Sfogliatella frolla – ricetta tipica napoletana

La sfogliatella frolla è un antichissimo dolce partenopeo nato, come molti altri dolci napoletani, in un convento di suore.

La sfogliatella napoletana può essere riccia o frolla. Oggi prepariamo la sfogliatella frolla, la ricetta più facile da fare in casa e secondo la mia modesta opinione, anche la più buona.

Sfogliatella frolla

Ingredienti :
per la frolla

  • 500 g di farina
  • 200 g di strutto (sostituibile con burro)
  • 150 g di zucchero
  • buccia di limone grattugiata
  • 150 ml di acqua

per il ripieno

    • 150 g di semolino
    • 500 ml di latte intero
    • 200 g di ricotta (da preferire quella di pecora)
    • 200 g di zucchero a velo
    • 50 g di frutta candita
    • 2 tuorli
    • aroma vaniglia
    • 1 pizzico di cannella
    • 1 fialetta aroma millefiori o 2 gocce di fior d’arancio
    • 1 pizzico di sale

In più zucchero a velo quanto basta per spolverizzare le sfogliatelle e un tuorlo battuto con qualche cucchiaio di latte.

Preparazione :

Preparare la pasta frolla come da ricetta base cliccando qui.

In questo impasto al posto delle uova si mette l’acqua ma il procedimento è lo stesso.

Avvolgere l’impasto a palla, coprirlo con pellicola e farlo riposare in frigo per almeno mezz’ora.

In una pentola portate a ebollizione mezzo litro di latte con un pizzico di sale, versate a pioggia il semolino e fatelo cuocere, mescolando continuamente con un cucchiaio di legno. Fatelo raffreddare.

Passate a setaccio la ricotta, unitevi lo zucchero a velo, i due tuorli, la frutta candita tritata, gli aromi e il semolino raffreddato.

Sulla spianatoia stendete la pasta frolla e formate tanti dischi nel cui centro ponete una cucchiaiata di ripieno.

Per facilitarvi il compito posizionate il dischetto su uno stampino di alluminio.

E poi farcite con la crema di semolino.

.

Coprite con un dischetto di pasta.

Capovolgete su un piano di lavoro e tagliate la pasta in eccesso con una rotella dentellata o con un coppa pasta ma anche semplicemente con il bordo di una tazza da latte.

DSCN0846

Collocate le sfogliatelle su una placca foderata con carta forno e spennellatele con il tuorlo battuto insieme a 2 cucchiai di latte.

Fate cuocere le sfogliatelle in forno già caldo a 180° per circa 20 minuti.
Servitele tiepide spolverizzate di zucchero a velo.

Nota: In questa ricetta non ho messo la frutta candita ma l’ho sostituita con la buccia di limone e arancia grattugiata.

Se ti va di diventare fan della mia pagina su facebook ed essere così sempre aggiornato sulle nuove ricette clicca QUI e metti MI PIACE…

Seguimi anche su → Twitter su  → Google+ e su Pinterest e su → Instagram

GRAZIE….TI ASPETTO

Precedente Zuppa di fagioli e cotiche - ricetta economica Successivo Spaghetti con funghi chiodini e pomodorini

43 commenti su “Sfogliatella frolla – ricetta tipica napoletana

  1. rossella il said:

    ciao vorrei provare questa ricetta ma non capisco come preparare la frolla.. mi puoi aiutare per favore? grazie in anticipo..

