Archivi categoria: Dolci

Ciambella soffice della zia di Francesca

Ciambella soffice  della zia di Francesca : Avevo conservato nel mio archivio la ricetta di questa ciambella soffice, ricetta di una blogger che mi piace, Francesca Boscolo che parlava di quanto fosse buona la ricetta della zia Nene, sorella della nonna a cui lei era molto affezionata.
In questi giorni di quarantena a cui tutti siamo stati chiamati, scorrendo come dicevo il mio archivio di ricette da provare, mi sono imbattuta in questa che credo possa fare al caso mio, una domenica di primavera solitaria ma ricca di quella  speranza che dobbiamo avere per superare la paura di questo maledetto virus…

Ingredienti per uno stampo da 26 cm

  • 6 Uova medie
  • 125 g di Fecola di patate
  • 125 g di Farina 00
  • 250 g di Zucchero semolato
  • 6 cucchiai di Olio di semi di mais
  • 1 bustina di Lievito in polvere per dolci
  • 1 pizzico di Sale
  • Scorza di 1 limone o arancia grattugiata

Preparazione

Imburrate e infarinate lo stampo a ciambella, oppure utilizzate lo staccante

Cominciamo così la preparazione della Ciambella soffice della zia di Francesca

Rompete le uova dividendo i tuorli dagli albumi.

Lavorate gli albumi con 125 g di zucchero a neve ben ferma e tenete da parte

 

Adesso montate anche i tuorli con metà dello zucchero fino a renderli chiari e spumosi

Incorporate ai tuorli montati la fecola, la farina, il sale e il lievito già setacciate insieme

Lavorate il tutto  aiutandovi con una spatola e aggiungendo gradualmente l’olio e gli albumi, mescolate molto delicatamente per non sgonfiare l’impasto

Versate l’impasto nello stampo da ciambellone già preparato e infornate in forno già caldo a 180° per circa mezz’ora.

E’ sempre buona norma controllare la cottura della Ciambella soffice della zia di Francesca con uno stecchino, deve uscirne pulito.

La Ciambella soffice della zia di Francesca è davvero un’ottima scelta per la colazione o per un tè del pomeriggio, facciamoci deliziare dalla sua sofficità!

 

Tarte Tatin del Maestro Biasetto

Tarte Tatin del Maestro Biasetto: Tutti credo conoscano questa torta di origine francese nata, come spesso accade da un errore, ma talmente buona e talmente semplice che è a prova di incapaci. Il Maestro Biasetto in una sua diretta su IG ci ha dato un  suggerimento che ho colto al volo e provato. E’ davvero un dettaglio che fa la differenza, la pasta brisè rimane sempre bella croccante e la consistenza in bocca è davvero piacevole.

Ingredienti per uno stampo da 22 cm
  • 150 g di farina 00
  • 150 g di burro
  • 3 cucchiaini colmi di zucchero
  • QB di burro fuso
  • 35 ml di acqua fredda
  • 2 pizzichi di sale
  • 3 mele grandi
  • QB di farina di mais
Preparazione

Per prima cosa bisogna preparare la pasta brisè che faremo velocemente e facilmente in un robot da cucina

Mettete la farina setacciata nel mixer e cominciate a lavorare, inserite il burro freddo a tocchetti e utilizzando il tasto pulse fate incorporare alla farina fino a quando vedrete delle briciole

Passate adesso ad utilizzare la velocità media inserendo prima il sale e poi l’acqua dal buco o se non c’è fatelo poco a poco, continuate fino a quando la massa non si sarà compattata

Tenere in frigo l’impasto fino a quando non avrete finito con le mele

Sbucciate le mele e fate a spicchi, io ho usato delle fuji che avevo in casa, di questi tempi si utilizza quel che si ha. Diciamo che da ogni mela dovreste tirare fuori 8 spicchi

Spennellate abbondantemente con il burro fuso, ma anche a pomata come fa il Maestro

e distribuite  sulla base lo zucchero semolato in modo uniforme

Adagiate a raggiera le mele, con la parte a gobba sul fondo e spennellate nuovamente con il Burro fuso

Riprendete la pasta brisè per completare la Tarte Tatin del Maestro Biasetto e dopo aver spolverato il piano di lavoro con farina di mais

stendetela della dimensione leggermente inferiore a quella dello stampo

Sistemate il disco di brisè sulle mele per completare la Tarte Tatin

Infornare in forno già caldo a 200° per circa 50 minuti

Fate intiepidire e capovolgete, prima che si raffreddi completamente per non fare cristallizzare lo zucchero, sul piatto di portata.

