Pasta frolla per crostata

Pasta frolla per crostata, la ricetta base per preparare crostate di ogni tipo o altri dolci con la pasta frolla. Ho pensato di farvi conoscere la ricetta della pasta frolla che utilizzo maggiormente per preparare la base della crostata, le dosi di pasta frolla a seconda alla dimensione dello stampo o a seconda del tipo di crostata andrete a fare e anche come preparare la pasta frolla a mano. Me lo avete chiesto in tantissimi.

La pasta frolla per crostata che vi propongo è una frolla che amo particolarmente: è molto semplice, si lavora bene, è elastica al punto giusto e non è appiccicosa. E’ una pasta frolla perfetta sia per crostate di marmellata o crostate di frutta, ecc… Più sotto vi spiegherò anche come preparare una pasta frolla morbida.

Come vi ho detto altre volte ci sono tantissimi tipi di pasta frolla per crostate che derivano dal bilanciamento diverso degli ingredienti principali della pasta frolla: uova, zucchero, farina e burro. Per questo motivo potrete trovare una pasta frolla con uova intere o solo tuorli, con zucchero a velo o zucchero semolato, più o meno burro. Il risultato sarà sempre differente.

Qui sotto troverete la ricetta della mia pasta frolla per crostata preferita, che utilizzo ormai da anni, super testata e che adoro, con tutte le dosi in base allo stampo.

Ricetta pasta frolla per crostata, ricetta base perfetta

Pasta frolla per crostata, ricetta base perfetta

Pasta frolla per crostata: ricetta e preparazione (stampo da 24 cm)

  • 250 g di farina 00
  • 100 g di burro freddo
  • 100 g di zucchero semolato
  • 1 uovo medio
  • 1 pizzico di sale
  • Aromi: scorza di mezzo limone, vaniglia

Le dosi che vi ho indicato qui sopra sono per una crostata semplice con marmellata o altri ripieni (ricotta, crema, ecc..) con le classiche strisce con lo stampo da 24 cm.

Con questa ricetta ho realizzato la Crostata di ricotta e marmellata, le Crostatine alla Nutella e la Crostata alla ricotta e caffè.

Se avete la planetaria (frusta K o a foglia) o un robot da cucina, inserite la farina, lo zucchero, il burro a pezzetti, l’uovo e un pizzico di sale. Se la crostata sarà con frutta, crema o marmellata vi consiglio di aggiungere anche la scorza di mezzo limone non trattato, se no utilizzate mezza bacca di vaniglia o 1 bustina di vanillina. Azionate la macchina ad una velocità media. In poco tempo otterrete la pasta frolla per crostata. Formate una palla, avvolgetela con la pellicola, e fatela riposare in frigorifero per 30 minuti, in modo che il burro ritorni consistente e si riesca a lavorare meglio.

Pasta frolla per crostata con la planetaria

Nella ricetta della pasta frolla per crostata non và il lievito. C’è chi aggiunge 1 cucchiaino per rendere la base più morbida, ma personalmente non lo faccio (se non nel caso della pasta frolla morbida che leggete più sotto).

Pasta frolla a mano

Vi ho preparato un piccolo tutorial per vedere come preparare la pasta frolla a mano. Pensavo non fosse necessario, ma tantissimi di voi mi hanno scritto per avere aiuto in questo senso.

Prendete una scodella e appoggiatela su una bilancia. Azzerate il peso della bilancia e inserite farina, zucchero, sale e il burro a pezzetti, pesando di volta in volta gli ingredienti. Con le mani prendete i vari pezzetti di burro infarinati e schiacciateli tra le mani insieme alla farina, fino ad ottenere un impasto sbriciolato con i pezzetti di burro ormai fusi con la farina.

Pasta frolla per crostata: gli ingredienti

Create una conchetta al centro del composto e aggiungete l’uovo e gli aromi (limone o vaniglia, come vi ho scritto sopra). Con una forchetta sbattete l’uovo, incorporando pian piano la farina che si trova ai lati. In poco tempo il liquido sarà assorbito dalla farina.

Pasta frolla per crostata: l'aggiunta delle uova

Impastate tutto con le mani, cercando di portare il composto verso il centro e di compattarlo.

Pasta frolla a mano

Quando avrete ottenuto una massa consistente, spolverate il piano di lavoro con poca farina e rovesciate l’impasto della crostata.

Pasta frolla per crostata: fase finale

Compattate con il palmo della mano e lavorate ancora fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Formate la palla, avvolgetela con la pellicola trasparente, e mettete in frigorifero per 30 minuti.

Pasta frolla per crostata: il riposo

Guarda poi il tutorial per creare la crostata perfetta: come trasferire la pasta frolla nello stampo da crostata in modo semplice.

