Ciambella di albumi all’acqua e cioccolato

Ciambella di albumi all’acqua e cioccolato: Un dolce da preparare in fretta se avete i famigerati albumi che avanzano sempre… Una ciambella davvero soffice e si mantiene tale anche per una settimana se non finisce subito!

 

Ingredienti per uno stampo da 20/22 cm
  • 160 g di albumi a temperatura ambiente
  • 180 g di zucchero semolato
  • 180 ml di acqua minerale naturale
  • 180 g di farina 00
  • 30 g di cacao amaro
  • 100 ml di olio di semi di mais
  • una bustina di lievito per dolci
  • 2 g  di sale
Preparazione:

Mescolate in una ciotola  l’acqua, l’olio e meta’ dello zucchero previsto.

Montate a neve ferma gli albumi aggiungendo a poco a poco l’altra meta’ dello zucchero dopo che gli albumi cominciano a montare.

Unite ai liquidi già mescolati la farina, il cacao ed il lievito setacciati insieme per evitare che si formino i grumi e un cucchiaio alla volta. Mescolate bene con la spatola finche’ non si sarà amalgamato tutto perfettamente.

Se vi piace un sentore di cioccolato più forte potete sostituire il cacao con 100 g di cioccolato fondente fuso a bagnomaria e inserito nell’impasto prima degli albumi.

Unite gli albumi, prima un cucchiaio e mescolate velocemente poi aggiungete tutto il resto mescolando con la spatola e con un movimento rotatorio, dall’alto verso il basso incorporando aria e cercando di non smontare il composto.

Versate l’impasto in uno stampo a ciambella spennellato con lo staccante, o lo create con una ciotolina posizionata al centro

ed infornare a 180° per 35-40 minuti circa.

Prima di tirare fuori dal forno la Ciambella di albumi all’acqua e cioccolato fate la prova stecchino e se sarà cotta lasciatela ancora 10 minuti in forno spento.

Lasciate raffreddare completamente la Ciambella di albumi all’acqua e cioccolato su una gratella e spolveratela con zucchero a velo se lo gradite.

Vi consiglio di accompagnare la vostra Ciambella di albumi all’acqua e cioccolato con un bel cucchiaio di panna montata.

Se volete avere un dolce più godurioso potete rivestire la vostra Ciambella di albumi all’acqua e cioccolato con una glassa come quella di questa altra ricetta 

 

Sformato di verza e patate con besciamella

Sformato di verza e patate con besciamella: Ci sono molti modi per preparare i nostri prodotti dell’orto, cercare di variare spesso è una mia priorità e per questo ho associato la verza bella saporita con besciamella poco incisiva, ma legante, e patate. Non mancano però altre caratterizzazioni come le cipolle e la pancetta affumicata, credo stiano tutti molto bene insieme. Ma andiamo a vedere come combinare il tutto…

Ingredienti per 4/6 persone
  • 1 verza piccola
  • 500 g di patate
  • 500 g di cipolle bianche
  • 500 g di besciamella già pronta
  • 100 g di pancetta affumicata a cubetti
  • 80 g di parmigiano reggiano
  • olio Evo Q.B.
Preparazione

Preparate la besciamella utilizzando la mia ricetta 

Sfogliate la verza e lavatela bene

Sbucciate le patate e affettale a 3 mm di altezza

Portate a bollore una pentola capace di acqua e salatela

Mettete a cuocere le foglie di verza per pochi minuti e scolatele

Nella stessa acqua sbollentate anche le patate e prelevatele delicatamente con un mestolo forato per non romperle

Prelevate dalle foglie di cavolo verza la nervature centrale più coriacea

Mettete in una padella appena oleata le cipolle affettate a rondelle e la pancetta affumicata e cuocete fino a doratura

Tritate la parte che avete asportato alla verza e unitela alle cipolle

Accendete il forno a 200°

Montate adesso il vostro Sformato di verza e patate con besciamella:

Stendete uno strato di besciamella sul fondo della teglia (25X30 circa)

Sistemate un primo strato di patate che velerete con un po’ di besciamella e una spolveratina di parmigiano

Adesso è il turno delle foglie di verza ben allineate, coperte anch’esse di besciamella e formaggio

Distribuite parte dell’intingolo di cipolle, circa un terzo, e procedete così fino alla fine della verza

Ultimate lo Sformato di verza e patate con besciamella con le fettine di patate coperte di besciamella e parmigiano

Infornate e cuocete per circa mezz’ora, fino a completa doratura della crosticina finale.

fate riposare almeno 10 minuti prima di servire il vostro Sformato di verza e patate con besciamella

Lo Sformato di verza e patate con besciamella nasce come contorno ma diventa con una porzione maggiorata un buon piatto unico davvero sostanzioso e delizioso.

