Parfait alla meringa con limone

Parfait alla meringa con limone: dolce preparato per un Keep Kalm di Mtc che ha ricevuto gli applausi da tutti, veramente buono, fresco e leggero. Io vi consiglio di provarlo!

Ingredienti
  • 450 ml di panna fresca
  • 75 g di meringhe pronte
  • 1 cucchiaio di zucchero semolato
  • 1 limone non trattato
  • 2 cucchiai di gin o vodka
  • 5 cucchiai di lemon curd più Q.B. per la decorazione
  • fragole o altra frutta di stagione per accompagnare
Preparazione

Per preparare il Parfait alla meringa con limone foderate uno stampo a cerniera di 20 cm di diametro con carta da forno.

Sbriciolate grossolanamente le meringhe e tenetele da parte.

Montate la panna e, quando avrà raggiunto una consistenza media, aggiungete lo zucchero, montando ancora per pochi secondi fino a quando sarà cremosa e stabile.

Incorporate con una spatola la vodka e la scorza del limone, le meringhe sbriciolate e il lemon curd, con un movimento dall’alto verso il basso per evitare di smontare la panna. Non mescolate troppo: il lemon curd dovrà lasciare delle striature.

Versate il composto nello stampo e livellate bene.

Mettete il Parfait alla meringa con limone in freezer per circa mezz’ora, il tempo sufficiente per indurirsi, dopodichè copritelo con pellicola trasparente e rimette il tutto nel congelatore, per almeno 4 ore.

Estraete il Parfait alla meringa con limone  dal freezer 20 minuti prima di servirlo, sganciate i bordi dello stampo e capovolgetelo sul piatto da portata. Tirate via il fondo e la carta da forno e decorate la superficie della torta a piacere, con frutta fresca e altro lemon curd

Per il lemon curd: fate rapprendere a bagno maria 2 uova intere e 2 tuorli con 100 g di zucchero, 60 g di burro fuso tiepido e il succo e la scorza di tre limoni non trattati. Appena la crema si sarà ispessita, filtratela in un barattolo perfettamente sanificato e chiudete ermeticamente. Il Lemon curd si conserva in frigorifero chiuso per 2 settimane, pochi giorni una volta aperto.

Una vera delizia!

Corona di Riso e Melanzane

Corona di Riso e Melanzane : potete preparare questa scenografica corona anche per un pranzo formale perché si presenta bene, si porziona meglio ed è buonissima, sicuramente avrete applausi a scena aperta!

Non è particolarmente difficile da preparare basta dosare bene i tempi di cottura e preparare un buon risotto al pomodoro con piselli, poi tutto si assembla con facilità.

Ingredienti per 4 persone
  • 200 g di riso carnaroli o quello che preferite per risotti
  • 700 g di passata di pomodoro
  • 250 g di piselli già sbucciati o surgelati
  • 1/2 litro circa di brodo vegetale
  • 2 grandi melanzane viola
  • 60 g di parmigiano grattugiato
  • 60 g di burro
  • 200 g di scamorza
  • 1 costa di sedano
  • 1 cipolla piccola
  • 1-2 carote
  • olio Evo Q.B.
  • sale e pepe Q.B.
Preparazione

Dovete cominciare affettando le melanzane per metterle sotto sale

Preparate dei fogli di carta da cucina o strofinacci puliti per asciugare l’acqua che hanno rilasciato le melanzane per poi friggerle in olio bollente.

Tenete da parte le melanzane fritte e cominciate a preparare il risotto

Fate un battutto per il soffritto con il sedano, carota e cipolla utilizzando metà burro e metà olio EVO

Appena le verdure saranno rosolate aggiungete il riso e fate tostare per un minuto o due

Coprite il riso con la passata di pomodoro e aggiungete i piselli già sbollentati

Tirate il risotto co il brodo vegetale, ma lasciatelo abbastanza al dente

Aggiungete il burro rimasto e mantacate come per un normale risotto

A questo punto aggiungete anche il parmigiano

Preparate lo stampo a ciambella di circa 18/20 cm e foderatelo con le melanzane fritte, coprendo bene l’interno anche vicino al foro debordando un po’

Riempite lo stampo con metà del risotto e su questo sistemate le fettine di scamorza

Ricoprite con il risotto rimasto e girate verso l’interno le fettine di melanzane, coprite con altre se sono rimasti spazi vuoti

Compattate bene e mettete in forno già caldo a 200° per circa 20 minuti

Lasciate stemperare per qualche minuto la vostra Corona di Riso e Melanzane e poi sformatela su un piatto di servizio

 

La Corona di Riso e Melanzane va mangiata bel calda per assaporare bene tutti gli ingredienti, ma soprattutto vedere il formaggio che fila è veramente godurioso.

