Crea sito

Risotto con radicchio trevigiano e gorgonzola

Il risotto con radicchio trevigiano e gorgonzola è uno dei miei preferiti. Anche se vi sarete già accorti che io amo il riso abbinato e cotto in molti modi diversi, questa ricetta è tra le mie preferite. L’amarognolo del radicchio trevigiano si abbina perfettamente al gorgonzola dolce e cremoso, dal tipico sapore leggermente piccante: una coppia perfetta!

A proposito di questo straordinario formaggio, conosciuto in tutto il mondo, lo sapevate che ha origini molto antiche? Alcuni sostengono che il gorgonzola sia stato creato per la prima volta, nella località omonima alle porte di Milano, nell’anno di grazia 879.

Altri, invece, pensano che nacque a Pasturo nella Valsassina, grande centro caseario, dove vi sono particolari grotte naturali con temperatura media costante tra i 6°C ed i 12°C che permette la perfetta riuscita di questo e altri formaggi.

Comunque, indipendentemente dalla sua origine, il gorgonzola è buonissimo ed è perfetto per la mantecatura dei risotti per renderli cremosi e saporiti come questo!

Risotto con radicchio trevigiano e gorgonzola
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni2 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 160 griso Arborio (o Carnaroli o Vialone nano)
  • 1cipollotto fresco
  • 2 cespiradicchio trevigiano
  • 100 ggorgonzola dolce
  • 50 mlvino rosso
  • q.b.sale e pepe
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • q.b.brodo vegetale

Strumenti

  • Tagliere e coltello
  • Risottiera o pentola larga per risotto
  • Cucchiaio di legno
  • Mestolo
  • Pentola per scaldare il brodo

Preparazione

Io e mio marito abbiamo preparato un tutorial buffo per voi. Se volete preparare la ricetta, facendovi due risate cliccate su questo LINK.
  1. Risotto con trevigiana e gorgonzola

    Mettere a scaldare il brodo vegetale.

    Togliere le foglie esterne ammaccate e la base, lavare e tagliare la trevigiana a listarelle. 

    In una risottiera (pentola larga e dalle pareti rialzate), far rosolare per un minuto il cipollotto, pulito e tagliato a fettine con un po’di olio extravergine di oliva. Aggiungere la trevigiana far ammorbidire per tre minuti.

    Unire il riso e un po’ di sale. Mescolare bene e far tostare per uno o due minuti a fuoco vivace.

    Sfumare con il vino bianco (o rosso) e non appena sarà evaporato completamente versare un mestolo di brodo caldo alla volta in modo che il riso lo assorba piano piano cuocendo.

    Mescolare di tanto in tanto, fino a completa cottura del risotto. Ci vorranno circa 13/14 minuti.

    Quando il risotto sarà pronto, spegnere il fuoco, aggiustare di sale e pepe e mantecare con il gorgonzola.

    Lasciare riposare 2 minuti e servire caldo nei piatti.

Varianti e altre ricette

Se vi piace un tocco croccante potete aggiungere dei gherigli di noce spezzettati quando mantecate con il gorgonzola. Se volte cambiare formaggio provate questo risotto anche con il taleggio o, se amate i sapori più delicati, lo stracchino. Inoltre, se non vi piace il colore acceso del vino rosso, va bene sfumare anche con il vino bianco.

Vi piacciono le mie posate barocche? Per cuocere il risotto io uso la risottiera Lagostina.

Se, come a me, vi piacciono i risotti, in questo LINK trovate tutti quelli che ho pubblicato sul blog. Ce ne sono per tutti i gusti. Ho scritto anche un articolo che si chiama 10 regole per un buon risotto.

E se amate il radicchio trevigiano provate anche le crespelle con trevigiana e formaggio.

Se vi piacciono le mie ricette potete seguirmi su  YouTube,  Facebook,  Instagram,   Pinterest,  Twitter   e Telegram. Ma se preferite la forma cartacea ho pubblicato anche il libro La mia politica in cucina. 

In questo contenuto possono essere presenti uno o più link di affiliazione.

4,7 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.