Crea sito

Sformato di cavolo cinese senza glutine

Lo sformato di cavolo cinese senza glutine è un piatto molto leggero e saporito. Completamente vegetariano, si può servire come aperitivo o antipasto oppure come secondo piatto, con un bel contorno di verdure crude o cotte.

Lo sformato può essere preparato in anticipo in modo da averlo pronto per pranzo o cena quando si arriva di corsa e non si ha tempo a disposizione.

Io ho utilizzato il cavolo cinese che ho trovato, appena raccolto, al mercatino biologico di Sturla a Genova, ma si può utilizzare anche il cavolo verza o cappuccio. Di seguito vi propongo due versioni: quella con il Bimby e quella senza.

Il cavolo cinese (pak choi) è coltivato attualmente anche in Europa. Povero di calorie (19 kcal ogni 100 grammi di prodotto) è ricco di calcio, potassio, proteine, fibre, vitamine A, C, B2 e K. Ha foglie molto croccanti, che ricordano quelle delle bietole e un gusto delicato tendente all’amarognolo.

Una delle mie fissazioni in cucina è cercare di variare il più possibile gli alimenti che consumiamo. Con la frutta e la verdura ci si può sbizzarrire con gusti e colori diversi tra loro che abbelliscono il piatto e ci donano tante sostanza nutritive che fanno bene alla salute.

Quando incontro un ortaggio nuovo non resisto e lo compro. Con il cavolo cinese ho provato a realizzare un classico della mia cucina autunnale ed invernale, lo sformato di cavolo, che questa volta ci è piaciuto ancora di più. L’ho servito con un contorno di fagiolini tenerissimi…

Provare per credere!!!!

Sformato di cavolo cinese
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni6/8
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 450 gCavolo cinese (tagliato a listarelle)
  • 150 gFormaggio tipo caciotta
  • 150 gSalsa di pomodoro
  • 1Uovo
  • 1 spicchioAglio
  • q.b.Olio extravergine d’oliva
  • q.b.Sale fino
  • q.b.Pangrattato senza glutine

Preparazione

Senza Bimby

  1. Sformato di cavolo cinese

    Tritare grossolanamente la caciotta o un formaggio a pasta dura dal sapore non troppo forte.

    In una casseruola mettere olio e aglio e soffriggere un minto, aggiungere il cavolo lavato e tagliato a listarelle e far cuocere a fuoco lento, mescolando di tanto di tanto, per 5 minuti. Aggiugere la salsa di pomodoro, alzare la fiamma per far evaporare l’acqua. Lasciare che la verdura si asciughi un po’. Togliere lo spicchio d’aglio. Far intiepidire.

    In una ciotola mettere il cavolo cotto, l’uovo, il formaggio, il sale e mescolare bene.

    Ungere una teglia (io ne ho usata una in terracotta di 24 cm). versare il composto e cospargere di pangrattato senza glutine. Irrorare con un filo di olio.

    Cuocere in forno statico a 180/200° per 30 minuti o fin quando la superfice non avrà un bel colore dorato.

Con il Bimby

  1. Sformato di cavolo cinese

    Mettere nel boccale la caciotta o un formaggio a pasta dura dal sapore non troppo forte. Tritare 15 sec/vel.5. Mettere da parte.

    Versare nel boccale olio e aglio e cavolo lavato e tagliato a listarelle: 5min/100°/vel.1.

    Aggiungere la salsa di pomodoro e salare quanto basta: 10min/Varoma/vel.1.

    Far intiepidire. Unire il formaggio e l’uovo: 1min/vel3.

    Ungere una teglia (io ne ho usata una in terracotta di 24 cm). versare il composto e cospargere di pangrattato senza glutine. Irrorare con unfilo di olio.


    Cuocere in forno statico a 180/200° per 30 minuti o fin quando la superfice non avrà un bel colore dorato.

Prima di servire

Conservare in frigorifero. Prima di servire metterlo per 5 minuti in forno riscaldato a 100°. Si serve a fette o quadrotti.

Altre ricette e social

Potrebbe interessarvi anche la ricetta di porri e patate in teglia e gli strudel di verza e porri.

Se vi piacciono le mie ricette mi trovate anche su YouTube, Facebook, Instagram, Pinterest, Twitter e Telegram.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata ad Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino.

2 Risposte a “Sformato di cavolo cinese senza glutine”

  1. Ho provato oggi la ricetta, ho usato però la verza perché del mio orto e anche la salsa era la conserva di pomodori dell’orto. 😊 E penso che questi ingredienti rispecchino lo spirito di questo blog!
    Ho seguito passo passo la ricetta e il risultato è stato ottimo! È piaciuta anche ai miei figli che solitamente si tengono a debita distanza dai cavoli 🙄😉😄.
    Grazie Renata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.