Spaghettini integrali prezzemolo e colatura di alici

Spaghettini integrali prezzemolo e colatura di alici: bastano 3 ingredienti fondamentali per questo primo piatto velocissimo da realizzare ma estremamente buono e ricco di sapore, quell’inconfondibile sapore di mare dato dalla colatura di alici. Poiché ho ancora una bottiglietta di questo concentrato di sapore che mi è stato portato da mia sorella proprio da Cetara, piccolo borgo marinaro sulla costiera Amalfitana.

Avevo letto al volo una ricettina di Cristina Galliti e mi era rimasta impressa per la sua semplicità, ho finalmente deciso di provare a rifarla, ci voleva proprio, davvero buona!

Consiglio anche a voi di provare gli Spaghettini integrali prezzemolo e colatura di alici e credetemi la rifarete molte volte per voi e vostri ospiti, farà infatti una bellissima figura anche nel menu di un pranzo ricercato.

Ingredienti per 4 persone
  • un bel mazzo di prezzemolo fresco non trattato, foglie e gambi e se potete anche le radici
  • 320 g di spaghettini integrali
  • acqua gassata ghiacciata
  • Olio extra vergine di oliva
  • Colatura di alici di Cetara
Preparazione

Nell’acqua bollente per la pasta già salata aggiungete qualche gambo di prezzemolo.

Fate cuocere gli spaghettini integrali 3 minuti in meno di quanto previsto sulla confezione.

Nel frattempo utilizzando un mixer ad immersione frullate il prezzemolo già lavato e sminuzzato grossolanamente. Utilizzate l’acqua frizzante necessaria per creare una sorta di emulsione quasi cremosa.

Poco prima di scolare la pasta, lasciando un po’ d’acqua per la mantecazione, mettete in una padella un giro d’olio Evo e cominciate a saltare gli spaghettini aiutandovi con qualche cucchiaio di acqua di cottura.

Spegnete il fuoco e continuate a mantecare con l’emulsione di prezzemolo e ancora un pochino di olio se lo ritenete necessario.

In ultimo insaporite gli spaghettini con un cucchiaino circa di colatura di alici che comunque va centellinata e inserita di goccia in goccia secondo il gusto personale.


Gli Spaghettini integrali prezzemolo e colatura di alici sono pronti e meravigliosamente profumati di mare e sole, ricorda l’estate ma nulla ci vieta di mangiarli anche in inverno, sono talmente buoni!

 

Marmellata di Mandarini Frullati

Marmellata di Mandarini Frullati: Oggi ho provato a fare una marmellata diversa frullando il frutto intero, eliminando solo i semi e la parte centrale leggermente coriacea. Naturalmente ho usato i frutti rigorosamente biologici del nostro albero che ogni anno ci regala una dolcezza sempre gradita. Anche per questa Marmellata di Mandarini Frullati ho usato solo 2 ingredienti, i frutti e lo zucchero!

Ingredienti
  • 1 kg di mandarini con tutta la buccia
  • 800 g di zucchero semolato

Prearazione

Lavate bene, anche strofinando con una spugna abrasiva nuova per eliminare eventuali macchie nere, asciugate i mandarini e tagliateli orizzontalmente per favorire l’eliminazione dei semi, tagliateli poi in quattro senza sbucciarli, eliminate solo quel filo centrale un po’ calloso.

Frullate i pezzi di mandarini in un mixer insieme allo zucchero per un minuto circa, mantenendo una certa granulosità.

Mettete sul fuoco i mandarini con lo zucchero

 mescolando ogni tanto per circa 45 minuti un ora,è possibile che durante la cottura vengano a galla eventuali semi o impurità che bisogna eliminare aiutandosi con una schiumarola.

 

La prova che vi confermerà se la Marmellata di Mandarini Frullati sia pronta si fa lasciando cadere un cucchiaino di marmellata su un piatto inclinato, la goccia non dovrà scivolare velocemente. E’ importante tener conto che la marmellata sarà più densa  dopo il raffreddamento.

