Crea sito

Zuppa di riso e lenticchie

Questo è un piatto che ho rivisitato recentemente.
Ho imparato da mia mamma a cucinare la pasta con le lenticchie, spesso me la prepara ancora oggi e devo dire che è davvero buona! 😀
Io ho usato lo stesso e identico procedimento, ma ho sostituito la pasta con il riso, ecco quindi la mia zuppa di riso e lenticchie.
Questo primo piatto è ideale da gustare nei periodi freddi e piovosi, dove si mangia volentieri qualcosa di piacevolmente caldo.
Ottima per la sua facilità di preparazione e non ci vuole neanche tanto tempo per prepararla.

Zuppa di riso e lenticchie

Zuppa di riso e lenticchie

 

Ingrdienti per 2 persone:
– 300 gr di lenticchie;
– 1 aglio;
– 2 cucchiai di salsa di pomodoro;
– olio di oliva extravergine;
– 2 cucchiaini di dado vegetale;
– 1 pizzico di pepe;
– 1 ciuffo di prezzemolo;
– 2 lt di acqua;
– 160 gr di riso ( circa un bicchiere sono due porzioni )

Accompagnamento della zuppa di riso e lenticchie:
– 6 fette di pane casereccio

Prepapazione:
Sbucciate e e spaccate in due l’ aglio. In un tegame, scaldate l’olio e fate soffriggere l’ aglio.

Lavate sotto acqua corrente le lenticchie, aggiungeteli all’ aglio che avete fatto dorare e coprite con i 2 litri di acqua.

Aggiungete i due cucchiai di salsa di pomodoro, i 2 cucchiaini di dado vegetale, il ciuffo di prezzemolo lavato e tritato precedentemente, il pizzico di pepe e lasciate cuocere per 30 minuti circa.

Quando le lenticchie saranno cotte, aggiungete il riso e portatelo a cottura.
Impiattate in piatti da portata ( riscaldati precedentemente ) e portate in tavola la zuppa di riso e lenticchie bella calda.
Servite la zuppa di riso e lenticchie, con un filo di olio di oliva extravergine e fette calde di pane casereccio a parte.

Abbinamento:
Piatto ” Zuppa di riso e lenticchie” vino in abbinamento, rosso Piemonte ” Dolcetto d’ Alba “
Caratteristiche:
La zuppa di riso e lenticchie ha tendenza dolce, succulenza, una buona aromaticità e leggera speziatura. Il vino ha un sapore secco ed equilibrato, discreta acidità e con un tannino un pò rustico, attenuato dalla complessiva morbidezza.

 

 

Se vi piacciono le mie ricette seguitemi anche su facebook:    Carmencita da leccarsi le dita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.