Archivi categoria: Biscotti

Biscotti con ricotta soffici e senza grassi

Biscotti con ricotta soffici e senza grassi: Sono biscotti leggerissimi perché non contengono burro e neanche olio.

Sono perfetti a colazione inzuppati nel latte, anche per una buona merenda spalmati di marmellata o crema spalmabile, che sia al cioccolato o al pistacchio che io adoro, saranno veramente strepitosi.

Naturalmente anche al naturale sono ottimi, li adoreranno tutti, perché sono morbidi e leggeri.

Si prestano molto bene anche ad essere decorati come preferite sia con del semplice zucchero a velo ma anche con del cioccolato fuso a bagnomaria immergendovi i Biscotti con ricotta soffici e senza grassi decorandoli con delle codette colorate di zucchero per renderli allegri e più golosi per i vostri bambini.

Certo se facciamo i Biscotti con ricotta soffici e senza grassi leggeri possiamo abbondare con le decorazioni!

Ingredienti per circa 60 biscotti

  • 300 g di farina 00
  • 125 g di zucchero a velo
  • un uovo medio
  • un cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 250 g di ricotta vaccina
  • buccia di un limone bio grattugiata
  • 8 g di lievito per dolci
  • zucchero a velo q.b. per decorare

Preparazione

Setacciate la ricotta dopo averla scolata ed eliminato tutto il liquido in eccesso.

Aggiungete lo zucchero a velo e fatelo assorbire bene dalla ricotta.

A questo punto inserite nella crema di ricotta la buccia di limone grattugiata, la vaniglia, l’uovo e la farina già setacciata con il lievito utilizzando una spatola, quando sarà tutto ben assorbito passate l’impasto su una spianatoia.

Impastate fino ad ottenere un panetto liscio e omogeneo.

Stendete l’impasto con il matterello sul piano da lavoro leggermente infarinato ad uno spessore di 5 mm e formate i biscotti con lo stampo che preferite.

Biscotti con ricotta soffici e senza grassi: Sono  biscotti leggerissimi perché non contengono burro e neanche olio.

Sistemate i biscotti su una placca rivestita con carta forno e infornate in forno preriscaldato a 180° per 15/18 minuti con modalità statica.

Una volta cotti farli raffreddare e semplicemente spolverizzare i Biscotti con ricotta soffici e senza grassi con lo zucchero a velo.

Vedrete che saranno davvero morbidi e adatti a molte decorazioni!

Piparelli Messinesi-ricetta originale

Piparelli Messinesi: Ero convinta che il nome indicasse che tra gli ingredienti principali ci fosse del pepe, e invece no, il nome deriva dalla lunga asciugatura in forno che originariamente avveniva nelle antiche stufe a legna che fumavano come pipe.

Come tante ricette antiche la loro elaborazione nasce da un riciclo di prodotti non più vendibili in pasticceria come biscotti o pan di spagna ormai diventati un po’ duri e poco appetibili che mescolati a spezie e tante mandorle danno luogo ad un fragrante biscotto da servire a fine pasto insieme ad un bicchierino di Malvasia o Passito che arrivavano dalle nostre vicine Isole Eolie o dalla lontana Pantelleria, anche un buon Marsala si sposa bene con i nostri buonissimi Piparelli Messinesi

I Piparelli Messinesi sono molto simili ai cantucci toscani, ma come potrete notare si differenziano per l’impasto, ma non per il modo di consumarli intingendoli nel vino liquoroso e per essere un modo di condividere chiacchere e ristate con i nostri amici.

I Piparelli Messinesi per essere davvero buoni devono essere ricchi di mandorle, profumati, ma, soprattutto, fragranti, devono proprio scrocchiare sotto i denti!

 Si conservano benissimo e a lungo in buste sottovuoto o nelle più classiche scatole di latta, e se nel tempo vi rendeste conto che abbiano perso fragranza o assorbito un po’ di umidità, basterà farli rinvenire per qualche minuto in forno caldo.