Riempite i barattoli già sterilizzati e asciutti, chiudeteli bene, e metteteli capovolti per circa un’ora o anche più perché si crei il vuoto d’aria per la perfetta conservazione della marmellata.

Per la sterilizzazione procedere così: mettere i barattoli già puliti in forno a 85 gradi per 30 minuti. Dopo averli riempiti di confettura potete passare alla pastorizzazione: i barattoli vengono messi a testa in giù sulla placca del forno e lasciati  in forno per 30 minuti ancora a 85 gradi.

 

Con questa marmellata ho dato un sapore deciso ad un’ottima cheesecake

Per la realizzazione della marmellata classica date un’occhiata qui

Cheesecake cremosissima altro che la NY

Cheesecake cremosissima altro che la NY: fatta con ingredienti semplici come crema di formaggio, zucchero, uova, vaniglia e panna.Semplicissima ma straordinariamente buona se amate le torte al formaggio!  Posso garantirvi che questa cheesecake rivaleggia con qualsiasi dolce possiate acquistare in una rinomata pasticceria. Questa Cheesecake estremamente ricca e cremosa può essere congelata ed è perfetta per le occasioni speciali e quindi può essere preparata in anticipo senza affanno.

Ploughman’s Scones-Ricetta Inglese

Ploughman’s Scones-Ricetta Inglese: Avete mai provato gli scones? Tipico paninetto, se così possiamo chamarlo,che gli inglesi consumano nel loro “spuntino” delle cinque con tè più o meno aromatizzati. E’ la parte salata del loro rito del pomeriggio, questa è una variante con cipolline e formaggio, saporiti e morbidi pronti per essere farciti con crema di formaggio o i diversi chutney  di provenienza indiana.

Altre due varianti di scones potete trovarli in questo articolo

Io li ho amati moltissimo ringrazio Mag di Mtc per avermi dato modo di prepararli.

 

Ingredienti per 10/12 scones
  •  450 g di farina autolievitante
  • 2 cucchiaini di lievito in polvere per torte salate
  • 1 cucchiaio di zucchero semolato
  • 115 g di burro a cubetti
  • 230 g di Cheddar maturo grattugiato
  • 1 mela, sbucciata e tagliata a dadini
  • 4 o 5 cipolline in salamoia, tritate grossolanamente
  • 1 pizzico di sale e 1 di pepe nero macinato fresco
  • 1 uovo medio
  • Circa 200 ml di latte e Q.B. per la lucidatura finale

 

Preparazione

 Preriscaldate il forno a 190 °.

Rivestite una teglia con carta forno.

Setacciate la farina, il lievito e lo zucchero in una ciotola, o anche direttamente su una spianatoia.

Aggiungete il burro e lavorate con la punta delle dita fino a quando il composto non somiglierà a piccole briciole.

Mescolate alle briciole la maggior parte del formaggio (lasciatene un po’ un po’ per la decorazione degli scones), la mela, le cipolline, sale e pepe, quindi aggiungete l’uovo e il latte necessario per ottenere un impasto morbido.

Rivoltate l’impasto su una spianatoia leggermente infarinata e stendetelo a circa 4 cm di spessore.

Utilizzate un tagliapasta di circa 6/7 cm di diametro per dare forma agli scones.

Impastate leggermente i ritagli e ripetete l’operazione fino ad esaurimento dell’impasto.

Mettete sulla teglia gli scones. Spennellate le parti superiori con il latte e cospargete con un po’ di formaggio grattugiato.

Cuocere per 15-20 minuti fino a doratura.

I Ploughman’s Scones-ricetta Inglese sono ottimi serviti con crema di formaggio aromatizzata alle erbe o con i vostri chutney preferiti e io direi anche con i nostri meravigliosi salumi!

 

Pasta fresca ai fiori di rosmarino

Pasta fresca ai fiori di rosmarino: cosa c’è di meglio da fare in cucina se non impastare una ottima e profumata pasta fresca? Oggi dopo aver visto la mia pianta di rosmarino ricca di infiorescenze di quel delicato tono di colore azzurro che tende al lavanda, ho avuto un guizzo, perché non preparare una pasta fresca quasi rustica con quel delicato profumo che rilasciano questi delicati fiori?