Vi posso assicurare che la Tarte Tatin del Maestro Biasetto è veramente deliziosa e visto che in questi giorni di quarantena non posso condividere me la sono praticamente divorata!

 

 

 

 

 

Torta di mele leggera e senza grassi

Torta di mele leggera e senza grassi: Una variante delle torte più famose resa più leggera con mele a pezzetti ma senza burro né altri grassi. Una classica torta della nonna altrimenti detta torta da credenza ottima per le nostre colazioni ma anche per merende e pause caffè.

Ingredienti
  • 400 g di farina 00
  • 200 g di zucchero semolato
  • 4 uova medie
  • 200 ml di latte
  • la scorza di una arancia bio e il suo succo
  • 16 g di lievito per dolci
  • 3 mele grandi
  • cannella q.b.
  • zucchero semolato q.b.
  • zucchero a velo q.b.

 

Preparazione

Cominciate  separando i tuorli dagli albumi.

Affettate due mele e spruzzatele con una parte di succo di arancia

Fate a dadini l’altra mela e spruzzatela con il succo d’arancia

Montate prima gli albumi e teneteli da parte

 

 

Passate poi a montare i tuorli con lo zucchero rendendoli ben spumosi.

 

Unite ai tuorli il latte intiepidito in cui avete già lasciato in infusione la buccia dell’arancia  grattugiata.

Aggiungete il lievito per dolci già setacciato con la farina un po’ alla volta.

Amalgamate bene  e sbattete lentamente con le frusta.

 

Infine aggiungete manualmente gli albumi montati utilizzando una spatola, mescolate dall’alto verso il basso, per non smontare il composto.

Imburrate e infarinate o foderate con carta forno uno stampo con diametro di 22 cm.

A questo punto  versate nello stampo metà  dell’impasto.

Spargete i tocchetti della mela e quindi zucchero e cannella a piacimento.

Coprite con l’impasto rimasto e sistemate a raggiera le fettine delle altre due mele. Spolverate con altro zucchero semolato e cannella a piacere.

Mettete la Torta di mele leggera e senza grassi in forno statico già caldo a 180° per circa un’ora.

Terminata la cottura, lasciate ancora 5 minuti nel forno spento.

Per eliminare l’umidità in eccesso e per non farla sgonfiare, decorate con zucchero a velo la Torta di mele leggera e senza grassi della nonna.

qui altre ricette di torte con le mele:

Torta di Mele Irlandese – Irish apple cake

Torta di mele light al profumo di mandorle

tante altre potrete visualizzarle digitando sul “cerca”

Biscotti al burro classici Danesi

Biscotti al burro classici Danesi: Li troviamo al super o nei bar più chic in quelle belle scatole tonde di metallo blu.Sono biscotti molto friabili e ricchi di burro che hanno quel sapore inconfondibile di vaniglia  e si sciolgono in bocca. Generalmente insaporiti prima di essere infornati con  cocco essiccato, ma anche arricchiti con piccole scaglie di cioccolato fondente o granella di nocciole. Io farò anche una versione con buccia di limone e arancia grattugiata.

INGREDIENTI per circa 40 biscotti

  • 250 g di farina 00
  • 225 di burro morbido
  • 100 g di zucchero semolato
  • 1 uovo medio
  • 1\2 bacca di vaniglia
  • 1\2 cucchiaino di bicarbonato
  • un pizzico di sale

DECORAZIONE

  • Q.B. di zucchero di canna per decorare
  • Q.B. di granella di nocciole
  • Q,B. di cocco disidratato
  • Q.B. di cioccolato tritato
  • Q.B.di di buccia grattugiata di limone e d’arancia

PROCEDIMENTO:

Impastate in burro con lo zucchero in planetaria o utilizzando un robot da cucina

e poi aggiungete l’uovo, lavorate fino ad assorbimento.

Aggiungete il sale, i semi della bacca di vaniglia ed infine la farina setacciata con e il bicarbonato.

Formate un panetto, stendetelo ad uno spessore di circa 5 mm e mettetelo in frigorifero a riposare per un’ora.

