PANINI DI ZUCCA CON SEMI DI ANICE E LIQUIRIZIA

La ricetta di questi meravigliosi panini di zucca la condivido con grande gioia dopo almeno un anno di attesa per realizzarli! Non saprei dire come mai io abbia impiegato così tanto tempo per decidermi, forse distratta da altri progetti o semplicemente perché erano troppo in voga per essere l’ennesima a replicarli! Sarà stata la combinazione di entrambi i fattori a farmi desistere, ma ammetto che ero parecchio invogliata e l’effetto finale mi piaceva parecchio! Ma quello che non sapevo è che sono di una bontà incredibile e adesso mi mordo le mani per non averci provato prima! Studiandoci un pochino, sono riuscita a trovare il giusto equilibrio dei dosaggi che, neanche a dirlo, ho personalizzato secondo i miei gusti ed esigenze! Senza troppa falsa modestia, credo di aver conferito nell’insieme un retrogusto favoloso, un sapore al palato dolce e allo stesso tempo balsamico veramente unico e speciale! Tutto questo grazie all’utilizzo di due ingredienti che ho aggiunto d’ispirazione al momento della messa in opera e di cui non mi pento affatto, anzi, mi faccio da sola i complimenti! Tempo fa, avendo ricevuto in dono una radice essiccata di liquirizia presso la farmacia sotto casa, pensavo che l’unica cosa che avrei potuto farci era l’infusione in acqua calda per delle buone tisane. Ma mi sbagliavo, potevo conferire un gusto particolare ai miei dolci e in questo caso ai miei panini! L’anice corona gradevolmente questo aspetto aromatico, che con la zucca si sposa incredibilmente! Una volta sfornati, un profumo avvolgente farà capolino in cucina per poi inondare tutta la casa. La consistenza leggermente friabile esternamente e soffice dentro grazie alla polpa di zucca, li rende irresistibili! Tuttavia, se non avrete tempo o voglia di cimentarvi a creare queste forme scenografiche, niente paura, potrete benissimo preparare delle semplici pagnotte tonde. Certamente l’effetto visivo verrà a perdersi, ma di sicuro non il gusto, tra i migliori che io abbia mai assaggiato.

  • Tempo di preparazione45 Minuti
  • Tempo di riposo5 Ore
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • CucinaItaliana

Ingredienti:

  • 450 gzucca già pulita (io ho utilizzato la tipologia Butternut)
  • 500 gfarina Manitoba
  • 120 glatte tiepida
  • 10 glievito di birra fresco
  • 50 mlolio extravergine d’oliva
  • 2 cucchiaicurcuma in polvere
  • 1radice essiccata di liquirizia
  • 2 cucchiaisemi di anice
  • 11 gsale
  • 30 gmiele

Preparazione:

  1. Disponete la zucca già privata della buccia a fette non troppo spesse in una teglia rivestita di carta da forno e fate cuocere a forno preriscaldato a 190°C per 30′. Una volta asciugate, dovrete ottenere un peso di c.a 260 gr. (fig. 1).

  2. Disponete le fette in un mixer, irrorate con 50 gr. di latte e frullate pochi secondi (fig. 2).

  3. Dovrete ottenere una purea omogenea (fig. 3).

  4. Nel frattempo, fate intiepidire i rimanenti 70 gr. di latte con 1 cucchiaio di semi di anice e 1/2 radice di liquirizia e lasciate in infusione qualche minuto (fig. 4).

  5. Attivate il lievito di birra con il latte privato della radice di liquirizia, ma non dei semi di anice, insieme al miele. Quindi aggiungetelo nella ciotola della planetaria, dove avrete già aggiunto la farina, l’olio, la purea di zucca e 1 cucchiaio di curcuma in polvere (fig. 5).

  6. Azionate la planetaria con l’accessorio a gancio ad una velocità media per 2′, quando il composto risulterà un po’ più solido, unite infine il sale e continuate la lavorazione (fig. 6).

  7. Lasciate lavorare per almeno altri 12′ fino a quando l’impasto non si sarà staccato dalle pareti della ciotola e si sarà incordarsi al gancio (fig. 7).

  8. Formate una palla, lasciatela dentro la ciotola, copritela con un canovaccio pulito e asciutto e disponetela nel forno spento con luce accesa a lievitare per 2 h (fig. 8).

  9. Trascorso questo tempo, avrà raddoppiato di volume (fig. 9).

  10. Trasferite quindi l’impasto su un piano di lavoro spolverizzato con farina e 1 cucchiaio di curcuma. Stendetelo con le mani, cercando di allargare i lembi e aromatizzatelo con il resto dei semi di anice (fig. 10).

  11. Effettuate le quattro pieghe e fatelo lievitare altre 2 h (fig. 11).

  12. Una volta trascorso questo tempo, formate un panetto e dividetelo in 5 pezzi uguali di circa 200 gr. ciascuno con l’aiuto di un tarocco (fig. 12).

  13. Per ogni pezzo, portate i lembi dell’impasto verso il centro, girandolo in senso orario continuamente (fig. 13).

  14. Ripiegate quindi a formare un salsicciotto, girate l’impasto con il lato più corto verso di voi e arrotolatelo su se stesso (fig. 14).

  15. Pirlate fino a formare di ognuno una palletta tonda. Legatela con lo spago da cucina se vi piace l’idea di realizzare l’effetto zucchetta altrimenti potrete saltare benissimo questo passaggio (fig. 15).

  16. Disponete i panini così formati su una teglia rivestita di carta da forno e coprite con un canovaccio per 1 h ancora, fino al raddoppio del loro volume (fig. 16).

  17. Cuocete quindi in forno preriscaldato a 180°C per c.a 30′ fino a completa doratura. Sfornate e lasciate intiepidire (fig. 17).

  18. Se avrete optato per la versione a forma di zucca, consiglio di spezzettare la restante metà della radice di liquirizia a tocchetti e inserirli al centro dei panini quando sono ancora caldi.

  19. Otterrete un vero effetto scenografico incredibile non credete?

  20. Ecco uno scatto anche del colore della mollica all’interno.

  21. E voilà…i vostri panini di zucca con semi di anice e liquirizia sono pronti per essere gustati!

  22. Buon Appetito dalla cucina di FeFè!

  23. Ultima foto finale promesso, perché erano così belli che non riuscivo a smettere di fotografarli.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

4 Risposte a “PANINI DI ZUCCA CON SEMI DI ANICE E LIQUIRIZIA”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.