    • Cara Rossella dovresti sostituire le uova con acqua…questa è la vera ricetta napoletana ma c’è anche qualcuno che fa la frolla normale con le uova….decidi tu 😉

        • Ciao Francesco, si, si chiama pasta frolla corrente, è da una vita che preparo le sfogliatelle con pasta frolla senza uova come mi consigliò un ragazzo che lavorava in pasticceria ma so che c’è pure chi le mette 😉

  2. SigAnn il said:

    Salve … io sono una napoletana alla ricerca delle ricette della tradizione appunto napoletana … e questa ricetta con la presenza dello strutto e la particolarità dell’acqua al posto delle uova … mi da tanto tanto di napoletano verace … la vorrei provare … ho una domanda … quante frolle vengono con questa dose? e tu fai le frolle piccole? perchè dalle foto ho visto che usi degli pirottini di alluminio piccoli.
    garzie in anticipo per il tuo supporto … appena fatte ti faccio sapere …

    • Non sono piccole, più o meno sono grandi come quelle del bar, il pirottino usa e getta è un trucchetto che uso quando non ho preparato il ripieno in anticipo e quindi risulta un pochino morbido, ti consiglio di prepararlo la sera prima e di tenerlo in frigo, così sarà duro e potrai fare anche a meno dei pirottini. Dividi l’impasto in tante pettoline,7-8 circa, metti il ripieno sulla metà e ripieghi l’altra parte su di esso, poi per rifinirle puoi usare sia la rotella tagliapasta sia il bordo di una tazza da latte. Spero di esserti stata di aiuto, e grazie a te…ciao Anna..ti chiami Anna ….vero?

      • SigAnn il said:

        ti ringrazio tantissimo per i consigni …avrei un’altra domanda … come fai a mescolare il semolino con la crema di ricotta e zucchero senza fare grumi?
        grazie ancora per la disponibilità … il mio nome non si intuisce dal nickname … mi presento … mi chiamo Fiorella.

  3. SigAnn il said:

    WOWWWW … frolle fatte!!!!… ne ho fatte 8 e sono venute belle grandi!!! l’unica cosa è che forse le ho fatte cuocere troppo perché il ripieno mi sembra che si sia seccato un pò … io lo ricordo un pò più umido … ed infatti la frolla, che è perfetta per sapore come da tradizione, non si è ammorbidita ma è rimasta un pò duretta… tutto ciò forse perché le ho cotte per più di 20 minuti… ma non si erano fatte belle dorate … tu che ne pensi?…
    comunque sono buone lo stesso!!! e sono andate già in ufficio con mio marito per deliziare i colleghi non napoletani!! …complimenti veramente per la ricetta e grazie per il supporto … Fiorella
    ps: avrei voluto inviarti la foto ma non so come fare:-(

  4. SigAnn il said:

    scusa un’altra domanda … secondo te si possono preparare la sera prima lasciarle in frigo e cuocerle la mattina dopo?
    per mangiarle calde … o tiepide … grazieeeeeeee

  5. Manuela Melillo il said:

    Ciao,
    che bel sito, complimenti.
    Avrei una domanda: potrei sostituire lo strutto anche con grasso vegetale forse o un miscuglio di grassi/oli?
    E ci hai forse anche gia fatto esperienza?
    Grazie!

    • Non saprei, Manuela, io le ho sempre preparato con lo strutto home made…prova e fammi sapere come ti vengono.
      Ciao e grazie per i complimenti e la visita 😉

  6. Rober il said:

    Ho seguito la ricetta quasi alla lettera. Ho sostituito lo strutto col burro e l’idea grandiosa delle bucce d’arancia e limone. Sono venute fantastiche. Anche io le ho tenute piú di 20min. Vanno bene conservate in frigo?

    • Scusa se non ho potuto rispondere prima ma credo che non sia necessario metterle in frigo, in ogni caso se vuoi farlo ricordati che poi dovrai passarle un pochino in forno perché calde sono più buone… ciao Rober grazie e torna a trovarmi 😉

  7. sabrina il said:

    Ciao complimenti …secondo te si possono fare altre farciture? Ahimè sono intollerante al latte..:-( grazie

    • Ciao Sabrina, potresti cuocere il semolino sostituendo il latte con acqua oppure usare il latte di riso o di soia, per quanto riguarda la ricotta, se sei intollerante anche al latte di pecora potresti prepararti tu stessa la ricotta con il latte di soia.
      Basta aggiungere del succo di limone al latte in ebollizione…..spero di esserti stata di aiuto…fammi sapere 😉

  8. Italia El Mahgiub il said:

    Ciao. Le tue ricette sono favolose….purtroppo non posso usare prodotti animali e soprattutto di maiale. Spero che sostituire lo strutto con il burro non rovini il sapore. Proverò a fare le sfogliate domani e ti farò sapere. Grazie. Italia

  9. frà il said:

    Vorrei provare questa ricetta, ma dato che non mi piace la ricotta posso sostituirla con il mascarpone?