Sono perfetti da regalare a Natale o a Pasqua, in altre zone della Sicilia vengono chiamati Quaresimali, magari insieme ad una bella bottiglia di Malvasia delle nostre belle Isole. 

Ingredienti

  • 500 g di farina 0
  • 125 g di zucchero semolato
  • 125 di miele di acacia o millefiori
  • 125 di frollini al cacao tritati , o di pan di spagna raffermo già sbriciolato
  • buccia di 2 arance bio grattugiate
  • 300 g di mandorle non pelate ( lavate e sgocciolate al momento)
  • 1/2 cucchiaino di cannella in polvere
  • 30 g di arancia candita tritata finemente
  • 100 g di strutto
  • 15 g di bicarbonato
  • 100 ml circa di latte
  • 3 cucchiaini di acqua di chiodi di garofano o 3 chiodi pestati bene

Preparazione

Setacciate la farina e disponetela su una spianatoia a fontana, se lavorate a mano, ma nulla vieta di utilizzare una planetaria.

Aggiungete nel foro centrale che avrete fatto, lo zucchero, i biscotti o il pan di spagna ridotti in briciole fini, il miele, gli aromi, l’arancia candita e il bicarbonato.

Cominciate ad impastare, amalgamando la farina a poco a poco, raccogliendola dai bordi.

Vi renderete conto, mano che raccogliete la farina che sarà necessario del liquido e quindi vi regolerete di conseguenza per l’utilizzo del latte, tutto questo è variabile secondo le “briciole” che avete utilizzato.

Unite lo strutto solo a metà della lavorazione e fate amalgamare bene.

Se lavorate sulla spianatoia, dovrete “frollare”, cioè lavorare l’impasto con le punte delle dita e solo alla fine strofinarlo sulla spianatoia sempre utilizzando le punte delle dita, in modo da far amalgamare bene l’impasto.

Sgocciolate le mandorle ed unitele all’impasto, io ho utilizzato una parte con la pellicina e altre già pelate, ma la regola prevede che siano tutte non pelate.

A questo punto dovete suddividere l’impasto in piccoli panetti da circa 250 grammi e fate dei filoncini larghi 2,5/3 cm.

Disponete i filoncini di Piparelli Messinesi distanziati su una placca da forno, foderata con carta forno, spennellateli con l’uovo battuto con qualche goccio di latte ed infornate in forno già caldo a 160° per una quindicina di minuti. Dovranno dorarsi bene.

Fate raffreddare e adesso dovete avere pazienza…

L’indomani tagliate i Piparelli Messinesi in senso trasversale  e disponeteli su placche da forno.

Infornate a 150° perché si asciughino e tostino bene, per almeno 45 minuti.

I biscotti che noi messinesi adoriamo a fine pasto o in qualunque momento di convivialità!

Cantucci Toscani-ricetta

Cantucci Toscani-ricetta: I cantucci più buoni mai provati! Si preparano in pochissimi minuti mescolando tutti gli ingredienti in ciotola per poi finirli sulla spianatoia per preparare i filoncini!

Basteranno pochi minuti di forno e saranno pronti da affettare.

C’è un segreto per avere dei  Cantucci Toscani morbidi, dalla consistenza biscottata e fragrante ma che rimarranno fragranti a lungo.

Basta aggiungere una piccola quantità di ammoniaca per dolci nell’impasto. Potrebbe diffondere un odore sgradevole quando aprirete il forno, ma sparirà in 10 minuti, lasciandovi meravigliosi Cantucci Toscani da inzuppare nel vin santo a fine pasto.

I Cantucci Toscani sono il regalo perfetto per un dono Home made specialmente per le festività natalizie proprio perché si conservano per molto tempo.

I Cantucci Toscani sono ideali da offrire agli ospiti per la Vigilia o a Capodanno, ogni pranzo di festa, quando arrivano a tavola i liquori, non solo nel vin santo ma anche nel marsala o vin brulé sono davvero fantastici intinti come fine pasto!

