Crea sito

CREMA PASTICCERA

La crema pasticcera è uno dei pilastri dell’arte dolciaria, utilizzata quasi sempre per farcire dolci e completare deliziose coppe. Si tratta di una crema cotta a base di latte, l’elemento legante la farina e le uova. Di questa crema esistono diverse varianti a seconda delle aggiunte che verranno fatte, per preparare altre creme che prenderanno il nome dell’ingrediente usato. Ad es. crema pasticcera al cioccolato, al caffè, alle nocciole, alle mandorle ecc. Può servire sia per farcire torte ed altri dolci che per insaporire creme al burro in sostituzione delle uova.  

  • DifficoltàMedio
  • CostoBasso
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 100 gFarina
  • 300 gZucchero
  • 8Tuorli
  • 1 lLatte
  • 1Baccello di vaniglia
  • q.b.scorza di limone

Preparazione

crema pasticcera

  1. Ponete sul fuoco in una casseruola ml 900 circa di latte e il baccello di vaniglia. Setacciate la farina lasciandola scendere in una ciotola, unite lo zucchero, un pizzichino di sale e i tuorli badando di asportare anche eventuali “germi”.

  2. Sempre mescolando con una piccola frusta, amalgamate bene gli ingredienti unendo, poco alla volta tutto il latte freddo tenuto da parte e, sempre a piccole dosi, anche tutto quello che avete precedentemente portato a bollore con il baccello di vaniglia e la scorza di limone.

  3. Versate poi il composto nel recipiente che è servito a far bollire il latte, rimettetelo sul fuoco e lasciatevelo, senza mai smettere di mescolare in tutti i sensi, sino a che la crema avrà bollito per due minuti.

  4. Versate la crema in una ciotola, togliete il baccello di vaniglia e la scorza di limone e lasciatela raffreddare mescolandola spesso per evitare che si formi in superficie una pellicina. Se temete di dimenticarvi di mescolarla coprite con la pellicola alimentare a contatto con la crema così facendo la pellicina non si formerà.

CONSIGLI

Se desiderate rendere la crema più profumata potrete aggiungere al latte, oltre alla vaniglia, anche due o tre chicchi di caffè. Quando il latte avrà alzato il bollore toglietelo dal fuoco, ponete sul recipiente un coperchio e lasciatelo stare così per circa dieci-quindici minuti; in questo modo il latte riuscirà particolarmente profumato.

Se avete fretta potrete far raffreddare la crema versandola sul marmo pulitissimo della tavola di cucina, con una spatola lavoratela, stendendola, raccogliendola, ristendendola ecc. Sarà fredda in pochi minuti, poi, sempre con la spatola, raccoglietele e mettetela in una ciotola.  

NOTE

Vi suggerisco di leggere la ricetta della TORTA DELLA NONNA; CROSTATA MERINGATA AL LIMONE; CROSTATINE CON CREMA AL LIMONE

Se questo articolo vi è piaciuto, continuate a seguirmi sulla mia pagina Facebook cliccate  RICOTTA & GRANO e poi mettete MI PIACE per restare sempre aggiornati sulle mie nuove ricette e restare in contatto con me novità e quant’altro. GRAZIE PER L’ATTENZIONE

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.