Crea sito

Parigina all’ombra del Vesuvio.

Parigina all’ombra del Vesuvio.

Parigina all'ombra del Vesuvio.Non fatevi ingannare dal nome, con la Francia non hà nulla da spartire, si racconta  che nel dialetto napoletano la parigina veniva chiamata  “ pa’ regina” .

Secondo la leggenda sembra che questa pizza, fatta con due strati di pasta stesa e con al centro un ripieno fatto di pomodoro, prosciutto cotto e provola, sia stata preparata per una sovrana del regno delle due sicilie.

La parigina e un ibrido tra pizza napoletana e pasta sfoglia, negli anni ’70 nella rosticceria di Sant’Antonio di Afragola, fù utilizzata per la prima volta come copertura la pasta sfoglia, ebbe un successo da subito e oggi e un altro classico della cucina napoletana

 

******************* INGREDIENTI ******************

300 gr pasta per pizza ( vedi qui)

1 rotolo di pasta sfoglia

200 gr di prosciutto cotto

200 gr di passata di pomodoro

200 gr pancetta

200 gr mozzarella

150 gr di zucchine

1 rosso d’uovo 

Sale q.b

********************** PROCEDO ***********************

Incomincio a stendere l’impasto della pizza (Foto 01), aggiungo la passata di pomodoro (Foto 02) e distribuisco le fette di prosciutto, quelle di pancetta (Foto 03)

Parigina all'ombra del Vesuvio.e le zucchine fritte precedentemente (Foto 04), ricopro il tutto con della buona mozzarella(Foto 05)  anche se nella versione originale si usa la provola.

Ricopro il tutto con la pasta sfoglia(Foto 06).

Parigina all'ombra del Vesuvio.Spennello la sfoglia con il rosso d’uovo(Foto 07) e inforno a 175° per circa 20 minuti(Foto 08), ma meglio sempre controllare visivamente. Ed ecco a voi la parigina all’ombra del Vesuvio.(Foto 09).

Parigina all'ombra del Vesuvio.Buon appetito e alla prossima ricetta.

Parigina all'ombra del Vesuvio.