 

Maschera viso astringente

Maschera viso astringente: Se desideri una pelle compatta, luminosa e libera dalle piccole impurità spremi il succo di un limone e utilizzando un dischetto di cotone applicalo direttamente sul viso per una azione urto. Basterà lasciare in posa per 10 minuti e poi risciacquare dopo dieci minuti con acqua tiepida. Per un attacco urto fatelo per tre volte la prima settimana.

Per mantenere il risultato ottenuto ti consiglio di continuare una volta la settimana con una maschera più soft ma sempre astringente e depurativa senza dimenticare un buon nutrimento.

Mescola bene il succo di un limone con un vasetto di yogurt bianco compatto e spennella la Maschera viso astringente ottenuta sul viso in modo uniforme, evitando naturalmente il contorno occhi.

Lascia in posa per 10-15 minuti la maschera e poi risciacquala con acqua tiepida e dopo con un getto finale di acqua fredda per tonificare.

Con questa maschera otterrete anche un buon effetto schiarente della pelle donando tutta la vitamina C del limone.

Come avete visto l’ho provata personalmente, pelle fantastica!

 

Pasta frolla con mascarpone

La Pasta frolla con mascarpone è senza burro, ma  sarà  friabile e piacevole al palato come vi aspettate dalla classica frolla. Il mascarpone è l’unico grasso dell’impasto che lo rende delicato ma anche  più elastico e quindi anche più facile da lavorare.

Potete utilizzare la Pasta frolla con mascarpone come la classica, preparare crostate, tartellette e biscotti  sarà semplicissimo. Sostituendo una parte di farina con la stessa quantità di farina di frutta secca darete  più carattere e sapore alla vostra frolla.

Ingredienti
  • 250 g Farina 00
  • 125 g Mascarpone
  • 100 g Zucchero
  • Uovo intero
  • 1 pizzico Sale Fino
Preparazione

Mettete nella ciotola della planetaria o anche in mixer, in una ciotola o sulla spianatoia per lavorare a mano l’impasto,la farina, lo zucchero, il pizzico di sale e il mascarpone.

Lavorate il tutto fino ad avere un impasto omogeneo.

A questo punto inserite l’uovo leggermente sbattuto e amalgamatelo bene con gli altri ingredienti; è possibile che sia necessario unire qualche cucchiaio in più di farina secondo la compattezza del mascarpone.

Quando avrete  ottenuto un composto omogeneo, si sarà formata una palla nel mixer, formate di un panetto o un disco e richiudetelo con della pellicola per alimenti. Conservate la Pasta frolla con mascarpone in frigo a rassodare per almeno 30 minuti prima di stendere l’impasto.

Se non utilizzate subito la Pasta frolla con mascarpone non ci sono problemi a congelarla per averla disponibile quando ne avrete bisogno. Sistematela su un vassoio rigido e ben avvolta nella pellicola per alimenti.

Quando la Pasta frolla con mascarpone vi servirà, basterà scongelarla a temperatura ambiente con cieca due ore di anticipo o passarla in frigorifero la sera prima.

Le immagini che avete visto sono per darvi un’idea su come utilizzare la Pasta frolla con mascarpone

Crostata con crema ricotta-panna e fragole

Crostata con crema ricotta-panna e fragole: Una crostata davvero semplice e veloce a partire dalla frolla che invece del burro contiene il mascarpone. La crema non va in forno, si fa a freddo e si farcisce il guscio poco prima di essere servita per non ammorbidire la crosta e mantenere tutta la sua croccantezza anche se devo ammettere che la mia crostata è rimasta qualche giorno in frigo senza ammorbidirsi molto. Aggiungiamo anche un po’ di frutta fresca per dare colore e sapore. Avete voglia di sapere come realizzare questa strepitosa dolcezza? Seguite passo passo la ricetta e ci riuscirete con molta facilità.

Ingredienti per uno stampo da 28 cm
  • 250 g Farina 00
  • 125 g Mascarpone
  • 100 g Zucchero
  • Uovo
  • 1 pizzico Sale Fino
  • 300 g di ricotta di pecora o di bufala
  • 300 ml di panna fresca
  • 50 g di mascarpone
  • 160 g di zucchero a velo vanigliato
  • buccia grattugiata di 2 limoni
  • 600 g di fragole
Preparazione

Mettete nella ciotola della planetaria o anche in un mixer, in una ciotola o sulla spianatoia per lavorare a mano l’impasto, la farina, lo zucchero, il pizzico di sale e il mascarpone.

