Crea sito

Marron glacés

I marron glacés sono castagne candite di una bontà unica. La preparazione è un po’ lunga e delicata ma, quando li gusterete, capirete che la vostra pazienza è stata ben ripagata. Sono già anni che li preparo e li regalo ai familiari a Natale.
Dopo alcune prove sono riuscita a trovare la ricetta perfetta per realizzarli, anche grazie ai consigli di Adriano trovati sul suo blog Profumo di lievito.

Non abbiate timore di non riuscire in questa piccola impresa, vi assicuro che con un po’ di delicatezza e pazienza, riuscirete a preparare i marron glacés e a stupire i vostri familiari.

Ingredienti

1 kg di marroni
1,5 kg di zucchero semolato
100 g di glucosio liquido
1 stecca di vaniglia (o 2 bustine di vanillina)

Procedimento

Incidiamo i marroni per tutta la sua lunghezza senza spingere troppo per evitare di intaccarli e mettiamoli a bagno per 4 ore in acqua fredda (in questo modo la pellicina interna diventerà morbida e si staccherà più facilmente).

Portiamo una pentola colma d’acqua a ebollizione e tuffiamo dentro una decina di marroni alla volta, quando riprende il bollore facciamoli cuocere per 2 minuti, a fiamma bassa, e iniziamo a pelare quelli che si sono aperti, procediamo così fino alla fine.

Posizioniamo i marroni pelati dentro un cestello per i fritti e facciamoli cuocere per 8/10 minuti in una pentola di acqua che avremo portato a bollore precedentemente. A questo punto saranno pronti per essere immersi nello sciroppo di zucchero

castagne che bollono in acqua

In un tegame capiente mettiamo 1 litro d’acqua, i semini estratti dalla bacca di vaniglia (o la vanillina), 1 kg di zucchero e il glucosio e portiamo a bollore. Immergiamo il cestello con i marroni e facciamo bollire a fuoco molto basso per 5 minuti (dalla ripresa del bollore). Spegniamo e lasciamo in infusione per 24 ore.

castagne che bollonoTrascorse le 24 ore scoliamo i marroni dallo sciroppo estraendo il cestello, portiamolo a bollore e immergiamo i marroni e lasciamo bollire a fuoco basso per 2 minuti. Spegniamo e lasciamo in infusione per 24 ore.

Ripetiamo l’operazione per altri 5 giorni. Se il liquido dovesse calare e non coprire più i marroni aggiungete acqua e zucchero in proporzione 2:1 (cioè ogni 100 g di zucchero 50 di acqua).

Il settimo giorno, dopo avere fatto bollire i marroni aspettiamo che si intiepidiscano, li sistemiamo su una grata e li facciamo raffreddare.

I vostri marron glacé sono pronti da gustare. Lo sciroppo che rimane potete filtrarlo e utilizzarlo per altre ricette dolci. Io, per esempio, lo utilizzo sui pancake al posto dello sciroppo d’acero oppure sul gelato alla vaniglia.

marron glaces2 def

 

14 Risposte a “Marron glacés”

  1. Non ho mai saputo come si fanno i marron glace! Non sono la mia combinazione preferita di castagna, ma se me ne offrono non dico di no!

  2. Sono belli a vedersi ….non sono i miei dolci preferiti ma questa ricetta mi stuzzica …. e poi concordo con gian che un bel prosecco ci sta proprio bene

  3. Buonissimi i Marron Glacè..e bravissima tu..io ne vado matta mi piacciono troppo ma non ho mai provato a farli..magari con la tua ricetta dettagliata ci provo!!!

  4. Sai io li ho mangiati sono all’interno di dolci, mai da soli! ma ora che ho visto la preparazione sono curiosa, sembrano ottimi! ti faccio i complimenti perchè so che ci vuole tanta pazienza!

  5. mi hai dato una bellissima idea per fare dei regali di Natale,non ci avevo mai pensato a farli in casa,ho sempre pensato che fosse difficile e invece è tutto molto semplice.
    Grazie Simona per il tuo post,presto proverò a farli.

  6. mio papà va matto per questo dolce, quando troviamo le castagne, mia mamma glieli fa altrimenti ci si affida alle migliori marche in vendita

  7. Sei stata proprio brava, anche se dalla ricetta sembra così facile, non credo che sia così! Però giro subito la ricetta a mia mamma, magari ci cimentiamo pure noi!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.