Cantucci Toscani

Ingredienti per 40 biscotti

  • 130 g di mandorle non pelate
  • 150 g di zucchero semolato
  • 280 g di farina 00
  • 2 uova medie intere
  • 3 g di sale
  • i semi di una bacca di vaniglia
  • una arancia bio
  • un limone bio
  • 5 g di ammoniaca per dolci

Preparazione

 Accendete il forno in modalità statica a 180°

Mescolate insieme in una boule con una frusta le uova, lo zucchero, le bucce grattugiate degli agrumi, il sale e la vaniglia.

Io ne prepararo sempre una dose doppia!

Aggiungete a questo punto una parte della farina e l’ammoniaca per dolci, che può anche essere sostituita con pari quantità di lievito per dolci.

Impastate pochi secondi fino ad ottenere un ‘impasto omogeneo e poi versatelo sulla spianatoia con l’altra farina e le mandorle che farete amalgamare per bene.

A questo punto dovete dividete tutto l’impasto a metà e aiutandovi con un po’ di farina fate 2 filoncini larghi circa 3 cm.

Per avere dei Cantucci Toscani dalla forma perfetta non dovete assolutamente appiattire i filoncini, ma sistemarli mantenendo la forma in una teglia foderata di carta da forno.

Cuocete i Cantucci Toscani nella parte media del forno per circa 15 – 18 minuti il tempo necessario perché i filoncini si gonfino.

A questo punto potete affettare i filoncini con un coltello a lama dentata per fare i tozzetti ad uno spessore di circa 1 cm e mezzo – 2 cm tenendo strettamente da una parte per evitare che i biscotti si sgretolino.

Sistemate i tozzetti dalla parte del taglio

e mettete di nuovo in forno per 4 minuti da una parte,

poi girateli e fate cuocere altri  4 minuti dall’altra parte.

Sfornate i Cantucci Toscani e lasciateli intiepidire su una gratella.

Appena sfornati sembreranno un po’ duri, ma vedrete invece che dopo qualche ora saranno fragranti e morbidi allo stesso tempo!

Conservate i Cantucci Toscani o di Prato a temperatura ambiente in una scatola di latta o busta di plastica per alimenti per circa 2 mesi.

Pasta frolla all’olio morbida-facile da lavorare

Pasta frolla all’olio morbida-facile da lavorare : Ci sono molte persone che hanno intolleranza al lattosio e per evitare di comprare il burro che non ne contiene si può facilmente preparare una sempre ottima pasta frolla senza lattosio, utilizzando nell’impasto dell’olio di semi, io preferisco quello di mais.

E’ una frolla che piace a tutti anche a chi non ha problemi di intolleranze e si prepara molto semplicemente in un robot da cucina facilitandoci il compito anche nella stesura.

Ingredienti per uno stampo da crostata da 26/28 cm o per una cinquantina di biscottini

  • 100 ml di olio di semi
  • 330 gr di farina ’00
  • 1 uovo medio intero
  • 1 tuorlo d’uovo grande
  • 130 g di zucchero semolato
  • 4 g di lievito per dolci
  • 1 limone biologico
  • 3 g di sale
Preparazione

Cominciamo a preparare la Pasta frolla all’olio morbida-facile da lavorare

Montate le uova con lo zucchero, con la buccia del limone grattugiata e il sale

Versate l’olio a filo incorporandolo bene nelle uova

Aggiungete la farina e procedete come per la frolla classica facendola infine riposare in frigorifero per almeno 1 ora, è meglio se lasciate anche molto più a lungo, una notte intera non le fa male, anzi!

Al momento dell’utilizzo stendete la sfoglia ad uno spessore di circa 4 – 5 mm e fatene crostate o biscotti,

come meglio credete tanto la Pasta frolla all’olio morbida-facile da lavorare è veramente facile da gestire
La pasta frolla morbida va cotta nella parte media in forno preriscaldato ad una temperatura moderata di 180° per i primi 12 – 15 minuti, poi la temperatura va abbassata a 170° .