Lavorate il tutto fino ad avere un impasto omogeneo.

A questo punto inserite prima la buccia grattugiata di un limone e poi l’uovo leggermente sbattuto e amalgamate bene con gli altri ingredienti; è possibile che sia necessario unire qualche cucchiaio in più di farina secondo la compattezza del mascarpone.

Quando avrete  ottenuto un composto omogeneo

formate un panetto o un disco e richiudetelo con della pellicola per alimenti.

Conservate la Pasta frolla con mascarpone in frigo a rassodare per almeno 30 minuti prima di stendere l’impasto.

Nel frattempo che la frolla riposa in frigo dovete preparare la farcitura per la vostra Crostata con crema ricotta-panna e fragole

Setacciate la ricotta di pecora,

mescolate con le fruste elettriche montando un po’ la ricotta

Aggiungete lo zucchero al velo, la buccia del secondo limone grattugiata e il mascarpone

Amalgamate bene il tutto e poi montate la panna fresca che deve essere ben fredda

 

 

Aggiungete al composto di ricotta la panna montata  utilizzando una spatola con un movimento che vada dal basso verso l’alto per non smontare la crema.

Conservate la crema di ricotta e panna in frigo fino al momento dell’utilizzo.

Adesso bisogna stendere la frolla e sistemarla in uno stampo da crostata e fare una cottura in bianco:

Bucherellate la frolla, copritela con carta forno, mettete dei pesi (legumi o sale grosso o anche riso) e procedete con la cottura della frolla in forno già caldo a 180° per 20 minuti. Togliete i pesi dalla frolla e continuate la cottura]per altri 10 minuti, il fondo deve essere bello dorato. Sfornate e aspettate che si raffreddi per bene prima di farcirla.

Con la metà delle fragole fate una sorta di ragout, tanti cubettini che vi serviranno per coprire la base della Crostata con crema ricotta-panna e fragole

Lasciate le fragole più belle e simili per misura per la decorazione.

Sistemate sul fondo della crostata il ragout di fragole

e coprite con la crema di ricotta.

Decorate come meglio preferite la vostra Crostata con crema ricotta-panna e fragole con le fragole rimaste.

Tenete in frigorifero coperta da una campana o pellicola fino al momento di servire.

 

 

Maschere di bellezza con le mele

Maschere di bellezza con le mele: Oggi vi propongo l’utilizzo delle mele per migliorare l’aspetto del vostro viso. Ci sono diverse applicazioni secondo le necessità di ognuno per rinvigorire e far risplendere il vostro incarnato.

La mela in cosmesi
Se volete rassodare la pelle, basta tamponarla con succo di mela appena spremuto con l’estrattore o la centrifuga.

Se volete avere un effetto schiarente bisogna mescolare il succo di mela con il limone.

Se avete bisogno di attenuare le rughe si può preparare ad un’ottima maschera per il viso:  tagliate a pezzetti una mela e fatela  cuocere in mezzo bicchiere di latte, quando si sarà raffreddata fate un impacco sul viso coprendo con una garza per evitare che scivoli. Lasciate sul viso per almeno 20 minuti, poi risciacquate con acqua tiepida.

Per ottenere un effetto “tonico”, basterà applicare alcune fette di mela cruda sul viso e lasciarle in posa per 45 minuti.

Se volete risvegliare il colorito  o la pelle del vostro viso vi sembra un po’ secca preparate una maschera a base di mele grattugiate e yogurt in parti uguali.

Utilizzate la mela cotogna o la mela annurca per contrastare l’invecchiamento della pelle ed idratare, combattendo l’insorgenza delle rughe, queste varietà in particolare sono  in grado di rivitalizzare l’epidermide, idratandola, tonificandola e svolgendo un’azione antirughe.

Basta applicare una mela bio frullata con il succo di mezzo limone e 2 cucchiaini di olio di germe di grano. Lasciate in posa per 15 minuti e sciacquate con acqua tiepida. Da ripetere 3 volte a settimana.

 

Credo di avervi dato buoni suggerimenti del tutto naturali!

 

Rimedio naturale per denti bianchi

Rimedio naturale per denti bianchi: il modo più naturale per rendere i vostri denti più bianchi per l’azione antimacchia dei due ingredienti necessari per realizzare questa “pappetta” da spalmare sui denti.

Mescolate il succo di mezzo limone con un cucchiaio circa di bicarbonato.

Ottenuta la pasta applicatela sui denti utilizzando il vostro spazzolino per distribuirla in modo uniforme.

Lasciate in posa la pasta di bicarbonato e limone per circa un minuto.

