Archivi categoria: salse

Pesto di zucchine

Pesto di zucchine : dopo quello classico è il più usato a casa mia, facile e veloce risolve molte situazioni ed è buonissimo in ogni stagione, ma in estate la consiglio anche per un piatto di pasta fredda. Il pesto di zucchine oltre al classico abbinamento con la pasta si adatta benissimo su crostini o può accompagnare egregiamente le classiche fettine di carne  o farcire rotolini di roast-beef o di bresaola. Ma confido nella vostra fantasia una volta che lo avrete provato…

Ingredienti

  • 500 g di zucchine
  • 100 g di mandorle pelate
  • 1 piccolo spicchio d’aglio se gradito
  • 50 g di pecorino grattugiato
  • 75 g di parmigiano grattugiato
  • 10 foglie di basilico
  • 4 foglie di menta
  • sale Q.B.
  • pepe Q.B.
  • Olio EVO Q.B.

Preparazione

Lavare e spuntare le zucchine, tagliarle a bastoncini o tagliarle a julienne, salarle e metterle a perdere la loro acqua in un colapasta per circa mezz’ora.

Sciacquare le zucchine, metterle in un contenitore idoneo e, coperte da pellicola forata cuocerle nel micronde per 3 minuti. Rimetterle nel colapasta perché perdano eventuale acqua residua e si raffreddino

Mettere in un mixer le mandorle e ridurle in polvere, aggiungere le zucchine e poi i formaggi grattugiati. Azionare il robot e dal foro inserire le foglie di basilico, quelle di menta, l’aglio e l’olio necessario per creare una crema soffice e quasi vellutata

Ecco fatto, il pesto di zucchine è pronto!

un modo delizioso per assaporare il pesto di zucchine è su semplicissime piccole piadine o pizzette bianche

Salsa bechamel o besciamella

La salsa bechamel o meglio conosciuta da noi come besciamella è una salsa di base che pare arrivasse dalla Francia ma utilizzata tanto anche in Italia e in Inghilterra, dove viene chiamata “salsa bianca”. Dona a moltissimi piatti da forno una gradevolissima cremosità ma crea allo stesso tempo una deliziosa crosticina.
Sembra che l’inventore della salsa bechamel o  besciamella sia stato  il marchese di Nointel, Louis de Bechamel, da qui il nome, che per primo nel XVII la utilizzava nelle sue ricette.
Il nome “bechamel”, però, le fu dato solo dopo dal cuoco Francois Pierre de la Varenne, chef delle cucine reali di  Re Luigi XIV, perché faceva parte del suo libro di ricette Le Cuisinier François, dandole questo nome per fare un omaggio  al suo inventore.
Oggi, molti studiosi di origini culinarie sono d’accordo su una plausibile origine Italiana della besciamella: deriverebbe infatti da preparazioni antecedenti già fatte in toscana e quindi sarebbe stata importata in Francia dalla famosa Caterina de’ Medici. Si è diffusa però ad opera del marchese Louis de Bechamel.

Oggi la salsa bechamel o besciamella si trova facilmente sugli scaffali dei supermercati, ma credetemi è veramente facile da fare e sicuramente più buona e più sana.

Ingredienti

  • 500 ml di latte
  • 50 g di burro
  • 50 g di farina 00
  • 3 g di sale
  • noce moscata q.b.
  • pepe q.b.

Procedimento

Scaldare il latte fino a poco prima che raggiunga il bollore.

E qui bisogna puntualizzare le due scuole di pensiero: mescolare latte caldo e roux caldo, oppure roux caldo e latte a temperatura ambiente . Lo shock termico non fa fare i grumi!

In una casseruola sciogliere il burro e poi versare la farina mescolando velocemente con una frusta, questo è quello che si chiama “roux” farlo più o meno tostato conferirà un sapore più deciso o delicato alla salsa.

rouxAppena tutto sarà ben amalgamato e senza grumi versarvi il latte continuando a mescolare. Aggiungere il sale, il pepe appena macinato e una grattatina di noce moscata. Quando si sarà addensata e avrà raggiunto il bollore spegnere

DSCN5286 ed utilizzare per la ricetta che avete deciso di preparare. Così per esempio coprendo delle crespelle……

DSCN5294Se dovete conservare parte o tutta la salsa besciamella coprite con pellicola a contatto perché non faccia la crosticina.

 

Ecco come si presenta dopo la gratinatura al forno

DSCN5299

Salsa Tahina

La salsa tahina è base di semi di sesamo di cui io vado ghiotta, come i torroncini . E’ di origine medio orientale ma viene usata anche in India per fare dei dolci tipici. Noi la useremo per insaporire il famoso hummus di ceci o per il cous cus di verdure o mescolata con patè di verdure per farne ottimi crostini. La aīna è ricca di vitamina E, B, sali minerali come magnesio, silicio, fosforo, zinco e ferro ed inoltre ha un ‘altissima percentuale di calcio. Aiuta anche a mantenere basso il colesterolo e tutelare il fegato oltre che le coronarie. Non bisogna mangiarne molto perché contiene 600 calorie per 100 gr, ma come condimento va benissimo e dà quello sprint in più in molte pietanze. Chiaramente la crema di sesamo si trova in commercio già pronta ma volete confrontarla con quella fatta da noi e che sappiamo ciò che ci mettiamo per prepararla?

 

INGREDIENTI

  • 100 g di sesamo bianco
  • 40 ml di olio di sesamo o di vinaccioli
  • una presa di sale

PROCEDIMENTO

E’ davvero semplice realizzare questa salsina, ma servono pochi e importanti accorgimenti.

Versare i semi in padella del tipo antiaderente e mantenendo il fuoco dolce cuocere i semi per circa 7/8 minuti, mescolando spesso. E’ importante che non prendano colore altrimenti poi la salsa sarà amarognola.

DSCN4002 Trascorso questa tempo mettere i semi nel vaso di un food processor o frullatore che abbiamo raffreddato in freezer con la lama, per evitare che il composto si surriscaldi molto. Azionare il pulsante ad intermittenza per un po’ e poi aggiungere l’olio e il sale.

DSCN4005Continuare azionando la prima velocità fino a quando vedrete che tutto sarà ben amalgamato

Facile no? Ed è anche buonissima…

DSCN4012