Trascorso il tempo necessario, con le formine o semplici bicchieri e bicchierini, ricavate tanti biscotti, adagiateli sulla placca del forno ricoperta di carta forno e spolverizzate una parte con lo zucchero di canna e gli altri con le altre decorazioni prescelte.

Lasciate riposare i Biscotti al burro classici Danesi ancora mezz’ora in frigo.

Se avete bisogno di più teglie, tra una infornata e l’altra, lasciate i biscotti Danesi in frigo fino a quando i precedenti biscotti non avranno completato la cottura. Dopodiché infornate immediatamente gli altri, ben freddi di frigo. In questo modo la forma non si rovinerà in cottura.

Infornate a 180° per 10/12 minuti, tenete presente che i Biscotti al burro classici Danesi devono rimanere chiari.

Fate freddare i biscotti su una gratella e poi mangiateli….

Servite i vostri Biscotti al burro classici Danesi con un buon tè o con il caffè anche dopo pranzo

Si scioglieranno in bocca e così aromatizzati vi sembreranno sempre diversi

Conservateli in una scatola di latta per mantenere inalterata tutta la loro fragranza.

Cheesecake goloso al cioccolato

Cheesecake  goloso al Cioccolato: Credetemi se vi dico che vale la pena prepararlo, perché questo cheesecake al cioccolato è denso e ultra cremoso ed è una delle cose migliori che abbia mai fatto! È così piacevole e cremoso che si scioglie in bocca.

Questo Cheesecake goloso al cioccolato parte da una crosta di wafers al cioccolato, ripieno di cheesecake al cioccolato cremoso, ganache al cioccolato! Sembra complesso da realizzare ma in realtà si usano ingredienti che probabilmente avete in cucina anche in questo momento.

Da non sottovalutare il fatto che il cheesecake goloso al cioccolato si può  congelare!  Basta raffreddare completamente il cheesecake e conservarlo intero o a fette. Usate più strati di pellicola e poi  mettetelo in un sacchetto per congelatore. Il cheesecake al cioccolato rimarrà perfetto se conservato correttamente nel congelatore, per due mesi. Fatelo con calma per estrarlo dal freezer quando vi servirà.

Per scongelare il cheesecake al cioccolato, mettete semplicemente il cheesecake ancora incartato in frigorifero per una notte. Non tentare di scongelare il cheesecake nel microonde o nel forno, il ​​topping di ganache al cioccolato si scioglierebbe rovinando inesorabilmente il dolce!

Ingredienti

Per la base:

  • 180 g di Briciole di wafer al cioccolato
  • 60 g di burro fuso

Per la crema di farcitura:

  • 340 g  di cioccolato fondente al 70/85 % tritato grossolanamente
  • 680 g  di formaggio cremoso tipo philadelphia o robiola a temperatura ambiente
  • 200 g  di zucchero semolato
  • 50 g di zucchero di canna chiaro
  • 3 cucchiai di cacao in polvere naturale non zuccherato
  • 4 uova grandi più 2 tuorli d’uovo, a temperatura ambiente
  • 170 ml di panna fresca a temperatura ambiente
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia

Per la ganache al cioccolato:

  • 225g  di cioccolato fondente al 50 % tritato finemente
  • 340 ml di panna fresca
  • 60 g  di burro a temperatura ambiente, tagliato a cubetti

Istruzioni per la preparazione

Una base ben fatta si cuocerà bene se spessa e, cosa più importante, non si sbriciolerà molto quando verrà tagliata. Raccomando di iniziare a premere le briciole al centro dello stampo e poi spostarsi verso l’esterno e alzarsi solo un po ‘ sui bordi.

Gli ingredienti a temperatura ambiente sono fondamentali quando si deve preparare un cheesecake, assicuratevi quindi di portare la crema di formaggio, le uova e la panna a temperatura ambiente prima di iniziare a preparare la farcitura.

Preriscaldate il forno a 165° C.

Spennellare con lo staccante uno stampo a cerniera di 22 cm o spruzzare leggermente con spray antiaderente.

Avvolgete il fondo e i lati dello stampo con carta stagnola resistente. Vi consiglio di fare diversi strati sovrapposti per garantire che l’acqua non possa penetrare quando metterete lo stampo nel bagnomaria.

 

Tenete da parte lo stampo così preparato.

Per la crosta

In un mixer preparate le base del cheesecake  tritando grossolanamente i wafers a cui aggiungere anche il burro fuso.

