PANBAULETTO CON METODO TANG ZHONG

Print Friendly, PDF & Email
 
Mettere le mani in pasta è una delle cose che mi piace di più! Oggi vi voglio dare una ricetta particolare: il panbauletto con metodo Tang Zhong. Il panbauletto in sè non avrebbe nulla di particolare, ma ciò che lo rende unico è il metodo utilizzato.
 
Il Tang Zhong è una pratica di origine asiatica e più precisamente cinese, un metodo antichissimo ma semplice che rende i lievitati morbidi, elastici e soffici più a lungo. Essenzialmente questo metodo prevede la formazione di un water roux, cioè si mescolano acqua e farina nella proporzione di 5:1 poi si mette sul fuoco fino a raggiungere una temperatura di 65°C. Si formerà in questo modo una sorta di composto colloso e biancastro ottenuto dalla gelidificazione degli amidi della farina. Questo renderà il pane sofficissimo e per lungo tempo. E’ semplicissimo da fare, non vi spaventate, ma provatelo e sentirete che bontà! Ottimo sia da magiare con salumi e formaggi o anche con marmellata e cioccolata.
 
 
 
 
panbauletto con metodo Tang Zhong - nella cucina di laura
 
 
 
 
INGREDIENTI:
 
Per il water roux:
– 25 gr di farina 0
– 125 gr di acqua
 
Per l’impasto:
– 400 gr di farina 0
– 100 gr di farina manitoba
– 125 gr di lievito madre rinfrescato o 10 gr di lievito di birra
– 1 cucchiaino di miele o di malto
– 130 ml di latte
– 100 ml di acqua
– 20 gr di zucchero
– 8 gr di sale fino
– 30 ml di olio evo
 
 
In un piccolo pentolino formiamo il water roux.
Mettete la farina e l’acqua, con una frusta mescolate poi mette il tutto sul fuoco basso e portate ad una temperatura di 65°C sempre mescolando. Se non avete un termometro regolatevi in questo modo: dovrete formare un composto denso, biancastro e dal colore traslucido. Si formerà velocemente. Una volta pronto lasciatelo ben raffreddare.
 
 
 
 
panbauletto con metodo Tang Zhong - nella cucina di laura
 
 
 
 
 
Quando il water roux è pronto e freddo possiamo procedere con l’impasto.
Nel vaso della planetaria mettete l’acqua, il latte ed il lievito e scioglietelo. Aggiungete le due farine, lo zucchero, il sale, il miele (o malto) ed il water roux precedentemente preparato.
 
Lavorate con il gancio a foglia fino ad ottenere un composto uniforme ed elastico. Inizialmente sarà un pò appiccicoso ma lavorandolo piano piano perderò questa caratteristica. Rimarrà comunque morbido.
 
Adesso che il glutine si è formato possiamo aggiungere l’olio. Uniamolo in più volte sempre mescolando e prima di aggiungerne altro facciamo inglobare il precedente. Una volta inserito tutto  l’olio impastiamo ancora 5 minuti.
 
Infarinate un piano di lavoro e rovesciatevi l’impasto. Lavoriamo ancora un pò a mano e poi formiamo una palla che adageremo in una ciotola. Copritela con pellicola e lasciate lievitare fino al raddoppio del volume, circa 4 – 6 ore con il lievito madre, 2 – 3 ore con il lievito di birra.
 
Trascorso il tempo di lievitazione infarinate di nuovo il piano di lavoro e rovesciatevi l’impasto.
Allargatelo con le mani fino ad ottenere un rettangolo con il lato più corto pari alla dimensione del lato più lungo di uno stampo da plumcake.
Partendo dal lato corto arrotolate il rettangolo di impasto, cercate di non lasciare aria all’interno.
 
Ungete con dell’olio lo stampo da plumcake (o foderatelo di carta forno) e adagiatevi il rotolo ottenuto. Spennellate la superficie con dell’olio.
Mettete di nuovo a lievitare in un ambiente caldo l’impasto, dovrà raddoppiare di volume e arrivare ai bordi dello stampo stesso. Serviranno circa 2 ore con il lievito madre, 1 con quello di birra.
 
Quando il pane è pronto spennellatelo di nuovo con dell’olio e cuocetelo in forno caldo preriscaldato a 180°C per circa 40 – 50 minuti. Controllate comunque la cottura in quanto non tutti i forni cuociono allo stesso modo. Se vedete che la superficie colora troppo copritelo con della carta alluminio e portate a cottura.
 
Una volta cotto estraetelo dal forno, lasciatelo freddare 10 minuti nello stampo poi estraetelo e poggiatelo su di una griglia dove dovrà freddare bene.
 
A questo punto il panbauletto con metodo Tang Zhong è pronto per essere mangiato sia con il dolce che con il salato.
 
 
 
 
panbauletto con metodo Tang Zhong - nella cucina di laura
 
panbauletto con metodo Tang Zhong - nella cucina di laura
 
 
 
 
Seguimi anche su Facebook, clicca mi piace alla pagina e resteremo in contatto! Inoltre iscrivendovi al  canale YouTube  resterete aggiornati anche sulle nuove video ricette! Ci conto!! :)
 

Share this nice post:

6 Risposte a “PANBAULETTO CON METODO TANG ZHONG”

  1. Prima di tutto devo farti i complimenti per il tuo forum che è fatto molt bene con tante notizie e ricette interessanti…..Ieri ho provato a fare questa prima ricetta e devo dire che questo panbauletto è venuto perfetto…questo mi invoglia ancora di più a provare anche le altre ricette 🙂

    1. ciao Patrizia, i tuoi complimenti mi speronano ad andare a avanti e grazie all’affetto di tutte le persone che come te mi seguono lavoro ancora con più gioia! 😀 il panbauletto è troppo buono, sentito che morbidezza!! 😉 se proverai altre ricette fammi sapere! un bacione, Laura

  2. Ciao ho provato questo pane e lo consiglio a chi come me ha dei figli che amano il pane morbido. Questo pane é SU PER LA TI VO !!!!!!!! Ne ho provate tante di ricette ma questa é proprio come quello che si trova al super anzi molto più buona e salutare. Grazie di cuore.:-*

    1. Ciao Michela 😀 ma grazieeee a te!!!!!!!!!! è bello sapere che le mie ricette piacciono e sopratutto che vengono apprezzate anche dai più piccini! anche io lo adoro e da quando l’ho provato non lo mollo più troppo troppo buono!! 😉 grazie del tuo giudizio, mi ha fatto piacere leggere il tuo messaggio. Un bacione, Laura :*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.