. 6).

A parte, amalgamate il miglio intiepidito con l’uovo e quasi tutto il pecorino grattugiato, lasciandone da parte un paio di cucchiai (fig. 7). Fuori dal fuoco, aggiustate di sale le verdure cotte ma ancora croccanti (fig. 8).

Profumate con il prezzemolo tritato e mescolate (fig. 9). Unite quindi i pomodorini e il miglio al resto delle verdure e amalgamate (fig. 10).

Versate il composto così ottenuto all’interno di una teglia ben oliata e livellate bene, compattando il tutto con un cucchiaio (fig. 11). Condite con 2 cucchiai di olio e spolverizzate con il rimanente pecorino grattugiato. Cuocete in forno a 190°C per 20′.

Spegnete e lasciate intiepidire prima di tagliarlo a quadrotti o in porzioni.

E voilà…il vostro sformato di miglio alle verdure è pronto per essere gustato!

Buon Appetito dalla Cucina di FeFè!

Conservazione

👉 Potrete conservare lo sformato di miglio in frigo all’interno di un contenitore adatto per la refrigerazione per c.a 3 giorni. E’ possibile tagliarlo comodamente in porzioni e surgelarlo per 3 mesi.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.