Crea sito

Castagne e marroni, differenze e caratteristiche

Castagne e marroni appartengono alla stessa famiglia ma non sono lo stesso frutto. Molti pensano che i marroni siano castagne grosse ma non è affatto così, sono due frutti diversi con tantissime differenze; nel 1939 esisteva addirittura un decreto Regio che ne definiva le caratteristiche.

Le castagne sono frutti di una pianta selvatica conosciuta nel Medioevo come “albero del pane“, essendo ricche di amidi venivano utilizzate al posto del pane dai poveri che non potevano permettersi altro. Nelle montagne e nella colline, i castagni crescevano spontaneamente e i frutti venivano cucinati in tutti i modi possibili, venivano bollite, arrostite e unite alle zuppe grazie al loro potere saziante oppure venivano essiccate e ridotte in farina per realizzare altre preparazioni.

I marroni sono frutti di una pianta coltivata, nel tempo la pianta selvatica delle castagne è stata migliorata grazie a potature e innesti dando vita a nuove piante di ottima qualità.

E ora scopriamo le differenze tra castagne e marroni

castagne e marroni

    1. Il riccio: un riccio della castagna può contenere fino a 7 frutti mentre quello del marrone può contenere al massimo 3 frutti.

      La buccia: quella del marrone è più chiara, tendente al rossiccio, a volte presenta striature (dipende anche dalla varietà), quella della castagna è più scura, spessa e resistente

    2. Forma e dimensioni: i marroni sono più grossi, regolari e tondeggianti, presentano la classica forma a cuore tipica del marron glacé; le castagne sono più piccole e, spesso, hanno una forma piatta e schiacciata, segno della lotta che hanno dovuto fare all’interno del riccio per trovare spazio.

    3. La pellicola: separa il frutto dalla buccia, nella castagna è più spessa e difficile da eliminare inoltre penetra all’interno della polpa; nel marrone è più sottile e si elimina facilmente dopo la cottura, la polpa infatti è più liscia e regolare.

    4. Cicatrice iliare: è l’area più chiara che si trova alla base del frutto, nella castagna è più rotondeggiante mentre nel marrone ha una forma più rettangolare.

      Il sapore: la castagna è meno saporita e meno dolce, è ottima bollita o arrostita, viene utilizzata per produrre la farina di castagne. Il marrone è più dolce e croccante, è ideale per tutti i tipi di preparazioni e viene utilizzato moltissimo in pasticceria.

    5. Il prezzo: come avrete capito dalle differenze che presentano le castagne costano molto meno dei marroni, quasi la metà.

    6. Da oggi questo frutto delizioso non avrà più segreti per voi e anche al supermercato riuscirete tranquillamente a distinguere le une dalle altre.

    Note

    Ecco alcune ricette che potete realizzare con le castagne e la farina di castagne:

    Castagnaccio, ricetta di famigliaSabadoniCastagne al microonde, pronte in 5 minuti!

    **********************************
    Per consigli sulla realizzazione delle ricette contattatemi su FACEBOOK
    Se vi fa piacere potete seguirmi sui social che preferite (cliccate sulla scritta)
    FACEBOOK – PINTEREST – INSTAGRAM – TWITTER

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.