Dopo il tempo di posa del vostro rimedio potete anche spazzolare i denti e risciacquare con acqua fresca.

Non lasciate in posa per più di un minuto perché l’acido citrico contenuto nel limone potrebbe intaccare lo smalto dei denti.

Ripetete questo trattamento una volta al giorno per una settimana e i vostri denti risulteranno presto più bianchi e sentirete anche la bocca più fresca e profumata.

Credevo che il sapore fosse cattivo invece sentirete un leggero friccicorio quasi piacevole.

Utilizzando questo Rimedio naturale per denti bianchi i vostri denti vi ringrazieranno!

 

 

 

Carbonara di cavolfiore con le sue foglie arrostite e pinoli

Carbonara di cavolfiore: Volete un abbondante piatto di spaghetti alla carbonara ma senza il guanciale? Date un’occhiata a questa super carbonara vegana con cavolfiore e pinoli. Pronto in meno di un’ora e con meno di 450 calorie.

Ricetta realizzata per MTC per la rubrica KEEP CALM AND WHAT’S FOR DINNER?

 

Ingredienti per 6 persone

 

1 cavolfiore piccolo con foglie

2 spicchi di aglio

3 cucchiai di olio extra vergine d’oliva

4 cucchiai di pinoli

750 ml di brodo vegetale

pepe bianco Q.B.

450 g di spaghetti

 

Preparazione

 

Riscaldate il forno a 200° se statico oppure a 180° se ventilato.

Spennellate le foglie di cavolfiore, già lavate, con 1 cucchiaio di olio EVO e sistematele sulla placca del forno coperta da carta forno. Arrostite le foglie per 10-12 minuti o fino a quando i gambi delle foglie saranno teneri e le foglie un po’ croccanti e scure ai bordi.

 

Tagliate il cavolfiore in cimette e pulite anche il gambo facendolo a tocchetti.

Mettete in una padella alta gli spicchi di aglio con l’olio e lasciateli imbiondire appena,

aggiungete poi il cavolfiore con il brodo.

 Portate a ebollizione, coprite e lasciate cuocere per 15-20 minuti o fino a quando il cavolfiore e l’aglio saranno molto morbidi.

Estraete le cime di cavolfiore e l’aglio dal liquido di cottura, inserite tutto in un frullatore e azionate l’apparecchio, aggiungendo abbastanza liquido di cottura per fare una salsa dalla consistenza cremosa. Versare la crema di cavolfiore ottenuta nuovamente nella padella e regolare con sale e pepe bianco.

Cuocete la pasta come di consueto e una volta scolata saltate con la salsa di cavolfiori.

Servite la vostra carbonara di cavolfiore con le foglie di cavolfiore tostate e i pinoli che avrete già tostato in un padellino.

Se volete restare leggeri, questo è il piatto giusto!

 

Trattamenti fai da te per unghie e capelli

Trattamenti fai da te per unghie e capelli

Vi capita spesso di avere delle unghie non proprio perfette, macchiate da verdure o nicotina o da qualcosa che avete toccato in giardino come piante o terra. Niente paura la natura ci viene in soccorso!

Avrete unghie bianche e lucide strofinandole con semplice succo di limone !

Imbevete  dischetto di cotone nel succo appena spremuto di un limone, strofinate bene insistendo su ogni unghia. Non risciacquate subito, ma lasciate agire per qualche minuto, giusto il tempo di fare svolgere al limone la sua azione sbiancante.

Potete in alternativa tenere a bagno le dita nel succo per qualche minuto.

Per avere unghie forti e spesse è importante una sana alimentazione ed essendo le unghie costituite essenzialmente da proteine, bisognerebbe mangiare carni magre quali il tacchino, il pollo e il manzo.

Mangiare anche molta frutta è fondamentale. I mirtilli per esempio, sono ricchi di  antiossidanti naturali che aiutano a proteggere le cellule del corpo dai danni dei radicali liberi che colpiscono tutte le cellule del corpo, comprese quelle dei capelli e delle unghie. Perfette anche le fragole e i kiwi poiché contengono  una buona dose di vitamina C  che contribuisce alla formazione del collagene, rendono le unghie naturalmente più resistenti. Anche le verdure aiutano ad avere unghie e capelli perfetti: spinaci, broccoli e cavoli sono fondamentali, forniscono al corpo ferro, calcio e acido folico. Prediligete anche pomodori e peperoni per l’alto contenuto di vitamina C. Anche le patate e le  carote vanno consumate spesso  perché sono ricche di Vitamina A, essenziale per mantenere la pelle e le unghie in salute.