Aiutandovi con il dorso di un cucchiaio pressate bene il composto di biscotti sulla base dello stampo salendo anche un centimetro in più sul bordo.

Cuocere in forno già caldo per 8 minuti.

Mettete la crosta parzialmente cotta su una griglia per raffreddarla e tenete da parte mentre  preparerete il ripieno.

Lasciate il forno acceso.

Preparate adesso il ripieno per il Cheesecake al cioccolato:

Riempite una pentola media piena per un terzo d’acqua e portala quasi ad ebollizione a fuoco medio.

Posizionate una ciotola resistente al calore che si deve adattare sulla parte superiore della pentola, ma non deve toccare l’acqua bollente.

Bisogna ridurre adesso il fuoco a un livello basso e aggiungete il cioccolato tritato

nella ciotola sopra la pentola. Scaldare fino a quando il cioccolato è completamente sciolto, mescolando di tanto in tanto con una spatola di silicone o un cucchiaio.

cioccolato bagno maria

 

 

Togliete la pentola dal fuoco, lasciando la ciotola di cioccolato sull’acqua calda e tenete da parte fino a quando vi servirà.

Nella ciotola di un robot da cucina o una planetaria munita di frusta lavorate la crema di formaggio fino a renderla completamente liscia, raschiando i lati della ciotola con una spatola se servisse.

Aggiungete entrambi gli zuccheri e il cacao in polvere setacciato, lavorate bene per rendere il composto liscio. Aggiungete le uova, i tuorli e la panna e mescolate fino a quando non vedrete una crema omogenea.

Adesso versate il cioccolato fuso a temperatura ambiente e infine aggiungete la vaniglia e lavorate per altri 20 secondi.

Versate il ripieno sulla crosta parzialmente cotta nella teglia già preparata e con una spatola livellate bene bucando anche eventuali bolle d’aria.

Se non avete circondato lo stampo con la stagnola, potete utilizzate il metodo che io uso spesso : mettete il cheesecake in una teglia più grande e profonda e inserite le due teglie così composte sulla placca del forno. Riempite la placca del forno di acqua calda e cuocete per 1 ora e 15 minuti sempre a 165°. Questo bagnomaria  vi aiuterà a garantire che il  cheesecake esca senza crepe.

Trascorso questo tempo spegnete il forno e lasciare riposare il cheesecake per 30 minuti o anche un’ora all’interno del forno con lo sportello chiuso. Il cheesecake dovrebbe essere ancora leggermente morbidino.

Togliete la torta dal forno e fate scorrere delicatamente un coltello intorno al bordo della stampo. Posizionate il cheesecake su una griglia e lasciatelo raffreddare completamente, quindi coprite lo stampo con la pellicola trasparente e raffreddate in frigo per almeno 8 ore.

Prepariamo adesso la ganache di copertura:

Mettete il cioccolato tritato in una ciotola media e tenete da parte.

In una piccola casseruola a fuoco medio, portare la panna a bollitura.

Versate metà della panna nel cioccolato tritato e lasciate riposare per 1 minuto.

Con una frusta, iniziate a incorporare il cioccolato fuso nella panna. Aggiungete lentamente la panna rimanente e continuate a mescolare delicatamente fino a ottenere un composto liscio e lucido.

Aggiungete il burro e usate una spatola per mescolare fino a quando il burro è completamente sciolto e assorbito.

La miscela sarà scura e lucida.

Mettete da parte, a temperatura ambiente, fino a quando la userete.

Versate la ganache sul Cheesecake goloso al cioccolato raffreddato dopo il tempo di riposo previsto.

Questa semplice ricetta di cheesecake al cioccolato è così deliziosa che non ha bisogno di nulla sopra! Ma se lo volete ancora più goloso, potete decorare ogni fetta con un ciuffo di panna montata.

Con la sua base di biscotti al cioccolato , il ripieno cremoso di cioccolato fondente e la semplice copertura di ganache al cioccolato , questo Cheesecake goloso al cioccolato è davvero un sogno diventato realtà per gli amanti del cioccolato!

