Strudel di mele vegan senza zucchero

Strudel di mele vegan senza zucchero. Lo strudel ha origini turche ma è diventato un dolce tipico del Trentino Alto Adige, grazie alle numerose coltivazioni di mele presenti sul suo territorio, che sono l’ingrediente fondamentale del ripieno di questo rotolo di pasta, assieme a uvetta, pinoli e cannella.

Questa ricetta è una versione consapevole e gustosa del dolce tradizionale, realizzata senza ingredienti di origine animale e senza zucchero. La naturale dolcezza delle mele e dell’uvetta è sufficiente per apprezzare il sapore dolce, soprattutto se abbiamo già intrapreso il cammino di disassuefazione dallo zucchero bianco. Questo dolce appagante dal cuore caldo, richiede pochi ingredienti base e molto benefici (frutta oleosa, spezie, frutta disidratata, farine non raffinate…) ed anche la preparazione della pasta è particolarmente semplice… quindi non fatevi mancare lo strudel di mele vegan senza zucchero, perfetto a colazione o come coccola senza nessun senso di colpa, anzi con la serenità di apportare grande beneficio al nostro intero organismo oltre che allo spirito naturalmente 😀

La pasta per strudel o pasta tirata o pasta matta  è una preparazione di base molto simile alla pasta brisè, ma realizzata senza il burro, a cui si aggiunge una minima quantità di olio per ottenere la giusta fragranza. Utilizzata solitamente per realizzare strudel e torte salate come la torta salata di cicoria , la pasta matta viene definita anche “pasta morta” per l’assenza del lievito, basteranno infatti 30 minuti di riposo e potrete utilizzare subito questo impasto per realizzare i vostri manicaretti! Grazie all’aceto otterrete una pasta morbida ed elastica, che senza troppo fatica riuscirete a stendere fino ad ottenere una sfoglia sottilissima… minore sarà lo spessore maggiore sarà il grado di croccantezza! Io l’ho realizzata con farina di farro semintegrale 😀

Strudel di mele vegan senza zucchero

Ingredienti

per la pasta tirata:

  • 150 g di farina di farro o di grano tenero semintegrale (#glutenfree 150 g di farina di riso semintegrale)
  • 1 cucchiaino di aceto di mele
  • 15 g di olio extravergine di oliva o di girasole alto oleico
  • 75 g acqua
  • un pizzico di sale marino integrale

per il ripieno:

  • 600-700 g di mele (golden, renetta… io ho scelto fuji, le mie preferite!)
  • 12 g olio di semi di girasole alto oleico
  • 1 cucchiaino pieno di cannella
  • i semi di 1/2 baccello vaniglia
  • 65 g pangrattato integrale o semintegrale
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • la scorza grattugiata di 1/2 limone bio
  • 1 cucchiaio colmo di pinoli
  • 50 g di uvetta

per la superficie:

  • 1 cucchiaio di olio di semi di girasole alto oleico
  • 1 cucchiaio di latte vegetale (soia, riso, mandorla…)
  • 1 cucchiaio di malto di riso
  • 1 manciata di mandorle in lamella
  • 1 cucchiaio di cocco rapè 

Preparazione dello strudel di mele vegan senza zucchero

Per la pasta tirata: in una ciotola, setacciate la farina e versate l’olio, l’aceto e l’acqua un poco alla volta. Aggiungete il sale e impastate circa 4-5 minuti fino ad ottenere un impasto liscio e molto elastico. L’impasto sarà umido, ma non appiccicoso. Ponetelo in una ciotola leggermente oleata, spennellate con 1/2 cucchiaino di olio e coprite bene con la pellicola. Mettete da parte in un luogo fresco per almeno 30 minuti. La pasta può essere preparata anche 2-3 giorni in anticipo e conservata in frigorifero.

Per il ripieno: sbucciate e tagliate le mele a cubetti non troppo spessi, circa un centimetro di lato. In una padella antiaderente, scaldate l’olio e aggiungete il pangrattato, cannella, vaniglia, le mele a cubetti, il succo di limone e mescolate per qualche minuto. Unite la scorza di limone, i pinoli e l’uvetta ed amalgamate bene e delicatamente. Cuocete per qualche minuto fino a quando le mele saranno ammorbidite. Poi spegnete e lasciate raffreddare.

Posizionatevi su un tavolo o una spianatoia e stendete un paio di fogli di carta forno. Infarinatela leggermente e stendete la pasta molto sottilmente dando la forma di un rettangolo.

Proseguite con le mani, allargando e tirando la pasta, alternate stendendo con le mani e con il matterello. Più sarà sottile l’impasto, migliore sarà il risultato, fate attenzione a non rompere l’impasto prima di riempirlo con le mele.

Quando la pasta sarà completamente stesa, versate il ripieno al centro distribuito sulla lunghezza lasciando un paio di centimetri liberi ai bordi. Arrotolate lo strudel aiutandovi con la carta forno formando un rotolo abbastanza compatto.

Strudel di mele vegan senza zucchero

Richiudete i bordi e fate in modo che la piega di chiusura resti sotto e non visibile. Fate rotolare lo strudel su una teglia da forno.

Mescolate i 3 ingredienti liquidi e spennellate la superficie con un pennello, infine decorate con le mandorle in lamella.

Infornate a 170-180°C per 30-40 minuti, fino a quando apparirà dorato. Togliete dal forno e lasciate riposare 10 minuti prima di servire, cospargendo con il cocco per “imitare” lo zucchero a velo 😀

Strudel di mele vegan senza zucchero

Bibliografia:

  • “La grande via” Berrino-Fontana ed. Mondadori
  • “Medicina da mangiare” Berrino ed. La Grande Via
  • “Il cibo della gratitudine” AA. VV. ed. Terra Nuova
  • “L’apprendista macrobiotico” Dealma Franceschetti ed. Macro
  • “Il sale della vita” Pietro Leeman ed. Mondadori Electa
  • “Cucinare è un atto d’amore” Marco Bianchi ed. Harper
  • “Ventuno giorni per rinascere” Berrino-Lumera-Mariani ed. Mondadori
  • “Ciò che non sai sul cibo e che potrebbe salvarti la vita” Stefano Momentè ed. Il punto d’incontro
  • “The China Study” Colin & Thomas Campbell ed. Macro
  • “La dieta cinese dei sapori” Gabriele Piuri ed. LSWR
  • “I magnifici 20 e le ricette” Marco Bianchi ed. Ponte alle Grazie
  • “Il potere curativo del digiuno” Raffaele e Michael Morelli ed. Mondadori
  • “La felicità ha il sapore della salute” Luigi Fontana ed. Slow Food

Per tornare alla HOME PAGE e cercare altre ricette. Se vuoi essere sempre aggiornato sulle mie ricette inserisci la tua email in SEGUI QUESTO BLOG.
Ti aspetto sulla pagina
Facebook ARYBLUE, risponderò personalmente a tutte le domande, oppure seguimi su Instagram, Twitter o Pinterest !
Grazie della visita e se ti va lascia un commento qui sotto 😀
Articolo e Foto: Copyright ©  All Rights Reserved Aryblue

 

Precedente Gnocchi di cous cous e zucca in salsa di pomodoro Successivo Appunti di Alimentazione Consapevole "La Via del Pane"

Un commento su “Strudel di mele vegan senza zucchero

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.