    • Cara frà, la tua domanda mi ha messo in seria difficoltà, ci ho pensato molto e non saprei consigliarti, la vera sfogliatella si fa con la ricotta ma nessuno ci vieta di sperimentare, magari fai la prova con mezza dose…mi raccomando fammi sapere…anche mio figlio odia la ricotta ! 😉

  10. frà il said:

    Scusa se ti disturbo, ma volevo chiederti se l’aroma fiori d’arancio è uguale alla mille fiori xchè ho trovato fiori d’arancio…ed inoltre volevo chiederti andrebbe bene una bustina di vanillina?aspetto tua risposta…..grazie

      • frà il said:

        Ciao eccomi nuovamente quì….ho sostituito la ricotta con il mascarpone e devo dirti che a me è piaciuto tanto….chiaramente non posso farti la differenza xchè con la ricotta non l’ho mai assaggiata…quindi …potresti provarlo tu e dirmelo tu….l’unica cosa che si sentivano troppo i fiori d’arancio…sarebbe meglio metterne solo qualche goccia e non tutta la fialette….grazie e a presto….

        • La fialetta millefiori che di solito compro è piccola e il profumo è delicato, invece il profumo dei fior d’arancio è più forte e magari la fialetta è pure più grande.. infatti negli ingredienti avevo aggiunto che ne bastavano 2 gocce….cmq domani le provo anch’io con il mascarpone e ti faccio sapere….ciao frà se ti va seguimi anche sulla pagina di Fb… ti metto il link https://www.facebook.com/ProfumoDiGlicineCheArrivaInCucina
          così informiamo anche altre persone che odiano la ricotta 😀

  11. pasquale il said:

    io le congelo crude e poi le metto in forno quando ne ho voglia…prima le faccio scongelare…sono buonissime

  12. jones il said:

    scusate, ma a me sembra che manchi un ingrediente, e cioe’ la cannella in polvere, che da’ un profumo particolare e unico alla sfogliatella. spero che sia una dimenticanza 🙂

  13. Danilo il said:

    Ciao dolcemela, volevo un consiglio. Avevo intenzione di preparare la sola crema che si usa per il ripieno delle sfogliatelle per usarla come accompagnamento al pandoro a Natale, ma ho un dubbio: nella tua ricetta, come in qualsiasi altra ricetta sul web, la crema va cotta in forno insieme alle sfogliatelle, io però dovendo farla da sola, senza le sfogliatelle, come dovrei comportarmi? Penso che cruda non vada bene anche perchè c’è l’uovo dentro, ma secondo te se la devo cuocere come dovrei fare? Spero tu possa aiutarmi, ciao.

    • Ciao Danilo….per la serie ci piace complicarci la vita !!!! Ci sono tante buonissime creme per accompagnare il pandoro ma se a te piace tantissimo il ripieno della sfogliatella la soluzione potrebbe essere la crema inglese, la prepari a parte e poi ci aggiungi il semolino cotto, i canditi, (se ti piacciono) la ricotta e gli aromi. Un solo accorgimento dovresti cuocere il semolino all’ultimo in modo che resti cremoso. Per la crema inglese, se non sai come farla puoi seguire la preparazione della crema inglese alla lavanda…clicca qui https://blog.giallozafferano.it/dolcemela/torta-di-mele-con-crema-alla-lavanda/ naturalmente senza aggiungere i fiori di lavanda.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.