 

Provate anche altre mie ricette di Cheesecake qui due esempi, ma spulciando sul blog ne troverete tante altre

Cheesecake cremosissima altro che la NY

Cheesecake a freddo con caramello salato

 

 

 

Mandorle Pralinate come quelle delle Feste di Piazza

Mandorle Pralinate come quelle delle Feste di Piazza proprio quelle che trovate alle feste Patronali, dolci, croccanti da mangiare camminando tra la gente prendendole da un cartoccetto, meglio se ancora calde appena fatte!

Ingredienti:

  • 100 g di mandorle con la pellicina
  • 80 g di zucchero semolato
  • 25 ml di acqua

Preparazione:

Per preparare le mandorle pralinate bisogna come prima cosa foderare una leccarda con carta forno.
A questo punto prendete una padella con fondo spesso, possibilmente d’acciaio e versateci  lo zucchero e l’acqua a temperatura ambiente.
Accendete il fuoco sotto la padella a fiamma medio-bassa e aggiungete le mandorle, cominciate a mescolare
Inizialmente  l’acqua e lo zucchero diventeranno molto liquidi,
dopo qualche minuto il liquido comincerà a bollire
e infine a cristallizzarsi formando come una patina sulle mandorle
E’ il momento adesso di abbassare ancora la fiamma ma dovete continuare a mescolare
fino a quando lo zucchero non si caramellizzerà assumendo un colore ambrato scuro.
Quando le mandorle vi sembreranno belle  brune versatele sulla teglia foderata con carta forno distanziandole tra loro e man mano che si raffreddano alla temperatura per poterle maneggiare, dividetele per evitare che rimangano attaccate tra loro.
Con questa tecnica si possono pralinare anche le nocciole, pistacchi e pinoli che saranno strepitosi, uno tira l’altro…
Consiglio di utilizzare la frutta secca pralinata frantumata al coltello per creare quella parte crunchy su tutti i desserts o torte che ve ne ispireranno l’utilizzo.
Le mandorle pralinate possono essere conservate anche per  qualche settimana in vasetti di vetro sterilizzati e si prestano benissimo così confezionate per essere regalate. Vi garantisco che chi riceverà questo dono apprezzerà moltissimo!

Torta Nuda Federica-Naked Cake

Torta Nuda Federica-Naked Cake: Questa torta è nata per il compleanno di mia nipote Federica che da qualche tempo  ha scoperto di essere intollerante al lattosio e  così ho utilizzato tutti ingredienti che non lo contengono. Naturalmente la Torta Nuda di Compleanno Federica può essere preparata anche con gli ingredienti classici che renderanno questo dolce ancora più buono. Una preparazione a base di cioccolato fondente e cacao amaro e la torta montata come una “Naked cake”, nuda, quindi risulta essere quasi un inno al cioccolato! Viene fuori una torta alta e imponente con la quale potete fare 16/18 porzioni abbondanti. Se volete realizzare una torta per meno persone dimezzate le dosi ed utilizzate uno stampo da 20/22 cm.

Ingredienti per uno stampo da 26 cm

per la torta
  • 8 uova
  • 440 g zucchero
  • 300 g di olio di semi di girasole
  • 200 g di latte senza lattosio
  • 460 g di farina 00
  • 150 g di cacao amaro
  • 1 bacca di vaniglia o 5 ml di estratto
  • 2 bustine di lievito per dolci
per la farcitura
  • 1 litro di latte senza lattosio
  • 8 tuorli d’uova
  • 200 gr di zucchero semolato 11
  • 110 gr di amido di mais
  • 2 limoni
  • 100 g di cioccolato fondente all’85%
per la decorazione
  • meringhe Q.B.
  • 50 g di cioccolato fondente all’85%
  • 250 ml di panna fresca senza lattosio
  • 25 g di zucchero a velo vaniglinato
  • 300 ml di acqua minerale naturale
  • 150 g di zucchero semolato
  • 20 g dii cacao amaro

Preparazione

Per preparare la Torta Nuda Federica-Naked Cake bisogna cominciare con la base al cacao:

Versate le uova in una planetaria munita di frusta con lo zucchero e i semi di vaniglia o l’estratto, montate il composto finché non risulterà bello spumoso, poi versate a filo l’olio.

Per finire incorporate le polveri: la farina 00, il cacao in polvere e il lievito precedentemente setacciati per due volte,

un cucchiaio alla volta alternando a cucchiaiate di latte.

Imburrate e infarinate  o foderate con carta forno uno stampo dal diametro di 26 cm e cuocere in forno statico preriscaldato a 170°C per 60/70 min.