Eccovi i tempi di cottura per i dolci più comuni per potervi regolare

12 minuti per :

biscotti e biscottini semplici o ripieni

dai 15 ai 20 minuti per :

crostatine, pasticcini, mignon, gusci

dai 35 ai 60 minuti (a volte anche di più) per

Crostate, Torte

30 minuti per

gusci in bianco di crostate, media – grande dimensione.

La frolla morbida avrà raggiunto il giusto grado di cottura quando  la vedrete di un bel colore dorato leggermente ambrato.

Anche se può sembrare morbida appena tirata fuori dal forno, non preoccupatevi, dopo un adeguato riposo a temperatura ambiente, si rassoderà

Biscotti al burro classici Danesi

Biscotti al burro classici Danesi: Li troviamo al super o nei bar più chic in quelle belle scatole tonde di metallo blu.Sono biscotti molto friabili e ricchi di burro che hanno quel sapore inconfondibile di vaniglia  e si sciolgono in bocca. Generalmente insaporiti prima di essere infornati con  cocco essiccato, ma anche arricchiti con piccole scaglie di cioccolato fondente o granella di nocciole. Io farò anche una versione con buccia di limone e arancia grattugiata.

INGREDIENTI per circa 40 biscotti

  • 250 g di farina 00
  • 225 di burro morbido
  • 100 g di zucchero semolato
  • 1 uovo medio
  • 1\2 bacca di vaniglia
  • 1\2 cucchiaino di bicarbonato
  • un pizzico di sale

DECORAZIONE

  • Q.B. di zucchero di canna per decorare
  • Q.B. di granella di nocciole
  • Q,B. di cocco disidratato
  • Q.B. di cioccolato tritato
  • Q.B.di di buccia grattugiata di limone e d’arancia

PROCEDIMENTO:

Impastate in burro con lo zucchero in planetaria o utilizzando un robot da cucina

e poi aggiungete l’uovo, lavorate fino ad assorbimento.

Aggiungete il sale, i semi della bacca di vaniglia ed infine la farina setacciata con e il bicarbonato.

Formate un panetto, stendetelo ad uno spessore di circa 5 mm e mettetelo in frigorifero a riposare per un’ora.

Trascorso il tempo necessario, con le formine o semplici bicchieri e bicchierini, ricavate tanti biscotti, adagiateli sulla placca del forno ricoperta di carta forno e spolverizzate una parte con lo zucchero di canna e gli altri con le altre decorazioni prescelte.

Lasciate riposare i Biscotti al burro classici Danesi ancora mezz’ora in frigo.

Se avete bisogno di più teglie, tra una infornata e l’altra, lasciate i biscotti Danesi in frigo fino a quando i precedenti biscotti non avranno completato la cottura. Dopodiché infornate immediatamente gli altri, ben freddi di frigo. In questo modo la forma non si rovinerà in cottura.

Infornate a 180° per 10/12 minuti, tenete presente che i Biscotti al burro classici Danesi devono rimanere chiari.

Fate freddare i biscotti su una gratella e poi mangiateli….

Servite i vostri Biscotti al burro classici Danesi con un buon tè o con il caffè anche dopo pranzo

Si scioglieranno in bocca e così aromatizzati vi sembreranno sempre diversi

Conservateli in una scatola di latta per mantenere inalterata tutta la loro fragranza.

Pasta frolla leggera allo yogurt

Pasta frolla leggera allo yogurt: Un impasto davvero versatile e facilissimo da realizzare.

Pochi minuti e la vostra pasta frolla leggera allo yogurt sarà pronta per preparare biscotti e crostate.

Potete preparare la pasta frolla leggera allo yogurt anche con i vostri bambini e se ne avanza tenetela da parte per preparare dolci o biscotti anche nei giorni successivi.

