Pizza fritta pomodorini e cozze

Pizza fritta pomodorini e cozze, un’esplosione di gusto indescrivibile !

La pizza fritta napoletana può essere gustata sia al naturale sia farcita con i più svariati ingredienti, si può spaziare dalla classica pizza fritta con ricotta e salame, a quella farcita con prosciutto e mozzarella, oppure può essere senza farcia ma ricoperta di sugo al pomodoro, con un’abbondante spolverata di parmigiano e una profumata foglia di basilico fresco.

La pizza fritta può essere cotta in forno ma questo impasto raggiunge l’apoteosi di bontà con la frittura. L’impasto che andremo a preparare è quello classico con cui preparo anche le famose montanare, le pizzette fritte e condite con salsa di pomodoro e mozzarella oppure ricotta aggiunti sopra quando le pizze escono dall’olio e ancora calde e fumanti in modo che la mozzarella abbia modo di fondere (per la ricetta clicca → QUI ).

 

Pizza fritta pomodorini e cozze

 

Pizza fritta pomodorini e cozze

Ingredienti per la pasta

  •  500 grammi di farina 00
  • 120 grammi di pasta madre oppure 10 grammi di lievito fresco in panetti
  • 20 grammi di sale
  • 2-3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • acqua tiepida q b (circa 300 grammi)

Ingredienti per la farcia

  • 500 grammi di cozze
  • 300 grammi di pomodorini
  • 250 grammi di mozzarella
  • olio extravergine q b
  • 2 spicchi di aglio
  • prezzemolo e basilico fresco
  • sale q b

 

 

Come preparare la pizza fritta pomodorini e cozze

Preparate un lievitino mettendo il lievito madre o il lievito di birra in una scodella e fatelo sciogliere con un mezzo bicchiere di acqua leggermente tiepida, aggiungete 2-3 cucchiai di farina e incorporatela bene, coprite e fate lievitare per 30 minuti in un luogo caldo.

Passato il tempo mettete sulla spianatoia o in una ciotola grande, il resto della farina a fontana e ponete nel mezzo il lievitino. Fate sciogliere il sale fino in un bicchiere di acqua, aggiungete anche l’olio e versate la miscela al centro della fontana. Lavorate con forza la pasta per una decina di minuti aggiungendo via via altra acqua. La quantità di acqua non può essere mai precisa poiché dipende dalla farina e dalla temperatura quindi regolatevi aggiungendone poca per volta.

Quando l’impasto avrà raggiunto la giusta elasticità terminate dandogli un paio di pieghe. Formate un panetto e mettetelo in una ciotola unta con olio, fateci un taglio a croce che aiuterà la lievitazione e copritelo con un canovaccio umido o con pellicola trasparente.

Intanto preparate il sugo di pomodorini e cozze:In una padella mettete un filo di olio e le cozze già pulite e lavate, aggiungete una manciata di prezzemolo e uno spicchio d’aglio, coprite e fate dischiudere le cozze a fuoco dolce. Una volta aperte eliminate i gusci e recuperate solo il frutto, poi filtrate il liquido che si sarà formato in fondo alla padella.

Fate riscaldare un giro di olio insieme ad uno spicchio d’aglio e, quando inizia a sfrigolare, unite i pomodorini tagliati a metà. Lasciate cuocere per un paio di minuti a fiamma alta mescolando, quindi aggiungete le cozze ed il loro liquido filtrato, aggiungete del prezzemolo tritato e qualche foglia di basilico, lasciate cuocere ancora per qualche minuto a fiamma dolce in modo tale che il sugo s’insaporisca bene. Regolate di sale, quindi spegnete e fate raffreddare.

A lievitazione avvenuta sgonfiate l’impasto e dividetelo in 4 pezzi più o meno dello stesso peso. Prendete ogni singolo pezzo e lavoratelo sulla spianatoia formando una pallina e riponetela su un vassoio infarinato o coperto con carta forno, formate le  palline copritele con un canovaccio e fate lievitare fino al raddoppio. Ci potranno volere, a seconda del lievito usato e della temperatura, circa 2-3 ore.

 

Prendete una pallina e schiacciatela a cominciare dal centro aiutandovi con della farina sotto per non farla attaccare alla spianatoia. Allargatela con le dita senza schiacciare troppo e cercando di mantenere uno spessore uniforme. Versate quindi un cucchiaio di sugo e 3-4 cozze, mettete qualche dadino di mozzarella al centro e chiudete l’impasto su se stesso.

Sigillate bene il calzone premendo forte sui bordi e pressate ripetutamente prima con le dita e poi con i rebbi di una forchetta, dovete chiudere molto bene altrimenti in frittura il calzone si potrebbe aprire.

Mettete l’olio di arachidi in una padella dai bordi alti e quando diventa bollente procedete alla frittura della pizza. Vi consiglio di friggerne una per volta, in questo modo non rischierete di abbassare troppo la temperatura per un fritto croccante e asciutto.

Servite la pizza fritta pomodorini e cozze calda e filante.

 

Pizza fritta farcita cozze e pomodorini

 

 

Pizza fritta pomodorini e cozze

 

 

 
Precedente Sbriciolata di pesche e crema pasticcera Successivo Profiteroles delizia al limone

Lascia un commento