 

Ingredienti per 4 persone
  • 200 g di semola rimacinata
  • 200 g di farina 0
  • 4 uova intere
  • 2 cucchiai di olio EVO
  • 1 cucchiaino di sale fino
  • 1 manciata di fiori di rosmarino appena raccolti
Preparazione

Se avete una impastatrice utilizzatela pure, farete meno fatica per realizzare la Pasta fresca ai fiori di rosmarino!

Su un piano di legno o di marmo fate la classica fontana con le farine già setacciate e miscelate.

Nel buco centrale rompete le uova e aggiungete l’olio e il sale.

Sbattete con una forchetta i liquidi e cominciate a far assorbire la farina piano piano, cominciate ad impastare fino ad ottenere un impasto bello omogeneo e compatto.

Lasciate riposare per almeno mezz’ora il panetto ottenuto ben coperto da un panno umido o avvolto nella pellicola.

Tirate la sfoglia a mano o con la macchinetta,

già alla prima stesura tra uno strato e l’altro inserite via via  i fiorellini di rosmarino fino al penultimo buco per lasciare la Pasta fresca ai fiori di rosmarino un po’ spessa perché possa trattenere meglio i sapori del liquido in cui cuocerà.

Con una rotella dentata fate delle lasagnette  o maltagliati da cuocere nelle zuppe .

A me è piaciuta molto con i legumi e in particolare con i ceci, un accoppiata vincente!

Topinambur e Patate alle mandorle gratinati

Topinambur e Patate alle mandorle gratinati: questa ricetta preparata da Giuliana Fabris per Passiamole in rivista di MTC mi è talmente piaciuta che l’ho subito preparata e oggi ve la propongo tale e quale senza alcuna variazione. Vi consiglio di prepararla oggi stesso e non ve ne pentirete!

Ingredienti per 4 persone:
  • 700 g di topinambur
  • 500 g di patate
  •  2 cucchiai di farina di mandorle
  • 1 spicchio d’aglio
  • 200 g di formaggio Chèvre
  •  noce moscata grattugiata Q.B.
  • sale Q.B.
  • una noce di burro

Per la crema di mandorle:

  • 80 g di mandorle pelate
  • 250 ml di panna fresca
Preparazione

Preparazione della crema di mandorle:
Tritate in polvere le mandorle in un mixer, mettetele in una ciotolina e aggiungete la panna un po’ per volta mescolando fino ad ottenere una crema densa ma fluida.

Sbucciate sia le patate che i topinambur, lavate e asciugate bene tutto. Affettate gli ortaggi in fettine sottili con una mandolina tenendoli però separati.

Scottate in acqua salata sia le patate che i topinambur, lasciateli cuocere separatamente per qualche minuto e  poi scolateli.

Pelate l’aglio, e strofinatelo sul fondo e sulle pareti della pirofila che userete per la cottura, oppure se volete un sapore più deciso tritatelo e lasciatelo sul fondo.

Spargete anche qualche fiocchetto di burro sul fondo.

Fate uno strato di topinambur, aggiungete la crema di mandorle stendendola bene su tutto lo strato, poi regolate con un pizzico di noce moscata e un pochino di sale,  coprite tutto con uno strato di patate, spalmate di nuovo un pochino di crema di mandorle e continuate fino ad esaurimento degli ingredienti alternando sempre le patate ai topinambur e la crema di mandorle.
Finite con un altro pizzico di noce moscata.

Mettete in forno già caldo a 200° ventilato e lasciate cuocere per circa 30 minuti.

Togliete la teglia dal forno e distribuite sulla superficie il formaggio Chèvre tagliato a fettine non troppo sottili.

Spolverate la superficie con la farina di mandorle e rimettete in forno ancora per 10 minuti,  fino a quando si sarà formata una crosticina dorata.


Servite ben caldo per assaporare al meglio i nostri Topinambur e Patate alle mandorle gratinati.

Muffin light con yogurt alla frutta

Muffin light con yogurt alla frutta: Avete poco tempo ma volete preparare una semplice ma golosa colazione per i vostri cari? Questa è la soluzione migliore, dolcetti deliziosi badando a non esagerare con i grassi  che fa tanto bene alla nostra salute e a quella dei nostri cari. Anche se vi arrivano in casa tutti gli amichetti dei vostri bambini avrete a portata di mano una dolce merenda con poco sforzo e in meno di 5 minuti. Vi ho convinto a provare i miei Muffin light con yogurt alla frutta?