E’ importante  conservare la pasta frolla leggera allo yogurt in frigorifero per salvaguardare al meglio le sue caratteristiche.

Ingredienti:
  • 35 g di burro
  • 125 g di yogurt greco o intero
  • 350 g di farina 00
  • 1 uovo medio
  • 130 g di zucchero semolato
  • 1 presa di sale
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
PREPARAZIONE:

In  una scodella  con un cucchiaio di legno o in planetaria con gancio da impasto amalgamate per bene l’uovo, lo yogurt e lo zucchero.

Aggiungete il burro ancora freddo, appena tolto dal frigo, e tagliato a tocchi, la farina, il lievito, il sale e l’estratto di vaniglia.

Mescolate per qualche minuto fino a formare un impasto compatto e liscio, ma che rimanga abbastanza morbido.

Mettete il panetto di pasta frolla leggera allo yogurt in frigorifero per almeno 30 minuti e utilizzatelo poi per le vostre crostate o per tanti biscottini dalle mille forme.

Eccovi un’idea per una crostata classica con marmellata o confettura:

Stendete 2/3 della pasta frolla leggera allo yogurt, da utilizzare come base della crostata, con un diametro di 24 / 26 centimetri  dopo aver imburrato lo stampo o foderato con carta forno.

Fate dei lunghi rotolini di pasta

per realizzare una treccia da adagiare sui bordi dello stampo

Arrotolate la treccia e aiutandovi con una spatola per non rischiare di spezzarla, sistematela intorno alla base

per contenere la confettura da voi scelta

e decorate ulteriormente con altra pasta stesa e stampata come la vostra fantasia vi suggerisce.

spennellate con poco latte prima di infornare a 180° per circa 30 minuti

Sfornate la crostata di pasta frolla leggera allo yogurt e fatela raffreddare per bene prima di servire.

Una deliziosa crostata più leggera delle classiche conosciute!

 

Brutti ma Buoni alla Nocciola

Brutti ma Buoni: Vi capita di avere voglia di qualcosa di dolce, qualcosa da sgranocchiare, ma non avete tanta voglia di spignattare a lungo? Capita anche alle cuoche più esperte e quindi si pensa di fare un dolcetto semplice, veloce ma che sia ricco di sapore. Avevo ancora delle nocciole già sbucciate e tostate e ho avuto un’illuminazione guardando in frigo un piccolo contenitore con gli albumi rimasti dalla preparazione di una crema. Detto fatto ed ho preparato in men che non si dica i famosi Brutti ma Buoni. Ma perché non li avevo mai fatti??? Così buoni e così semplici…

Ingredienti per circa 70 pezzi
  • 500 g di nocciole già pulite
  • 60 g di zucchero semolato
  • 1 cucchiaino di miele
  • 70 ml di acqua
  • 90 g di albumi
  • 300 g di zucchero a velo
Preparazione

Mettete in un pentolino l’acqua il miele e lo zucchero semolato, portate ad ebollizione e poi lasciate raffreddare il liquido ottenuto.

Montate in una planetaria gli albumi per 5 minuti e poi aggiungete a filo lo sciroppo di zucchero, continuate a montare ancora per 10 minuti ed alla fine aggiungete gradualmente lo zucchero a velo e continuate a montare ancora per 5 minuti.

Mentre gli albumi stanno montando, tritate in un robot le nocciole, avendo cura di lasciarne un numero sufficiente per la decorazione di ogni biscotto.

Se non disponete di nocciole già tostate, passate le nocciole sbucciate in forno caldo a 200° per circa 10 minuti e poi togliete la pellicina che si stacca dalla frutta secca prima di utilizzarle.

Versate le nocciole tritate nella meringa

e poi inserite il composto ottenuto in un sac a poche con foro abbastanza grande per fare dei biscotti che formerete sulla placca del forno foderata con carta forno.

Mettete la placca in forno già caldo a 165° e lasciate cuocere i Brutti ma Buoni per circa 20 minuti.