Fate raffreddare la torta prima di sformarla e dividetela in tre parti.

Mettete a scaldare il latte con la buccia del limone, meglio se biologico

DSCN1876Sbattete energicamente i tuorli con lo zucchero fino a renderli chiari e spumosi e poi aggiungete gradualmente l’amido setacciato e la buccia dell’altro limone grattugiata.

crema past

Versate in questa base ottenuta una metà del latte caldo e sciogliete bene il tutto. Versate tutto nella  pentola del latte e portare nuovamente a bollore con fuoco molto dolce mescolando continuamente. La temperatura ottimale da raggiungere è di 82° .

Continuate la cottura ancora per qualche minuto e dividete in due contenitori che sono stati sanificati con alcol alimentare posti dentro un altro con acqua e ghiaccio, per fare raffreddare rapidamente, avendo cura di eliminare le bucce del limone che hanno profumato la crema .

In uno dei contenitori aggiungete il cioccolato spezzettato e fatelo sciogliere con il calore della crema.

Se non volete che si crei quella fastidiosa crosticina dovete subito coprirla con la pellicola a contatto senza creare bolle d’aria.

DSCN1877Conservate al più presto in frigorifero.

Preparate la bagna al cacao facendo bollire l’acqua con lo zucchero e una volta che sta cominciando a raffreddare scioglietevi il cacao.

Montate adesso la Torta Nuda Federica-Naked Cake

E’ preferibile mettere sul fondo la parte superiore della torta così la finitura finale risulterà più piana.

Sistemate sul piatto da portata il primo disco di torta e bagnate bene con lo sciroppo al cioccolato.

Distribuite la crema chiara e coprite con un altro disco di torta, bagnate anche questo con lo sciroppo al cioccolato e distribuite in modo uniforme la crema al cioccolato fondente

Coprite la crema al cioccolato con l’ultimo disco di torta e bagnate anche questo con lo sciroppo.

Mettete la torta in frigo mentre montate la panna.

Montate la panna ben fredda con lo zucchero a velo e poi spalmatela ben livellata sulla Torta Nuda

Sistemate le meringhe sulla Torta Nuda Federica-Naked Cake secondo il vostro gusto e grattugiate il cioccolato fondente con un pelapatate per creare l’effetto desiderato.

 

 

Una bella torta la mia Torta Nuda Federica-Naked Cake non vi pare?

Pancakes alle mele- frittelle americane

Pancakes alle mele : Lo so lo so, non siamo americani, ma qualche volta anche loro hanno delle ricette adatte ai nostri gusti, e queste frittelle vi faranno innamorare…

Semplici e veloci da realizzare daranno uno sprint in più alle vostre colazioni magari quando avete qualche minuto in più da dedicare a voi e alla vostra famiglia per attardarvi con dolcezza insieme…

Ingredienti

  • 1 mela
  • succo di mezzo limone
  • 250 g di farina 00
  • 2 uova
  • 40 g di burro
  • 200 ml di latte
  • 100 ml di acqua minerale naturale
  • 8 g di lievito in polvere
  • 2 g di sale
  • sciroppo d’acero o miele Q.B.

Preparazione

Sbucciate la mela a spicchi e poi tagliatela a cubetti molto piccoli,

mettete la mela in una ciotolina e mescolatela con il  succo di limone.

Se vi piace la cannella potete spolverare i cubetti di mela con della polvere di questa spezia così aromatica.

Prendete una ciotola e mescolate bene la farina, il sale e il lievito,

 aggiungetevi le uova già sbattute con  il latte, l’ acqua e infine anche 20 gr di burro fuso.

A questo punto aggiungete i cubetti  mele ben scolate dal succo e mescolate.

Prendete una padella antiaderente e ungetela con un po’ di burro, fatela scaldare bene e poi versate un mestolino della pastella alle mele,

fate cuocere da un lato e quando compariranno le bollicine girate i Pancakes alle mele con una spatola.

Completate la cottura dall’altro lato e procedete così con l’impasto rimasto.

Servite i Pancakes alle mele con il miele o con lo sciroppo d’acero oppure con della marmellata d’arance.

Belli, ma soprattutto buonissimi!

Torta di Meringa e Pesche Capovolta

Torta di Meringa e Pesche Capovolta: Chi prepara dolci sa quanto spesso avanzino gli albumi che stazionano in frigo sperando di essere utilizzati al più presto. Questo è un modo molto piacevole di utilizzarli accoppiandoli a frutta fresca e aromi naturali.