 

INGREDIENTI per 9 muffins

  • uovo medio
  • 100 g di zucchero semolato
  • 75 ml di olio di riso o di mais
  • 125 g di yogurt alla pesca light
  • 200 g di farina 00
  • g di cremor tartaro
  • g di bicarbonato
  • zucchero di canna Q.B.

PREPARAZIONE

Accendete il forno a 180°
Mescolate in una ciotola lo zucchero, la farina già setacciata, il cremor tartaro e il bicarbonato.
In un’altra ciotolina unire l’uovo, l’olio di riso, lo yogurt e amalgamate bene.
Unite adesso i due composti e mescolate  fino ad ottenere un composto omogeneo.
Versate l’impasto nei pirottini, posizionati negli stampi da muffins, e decorate la superficie con una bella spolverata di zucchero di canna o semolato per ottenere quella bella e croccante crosticina che li contraddistingue dopo la cottura.
Cuocete in forno già caldo  per 20 min.
Naturalmente potete utilizzare qualunque yougurt alla frutta, non esclusivamente alla pesca, quello che più vi piace o che vi trovate in frigo quando decidete di fare questi salutari muffin light con yogurt alla frutta.
I vostri bambini vi ringrazieranno per avere preparato questi soffici e deliziosi dolcetti!
Vi consiglio di provare anche queste varianti:
https://blog.giallozafferano.it/irene57/muffin-con-ricco-profumo-di-cocco-e-fragole/
https://blog.giallozafferano.it/irene57/muffin-profumo-di-vaniglia-e-mandarino/
https://blog.giallozafferano.it/irene57/muffin-cioccoarancia/
https://blog.giallozafferano.it/irene57/muffin-allarancia-frullata/

Calamari grigliati con salsa fresca al pomodoro

Calamari grigliati con salsa fresca al pomodoro: Se avete calamari freschi del nostro meraviglioso Mediterraneo dovete cucinarli in modo semplice e naturale, senza cotture prolungate che rischiano di rendere la loro carne un po’ stoppacciosa. Oggi ho deciso di grigliare velocemente questi bei calamari e accompagnarli con una salsina fresca e saporita.

Ingredienti per 4 persone
  • 4 calamari interi
  • una piccola patata già lessata
  • 500 g di pomodori datterini
  • un pugnetto di capperi sotto sale
  • un limone
  • un mazzetto di prezzemolo
  • qualche rametto di menta
  • 1 spicchio d’aglio in camicia
  • 100 ml di olio EVO
  • sale e pepe bianco Q.B.
Preparazione

E’ importante che i calamari siano interi, ben eviscerati e lavati per bene.

Mettete a dissalare i capperi in acqua corrente perché perdano il sale e si gonfino bene.

Incidete con la punta di un coltello solo una parte della sacca dei calamari.

Per facilitare questa operazione bisogna inserire nella sacca del calamaro un coltello e con la punta di un altro coltello fate dei tagli obliqui creando otre che un aspetto estetico molto accattivante anche la migliore cottura possibile. Le fessure dei tagli permetteranno la fuoriuscita del vapore e così il calamaro non si lessa.

Mettete uno spicchio d’aglio in camicia in una larga padella velata di olio EVO e quando sarà ben calda mettete  i calamari, dalla parte incisa, ai quali avrete inserito qualche foglia di menta fresca o in alternativa va bene anche del rosmarino fresco.

Basteranno pochi minuti per lato sia per la sacca che per i tentacoli. Salate appena i calamari dopo la cottura.

Mentre i calamari si stanno grigliando preparate la salsa al pomodoro fresco.

Per preparare i Calamari grigliati con salsa fresca al pomodoro tagliate a cubetti i pomodorini se li trovate in stagione o potete anche utilizzare quelli in barattolo già sminuzzati.

In un contenitore conico inserite la patata già lessata e affettata sottilmente, il prezzemolo,  i capperi e il pepe bianco appena macinato. Se vi piace anche mezzo spicchio di aglio.

Per ultimo aggiungete i pomodorini.

Cominciate ad emulsionare il tutto con un mixer ad immersione aggiungendo l’olio previsto e il succo di limone. Quando tutto sarà omogeneo la salsa è pronta.

Questa salsina per i Calamari grigliati con salsa fresca al pomodoro si può servire a temperatura ambiente nei mesi caldi o nei mesi più freddi passare la salsa al calore dolce per qualche minuto, il sapore non ne risentirà.

 

Pronti a gustare questi deliziosi Calamari grigliati con salsa fresca al pomodoro?