Sfornate la teglia con i Brutti ma Buoni alla nocciola e lasciate che si raffreddino prima di staccarli con facilità dalla carta forno.

Uno tira l’altro troppo buoni per essere conservati in scatola di latta…

 

 

Biscotti di riso alle nocciole

Biscotti di riso alle nocciole: Abbiamo due belle piante di nocciole in giardino che ci regalano molti frutti ogni anno, unico problema doverle sbucciare… A parte gli scherzi sono molto buone e facciamo largo uso di questa meravigliosa frutta secca, ho pensato oggi di preparare questi deliziosi biscotti molto friabili anche se non contengono burro, solo un po’ di olio di semi per creare l’amalgama giusta con la farina di riso invece della solita. Provate a farli e non ve ne pentirete!

Ingredienti:
  • 90 gr di zucchero
  • 250 gr di farina di riso
  •  50 gr di nocciole tostate
  • semi di una bacca di vaniglia
  • 80 ml di olio di semi di mais o girasole
  •  2 uova intere medie
  • 1 cucchiaino raso di lievito per dolci
Procedimento:

Tritate finemente le nocciole in un mixer con la metà dello lo zucchero e tenete da parte.


In una planetaria, o utilizzando delle fruste elettriche, mettete le uova e lo zucchero rimasto e lavoratele per qualche minuto, fino a quando vedrete che il composto sarà chiaro e spumoso.

Cambiate il gancio con quello a foglia. Aggiungete poi la farina setacciata con il lievito, i semi della bacca di vaniglia e continuate a lavorare.

Aggiungete a questo punto l’olio a filo. Alla fine inserite le nocciole tritate. Ultimate la lavorazione dell’impasto sulla spianatoia fino a quando non risulterà leggermente appiccicoso, ma lavorabile con il matterello.


Stendete la frolla ottenuta ad uno spessore di 3-4 mm con un matterello su una spianatoia ben infarinata aiutandovi per lo spessore con i manici di due cucchiai di legno.

Con un tagliapasta o se non ce l’avete, potete utilizzare una tazzina dai bordi sottili o un bicchierino da liquore, stampate i Biscotti di riso alle nocciole

e sistemateli su una teglia coperta da carta forno. Continuate così fino ad esaurimento di tutto l’impasto.


Cuocete in forno già caldo a 180° per 10-12 minuti. Togliete i Biscotti di riso alle nocciole non appena cominciano a dorarsi e farli freddare su una gratella.

Gustatevi questi friabilissimi Biscotti di riso alle nocciole con un buon caffè o se preferite un sapore più pieno scegliete un cappuccino schiumoso.

 

Biscotti di mais e miele

Biscotti di mais e miele: Avete voglia di un biscotto diverso, che scrocchia sotto i denti, abbia un sapore rustico ma allo stesso tempo profumato di miele e zagara? Questa è la ricetta giusta. Vi consiglio di provare questi Biscotti di mais e miele che serviranno anche a tappare quel languorino insistente che si può presentare a qualunque ora del giorno.

Ingredienti

  • 2 Uova medie
  • 100 g di Burro a temperatura ambiente
  • 125 g di Farina di Mais Fioretto
  • 125 g di Farina 00
  • 60 g di Miele millefiori o d’arancio
  • 60 g di Zucchero semolato
  • 4 g di Lievito per Dolci
  • Zucchero di Canna Q.B.
  • 3 ml di Essenza di Fiori d’Arancio (mezzo cucchiaino)

Preparazione

Mescolare e setacciare insieme al lievito le due farine.

Mettere in planetaria con gancio a foglia il burro tagliato a cubetti

aggiungere il miele e lo zucchero

montare bene e poi uno alla volta aggiungere le uova.

A  questo punto aggiungere le farine un po’ alla volta e alla fine l’aroma di fiori d’arancio.

Una volta che la frolla si è ben amalgamata fate un salsicciotto e avvolgerlo nella pellicola.

