Struffoli o Cicerchiata

Struffoli o Cicerchiata oppure Pignolata? Facendo una ricerca mi sono accorta che si tratta della stessa ricetta, a volte con qualche variazione ma che, semplicemente, viene chiamata in modo diverso nelle varie regioni. E poi, c’è chi dice che è un dolce tipico di Natale e chi dice che è un dolce di Carnevale. Chi avrà ragione? Non lo so, ma io sono giunta ad una conclusione: chiamiamolo Struffoli, Cicerchiata, Pignolata (magari con il tempo salta fuori qualche altro nome 🙂 ) e, soprattutto, prepariamolo quando ci pare!

Struffoli o Cicerchiata
  • DifficoltàMedio
  • CostoBasso
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni8 – 10 persone
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 350 gFarina 00
  • 25 gZucchero
  • 50 gBurro
  • 3Uova
  • 1 cucchiaioLiquore
  • 1Limone (la scorza grattugiata)
  • 1 pizzicoSale

Per friggere e guarnire

  • q.b.Olio di semi d’arachide
  • 250 gMiele
  • 30 gMandorle in scaglie
  • q.b.Ciliegie candite
  • q.b.Codette colorate

Preparazione

  1. Struffoli o Cicerchiata

    Iniziate sciogliendo il burro a bagnomaria, o nel forno a microonde, e lasciatelo intiepidire. Sgusciate le uova e ponetele in una ciotola. Aggiungete lo zucchero, il burro fuso, la scorza grattugiata di un limone, un pizzico di sale e un cucchiaio di liquore (io ho messo il rum) (1); sbattete per qualche minuto con una frusta (2), poi aggiungete la farina, poca per volta, e mescolate con un cucchiaio o una spatola (3). Quando gli ingredienti si saranno un po’ amalgamati fra di loro, iniziate a impastare con una mano (4),

  2. poi versate il composto sul piano di lavoro e impastate fino a quando avrete ottenuto un impasto morbido, liscio e compatto (5). Avvolgete l’impasto con la pellicola e lasciatelo riposare a temperatura ambiente per circa 30 minuti (6).

  3. Trascorso il tempo di riposo riprendete l’impasto e tagliatelo a pezzi con un tarocco o un coltello (7). Lavorando i pezzi uno per volta, create dei bastoncini spessi circa 1 cm, quindi tagliate i bastoncini a pezzetti da 1 cm circa (8), passate rapidamente i pezzetti fra le mani in modo da ottenere delle palline (9) e disponetele su un vassoio rivestito con carta da forno, facendo attenzione a non sovrapporle (10).

  4. Scaldate l’olio di semi in una padella o un tegame; quando l’olio sarà ben caldo immergetevi le palline poche per volta, in modo da non fare abbassare la temperatura dell’olio. Rigiratele spesso per ottenere una cottura uniforme (11) e cuoetele fino a quando saranno leggermente dorate (occorreranno 2-3 minuti). Man mano che le palline sono cotte, estraetele dalla padella con un mestolo forato e adagiatele su un vassoio rivestito con carta assorbente, quindi lasciatele raffreddare (12).

  5. Quando le frittelline saranno fredde sciogliete il miele in un tegame a fuoco basso (13). Quando il miele sarà sciolto, spegnete il fuoco e versate nel tegame le frittelle e le mandorle a lamelle (14), quindi mescolate per amalgamare (15). Lasciate intiepidire per alcuni minuti.

  6. Nel frattempo ungete un bicchiere, nella parte esterna, con un po’ d’olio (16) e posizionatelo nel centro di un piatto da portata. Distribuite gli struffoli intorno al bicchiere e decorate con le ciliegine candite e le codette colorate (17). Lasciate solidificare il miele a temperatura ambiente per circa un’ora, poi rimuovete il bicchiere con delicatezza (18).

  7. Il vostro bel vassoio di struffoli o cicerchiata, o pignolata è pronto per essere servito.

  8. GUARDA IL VIDEO:

Seguimi

Per essere sempre aggiornato sulle ultime novità segui il mio blog su

facebook – Twitter – Pinterest  e/o iscriviti al mio canale YouTube

Torna alla HOME PAGE

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.