Dosi per crostata da 26 cm

  • 300 g di farina
  • 120 g burro freddo
  • 120 g di zucchero
  • 1 uovo medio + 1 tuorlo
  • 1 pizzico di sale
  • Aromi: scorza di mezzo limone o vaniglia

Ecco le dosi della pasta frolla per una crostata con stampo da 26 cm, sempre classica con piccole decorazioni o con le strisce.

Con questa ricetta ho preparato la Crostata semplice alla marmellata e la Crostata con decorazione a cuori.

Pasta frolla per crostata chiusa da 26 cm

  • 500 g di farina 00
  • 2 uova medie
  • 200 g di burro freddo
  • 200 g di zucchero semolato
  • 1 pizzico di sale
  • aromi

Se dovete preparare invece una crostata con doppio strato di pasta frolla, quindi un disco sotto e un disco sopra a copertura, come per la torta della nonna, ecco le dosi giuste. Con questa ricetta ho realizzato la Torta della nonna con crema al cioccolato.

Ricetta Pasta frolla morbida

  • 300 g Farina
  • 130 g Burro
  • 120 g Zucchero
  • 1 Uovo Medio + 1 Tuorlo
  • 1 bustina vanillina
  • 1 cucchiaino Lievito In Polvere Per Dolci
  • 1 pizzico di sale

Se volete realizzare invece una crostata morbida più simile ad una torta che ad una crostata, vi consiglio la pasta frolla morbida con queste dosi che vi ho indicato (stampo da 24 cm, base e strisce o altre decorazioni). In questo caso utilizzo anche il lievito per dolci e inserisco nello stampo uno strato un po’ più spesso di frolla. Con questa ricetta ho realizzato la Crostata di ricotta con gocce di cioccolato.

La pasta frolla morbida per crostate morbide non è da confondere con la base per crostata morbida con stampo furbo (che è una base di torta).

Pasta frolla per cottura cieca o in bianco da 24 cm

  • 200 g di farina 00
  • 100 g di burro
  • 100 g di zucchero
  • 1 uovo medio
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 pizzico di sale

Ultima tipologia: la pasta frolla per crostata con cottura cieca, detta anche cottura in bianco, con stampo da 24 cm. Se vi serve un guscio di pasta frolla da farcire a vostro piacimento con creme che non vengono cotte o per crostate di frutta, potete utilizzare la cottura cieca. Vi basterà stendere la pasta frolla nello stampo, bucherellare il fondo con i rebbi di una forchetta e appoggiare sopra della carta da forno con fagioli secchi o altri legumi, che faranno da peso. Nel dettaglio, potete leggere le varie ricette:

Da provare anche la base per crostata senza cottura per le crostate estive (tipo base per cheesecake).

Pasta frolla per crostate al cacao

Se volete invece creare una base per crostata al cacao, potete sostituire 15 g di farina con il cacao amaro. In genere utilizzo la pasta frolla al cacao del Maestro Montersino, molto morbida e comoda da stendere. L’ho utilizzata per la Crostata al cacao e marmellata e per la Crostata al mascarpone e ciliegie fresche.

Pasta frolla per crostata: conservazione

La pasta frolla per crostata si può conservare in frigorifero per 3 giorni e si può anche congelare. Estraetela dal freezer la sera prima e adagiatela in frigo, in modo che si decongeli con calma.

Pasta frolla per crostata, ricetta base perfetta

* * *

Credo di avervi detto tutto. Non sempre ho usato queste ricette qui sopra. Per esempio per la Crostata ripiena di mele e la Crostata con mele e amaretti ho utilizzato una pasta frolla più ricca e burrosa, che era più adatta. Mentre per la Crostata Sole ho utilizzato una pasta frolla morbidissima e friabile con amido di mais e zucchero a velo.

L’elenco completo con tutte le mie crostate e sbriciolate lo trovate nello speciale CROSTATE SEMPLICI.

Da provare anche:

Se avete domande o dubbi, lasciate un commento qui sotto o scrivetemi nella pagina facebook.

Torna alla HOME PAGE
Per non perdere nessuna ricetta, metti il “mi piace” QUI sulla mia pagina Facebook QUI sul mio profilo Instagram.

Precedente Piselli in padella con pancetta Successivo Bocconcini di pollo impanati

4 commenti su “Pasta frolla per crostata

  1. Ilaria il said:

    Ciao Leyla…scusa il mio essere principiante…nell’impasto a mano della pasta frolla il burro deve essere sempre freddo di frigo come quando si realizza con la planetaria oppure deve essere ammorbidito fuori dal frigo ad esempio per una mezz’ora?
    Grazie infinite e buona giornata 😊

    • Dulcisss in forno il said:

      Il burro và sempre usato freddo per la pasta frolla, perchè si ammorbidisce con il calore della mani. Solo per una più agevole lavorazione, puoi estrarlo 10 minuti prima dal frigo. Ma non ti preoccupare, se lo metti a pezzetti piccoli non avrai problemi, anche se appena uscito dal frigorifero! Buona giornata, Leyla

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.