Provate questa meravigliosa Torta di Meringa e Pesche Capovolta e la rifarete molte volte anche utilizzando frutta diversa secondo la stagione.

Ingredienti per uno stampo di 20 cm 

  • 125 g di farina 00
  • 190 g di albumi
  • 170 g di zucchero semolato fine
  • 95 ml di olio di mais
  • 8 g di lievito per dolci vaniglinato
  • la buccia di una arancia grattugiata
  • 2 g di sale
  • 3 ml di succo di limone
  • 350 g di pesche
  • 20 g di zucchero di canna

Procedimento

Sbucciate le pesche e fatele a spicchietti

Disponete le pesche a raggiera in uno stampo foderato con carta forno e cospargetele con lo zucchero di canna

Montate, in una planetaria o con delle fruste in una ciotola, molto bene gli albumi con il succo di limone  prima e poi gradualmente aggiungete lo zucchero semolato  fino a quando la montata farà i picchi.

E’ opportuno ricordare che bisogna cominciare a bassa velocità e poi alla media per poi passare al massimo. Il volume deve triplicare per ottenere il massimo da questa Torta di Meringa e Pesche Capovolta

DSCN5665Mettete da parte gli albumi

Nella planetaria mescolate con il gancio a foglia prima la farina, già setacciata, con l’olio e poi aggiungete la buccia di arancia, il sale e il lievito setacciato. DSCN5667A questo punto incorporare gli albumi molto delicatamente e lentamente dal basso verso l’alto fino a completo assorbimento.

Distribuite l’impasto ottenuto sulle pesche con delicatezza e livellate

Infornate a forno già caldo a 180° per 40 minuti circa.

Lasciate la torta  nel forno spento con un piccolo spiffero ancora per 10 minuti.

Sformate quando la Torta di Meringa e Pesche Capovolta sarà tiepida .

Bella e buona!

Muffin ai Mirtilli

Muffin ai Mirtilli: In questi giorni di rientro a scuola ho pensato ai bambini e ai ragazzi che a metà mattinata hanno bisogno di ricaricarsi e quale cibo buono e senza nessun conservante può farli sorridere pregustando il sapore di questi magnifici Muffin ai Mirtilli. Facilissimi da preparare e anche molto veloci con ingredienti che conoscete, non le merendine che i ragazzi possono trovare nelle macchinette… pensateci, poco lavoro tanta bontà!

Ingredienti per 10 muffin
  • 250 gr di farina 00
  • 200 ml di latte a temp ambiente (in alternativa latte di riso o di soia)
  • 65 gr di burro fuso freddo oppure 65 ml di olio di semi di girasole
  • 150 gr d zucchero semolato
  • 2 uova intere
  • 10 gr di lievito per dolci
  • 2 g di bicarbonato
  • semi di 1/2 bacca di vaniglia o 1 cucchiaino di estratto
  • 125 gr di mirtilli
  • Q.B. di zucchero di canna
Preparazione

Per fare i muffin di qualunque specie siano, dolci o salati, c’è una regola fondamentale:

Preparare i liquidi mescolati in una ciotola e i solidi in un’altra e poi mescolarli velocemente.

Battete quindi un pochino le uova a cui aggiungerete il latte e il burro fuso o l’olio in una ciotola

poi in un’altra mescolate la farina setacciata con il lievito  e il bicarbonato, la vaniglia se utilizzate i semini e infine lo zucchero.

Versate  i liquidi nei solidi e amalgamate con un cucchiaio di legno e per ultimo inserite metà dei mirtilli nell’impasto,  lasciate gli altri per distribuirli sugli stampini.

Riempite i pirottini fin quasi al bordo.

Una volta cosparsi dei mirtilli rimasti spargete un pochino di zucchero di canna.

Il segreto perché si formi la cupola è nella cottura.

Preriscaldate il forno molto bene, cuocete  Muffin ai Mirtilli in forno statico nella parte centrale del forno alla  temperatura che  non sia più bassa di 190°, in questo modo si forma subito la crosticina caramellata e la forza del calore fa alzare la classica “cupoletta”, segno  della perfetta riuscita dei Muffin ai Mirtilli.

Colazione o merenda? Scegliete voi!