La frolla va fatta riposare in frigo almeno un’ora, meglio se tutta la notte.

Dopo il riposo in frigo stendere su un piano infarinato la frolla con un matterello e per tenere un’altezza uniforme farsi guidare da due cucchiai di legno.

Ritagliare i Biscotti di mais e miele con un piccolo coppapasta o date la forma che preferite, io ho deciso di farli così grandi per rimarcare la rusticità di questi meravigliosi Biscotti di mais e miele.

Spolverate i Biscotti di mais e miele con poco zucchero di canna.

Se volete mantenere l’impronta dello stampo sui Biscotti di mais e miele tenete almeno mezz’ora la teglia in frigo, per la verità io l’ho dimenticato…

Infornare a forno già caldo per 15 minuti circa a 190°

Una volta sfornati i Biscotti di mais e miele fateli raffreddare su una gratella.

I Biscotti di mais e miele sono davvero deliziosi, croccanti e profumati e si conservano bene in una scatola per più giorni.

 

Biscotti classici da inzuppare

Biscotti classici da inzuppare:Semplici e deliziosi biscotti senza burro ma con poco olio d’oliva, quello buono possibilmente come quello che uso io comprato dal contadino di fiducia, fruttato ma leggero senza acidità che predomina e che si armonizza bene anche nelle ricette di dolci. Badate bene che non ho problemi con il burro, anzi mi piace molto soprattutto quello buono ottenuto da panna di latte fresco, ma quella è un’altra storia. Oggi volevo provare questi biscotti classici da inzuppare aromatizzati sia con la buccia di limone biologico che con la vaniglia, vera mi raccomando, non rovinateli con la vanillina…

Ingredienti per circa 35 biscotti:

  • 275 g di farina 00
  • 50 g di amido di frumento
  • 1 uovo intero medio
  • 125 g di zucchero semolato + q.b. per la decorazione
  • 60 ml di olio extra vergine d ‘oliva
  • 30 ml di latte fresco intero + q.b. per a decorazione
  • 6 g di ammoniaca per dolci ( in alternativa10g di lievito per dolci)
  • 1 presa di sale
  • scorza grattugiata di mezzo limone
  • mezza bacca di vaniglia

Preparazione

Sbattere l’ uovo con lo zucchero nella ciotola di una planetaria utilizzando il gancio a foglia o se non l’avete usate un frullino. Aggiungere i semi della vaniglia e la scorza grattugiata del limone.

Aggiungere gradualmente l’olio EVO,

il latte e amalgamare bene tutto.

Aggiungere la farina, l’amido di frumento, l’ammoniaca e il sale già setacciati e mescolati assieme.

Impastare il tutto e quando il composto sarà simile ad una  frolla continuare a lavorare sulla spianatoia

formando dei cordoncini del diametro di  2 cm circa e aiutandosi con un coltello ricavare  dei bastoncini lunghi circa 5 cm.

Spennellare con del latte una faccia dei biscotti

che poi verranno passati nello zucchero semolato,

Sistemare i biscotti classici da inzuppare sulla placca del forno rivestita da carta forno, fare attenzione che non siano non troppo vicini e naturalmente con il lato zuccherato verso l’alto.

 

Infornare a forno già caldo a 180° per circa 15 minuti.

Appena saranno leggermente dorati, sfornare i biscotti classici da inzuppare e lasciateli raffreddare su una gratella.

Vedrete che saranno buonissimi anche  da mangiare senza inzupparli così profumati e croccanti…
Se durante la lavorazione e la cottura dei biscotti avvertirete l ‘odore dell’ammoniaca per dolci non preoccupatevi, è tutto  normale. Quando i biscotti classici da inzuppare saranno cotti e freddi tutto sparirà lasciandovi un delizioso sapore di limone e vaniglia.

Potete conservare i vostri biscotti classici da inzuppo in una scatola di metallo anche per parecchi giorni

ma ho seri dubbi che vi resteranno a lungo…