Cornetti sfogliati ricetta senza lattosio

Cornetti sfogliati ricetta senza lattosio.
E’ da una vita che voglio preparare i cornetti per le mie colazioni e finalmente ho trovato il tempo per farli. 🙂
Eh già, perchè i cornetti sfogliati, fanno parte di quelle ricette in cui devo essere psicologicamente pronta per farle, se no sbaglio tutto, soprattutto ci vuole uno stato d’animo positivo e la fretta non è sicuramente d’aiuto.

Non vi dirò che sono semplicissimi da fare, almeno per me, che era la prima volta, non lo è stato, ma poi diventa molto più semplice e potete anche congelarli (in fondo alla ricetta vi dirò come fare).

Questi cornetti sfogliati sono senza lattosio, quindi senza burro e latte animale, sono perfetti per tutti, anche per chi come me è intollerante al lattosio. 😉

Cornetti sfogliati ricetta senza lattosio
  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    30 minuti+16 ore lievitazione minuti
  • Cottura:
    18-20 minuti
  • Porzioni:
    circa 16 pezzi
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

Per l’impasto

  • Farina 00 250 g
  • Farina Manitoba 250 g
  • Acqua (temperatura ambiente) 200 g
  • Burro di soia 50 g
  • Zucchero 60 g
  • Lievito di birra fresco 20 g
  • Sale fino 10 g

Per la sfogliatura

  • Burro di soia 250 g

Per la superficie

Preparazione

  1. La sera prima.
    Nella planetaria, montate il gancio, versate la farina setacciata, il lievito sciolto nell’acqua tiepida ed impastate.
    Unite il burro a temperatura ambiente, un pezzo alla volta, ed impastate fino a quando l’impasto sarà lucido, omogeneo, elastico e ben incordato. Unite lo zucchero, il latte di mandorle ed il sale e impastate di nuovo fino all’incordatura.

  2. Mettete l’impasto in una ciotola, coprite con la pellicola e mettete nella parte bassa del frigo, quella più fredda, per 12 ore.

  3. La mattina.
    Tirate fuori dal frigo il burro necessario per la sfogliatura e lasciatelo a temperatura ambiente fino a quando avrà raggiunto la temperatura di 14/15 gradi. Ci vorrà circa 1 ora.

  4. Trascorsa 1 ora, preparate il panetto di burro per fare la sfogliatura.
    Mettete il panetto di burro tra due fogli di carta forno e stendetelo con un matterello fino ad avere un rettangolo grande circa 20×25 cm, con uno spessore di circa 3 mm.
    Durante questa fase il burro deve rimanere consistente, se vedete che si ammorbidisce troppo, rimettete lo in frigo qualche minuto e poi proseguite a stenderlo (potete farlo anche in più volte).

  5. Mettete il foglio di burro ottenuto in frigo e passate a stendere l’impasto.

  6. Togliete l’impasto dal frigo e mettetelo su una spianatoia leggermente infarinata.
    Stendete l’impasto dei cornetti formando un rettangolo, dello spessore di circa 3 mm e le dimensioni devono essere circa 22×50 cm.

  7. Ora prendete il foglio di burro, togliete la carta da forno ed adagiatelo sulla metà inferiore dell’impasto, piegate sul burro la parte superiore dell’impasto e sovrapponete la parte di impasto restante.
    Premete con le dita i bordi della pasta in modo da sigillare il panetto di burro al suo interno e ponetelo in frigo (avvolto nella carta da forno) per 20 minuti.

  8. Ora riprendete l’impasto dal frigo e procedete con le pieghe.

  9. Tirate fuori dal frigo e posizionate il panetto davanti a voi, picchiettare con il mattarello per stendere il burro in modo uniforme e stendetelo in un rettangolo alto 1 cm.

  10. Piegate verso il centro la parte inferiore della sfoglia e ripiegate sopra la parte superiore (piega a portafoglio per farvi capire 😉 ).

  11. Coprite con la pellicola il panetto e mettetelo in frigo per circa 40 minuti. La prima piega è stata fatta.

  12. Trascorso il tempo necessario, tirate fuori il panetto dal frigo e fate altre due pieghe seguendo i passaggi di prima, mettendo in frigo per almeno 40 minuti dopo ogni piega.

  13. Trascorso il tempo necessario, passate a realizzare i vostri cornetti.
    Prendete il panetto dal frigo e stendetelo nel senso della lunghezza sul piano da lavoro leggermente infarinato, dovrete ottenere un rettangolo lungo e stretto di circa 55×25 cm con uno spessore di circa 3 mm.

  14. Una volta ottenuto il rettangolo, tagliate dei triangoli isosceli, alla base devono misurare circa 8 cm.
    Fate un taglio lungo 1 cm al centro della base del triangolo e formate i cornetti arrotolando la pasta su se stessa, partendo dalla base fino ad arrivare alla punta.

  15. Terminate i cornetti lasciando la punta sotto il cornetto in questo modo si terrà una bella forma sia in lievitazione che in cottura.

  16. (1). Mettete i cornetti su una teglia rivestita con un foglio di carta forno, copriteli con la pellicola e fateli lievitare fino al raddoppio (ci vorranno circa 3 ore ad una temperatura di 20° C).

  17. Sbattete il tuorlo d’uovo mescolato col latte e spennellatelo sui cornetti, spolverizzate con lo zucchero di canna la superficie ed infornate nel forno statico a 220° C per 5 minuti, poi abbassare a 190° C e proseguire la cottura per altri 13-15 minuti circa, fino a quando saranno ben dorati in superficie.

  18. Ecco, i cornetti sfogliati ricetta senza lattosio sono pronti per essere gustati sia caldi che freddi e, se volete, potete tagliarli a metà e mettere il ripieno che preferite… Io di solito li riempio con la crema spalmabile alle nocciole e cioccolato fondente! 😉

Note

1. Se non volete mangiare subito i cornetti sfogliati, potete congelarli. Adagiateli su un vassoio, metteteli in freezer e, quando si saranno congelati, metteteli in un sacchetto per alimenti.
Quando avrete voglia di mangiarli, basta tirarli fuori dal freezer la sera prima (o 6 ore prima) e procedete con la seconda lievitazione seguendo le indicazioni nella ricetta (1).

2. I miei cornetti sfogliati ricetta senza lattosio, sono il risultato di varie prove e ricerche, mi sono basata sulla ricetta dei cornetti sfogliati di “Iginio Massari” adattandola secondo i miei gusti ed esigenze.

3. Ci tengo molto a darvi questo piccolo, ma prezioso consiglio.
Io, per la preparazione dei cornetti sfogliati ricetta senza lattosio, ho preferito usare prodotti (ove possibile) sicuri della provenienza e/o provenienti da agricoltura biologica, perchè per una vita sana è sempre meglio essere prudenti e controllare la provenienza degli alimenti che consumiamo. 😉

Se vi piacciono le mie ricette seguitemi anche sulla mia pagina facebook:  Carmencita da leccarsi le dita

Precedente Migliaccio napoletano ricetta Successivo Biscotti cocco e lime

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.