Molto utile anche la frutta secca: le mandorle sono un’ottima fonte di proteine e magnesio. Anche i semi di girasole hanno vitamina B6, zinco e vitamina E. Tutti questi minerali e vitamine contribuiscono a rendere le unghie sane e le ossa forti e quindi sono utili per trattare le unghie indebolite. Contengono tracce di manganese e rame, essenziali per la sintesi e la produzione di tessuto connettivo nelle ossa e nella cartilagine.

Vi sembrerà strano, ma anche la birra è un portento perché ricca di silicio, rafforza le unghie come il latte  ricco di calcio e vitamina D. Se si preferisce una dieta a base vegetale potete consumare i fagioli. Sono pieni di biotina come i cereali integrali ricchi anche di silicio e cisteina.

Il succo di limone ci viene in soccorso anche per trattare i nostri capelli

Se volete avere dei capelli lucidi e setosi, dovete fare un impacco di 20 minuti con il succo di limone puro, senza alcun aggiunta di acqua.

Se avete un problema di forfora potete facilmente risolverlo massaggiando il cuoio capelluto con succo di limone appena spremuto prima di fare un normale shampoo

I Trattamenti fai da te per unghie e capelli che abbiamo visto sono davvero semplici ma vi aiuteranno a risolvere questi piccoli problemi estetici.

Sbriciolata di ricotta e marmellata di arance amare

Sbriciolata di ricotta e marmellata di arance amare: Chi non ama le crostate? La sbriciolata ne ha tutto il sapore mantenendo un aspetto più rustico ma anche molto invitante. Le sbriciolate in generale si possono farcire in tanti modi diversi e questa preparazione è veramente golosa soprattutto per chi ama le marmellate di agrumi.

Che aspettate a cominciare?

 

Ingredienti:

Per le briciole di frolla

  • 500 g di farina 00
  • 100 g di mandorle con la pellicina
  • 200 di zucchero semolato
  • 200 di burro freddo
  • la buccia di una arancia
  • 50 ml di succo d’arancia
  • 2 uova medie
  • 1 pizzico di sale
  • 8 g di lievito per dolci

Per la farcitura

  • 700 g di ricotta vaccina
  • 200 g di zucchero semolato
  • 100 ml di succo d’arancia
  • scorza di 1 arancia
  • 300 g di marmellata di arance amare
  • 1 cucchiaio di acqua di fiori d’arancio
  • 10 ml di liquore all’arancia
Preparazione:

Cominciate preparando la “farina” di mandorle:

Mettete le mandorle e 100 g di zucchero in un robot da cucina, fate ridurre in polvere i due componenti.

Procedete adesso con l’impasto della Sbriciolata di ricotta e marmellata di arance amare.

Unite la farina con 100 g di  zucchero e  aggiungete poi le uova, il lievito per dolci, le mandorle tritate, il sale, la buccia e il succo d’arancia e infine il burro freddo tagliato a pezzetti.

Lavorate gli ingredienti con le dita per farli amalgamare ed ottenere un impasto a briciole, questo lavoro si può fare velocemente anche con un mixer.

Quando avrete ottenuto la giusta consistenza, fate riposare il composto in frigorifero per almeno 30 minuti.

Nel frattempo preparate la crema con cui farcire la Sbriciolata di ricotta e marmellata di arance amare: lavorate in planetaria, o con le fruste elettriche, la ricotta e  aggiungete i 200 g di zucchero semolato.

Aromatizzate la crema di ricotta con la scorza grattugiata e il succo d’arancia  mescolando bene. Versate il succo un po’ alla volta controllando che la consistenza della crema non diventi troppo liquida, questo dipende dalla qualità della ricotta.

Scaldate la marmellata con il liquore e aggiungete l’aroma dei fiori d’arancio.

Riprendete l’impasto a briciole e versatene 2/3 in una tortiera da 26/28 cm di diametro precedentemente spennellata con lo staccate o imburrata e infarinata, in alternativa potete foderare lo stampo con carta forno: sistemate le briciole sul fondo in modo che la base della torta sia abbastanza compatta.

 

Distribuite sul fondo di briciole un terzo della marmellata

e poi la crema di ricotta in modo uniforme,

sulla crema versate la marmellata rimanente.

A questo punto ricoprite con le briciole rimanenti.

 

Mettete lo stampo in forno ventilato preriscaldato a 160° per circa 35 minuti, se usate il forno statico a 180° per 40-45 minuti.

Decorate la vostra Sbriciolata di ricotta e marmellata di arance amare con semplice zucchero a velo o con fiori eduli, io ho usato le mie violette appena spuntate e ci stavano davvero bene.

Davvero buona oltre che bella, croccante e cremosa al punto giusto!