Crea sito

Risotto semintegrale con i piselli

Il risotto semintegrale con i piselli è una ricetta ottima, leggera e salutare, ideale da gustare nel periodo primaverile quando si trovano i piselli freschi e tenerissimi.

Questi piccoli legumi sono molto utilizzati in cucina per la loro versatilità ma in pochi conoscono le loro proprietà benefiche per la salute del nostro organismo.

Rispetto agli altri legumi (fagioli, ceci e lenticchie), i piselli sono più ricchi di acqua ma molto meno di carboidrati e proteine vegetali. Contengono molti antiossidanti e sono particolarmente leggeri e digeribili. Ricchi di fibra, i piselli aiutano la digestione e il transito intestinale, stimolando la formazione e l’espulsione delle feci. Inoltre per il loro grande contenuto di acqua sono un potente diuretico naturale che aiuta a combattere la ritenzione idrica e il senso di gonfiore. Per questo il li uso molto volentieri!

Nella ricetta li ho voluti abbinare a un riso carnaroli semiintegrale che mantiene una grande ricchezza di principi nutritivi dimezzando i lunghi tempi di cottura di quello integrale. Dal punto di vista nutrizionale, rispetto al riso bianco, è più ricco di fibre proteine vitamine sali minerali e lipidi ed è anche più digeribile. 

Infine, per la mantecatura finale… un po’ di crescenza e il risotto è pronto per essere servito!

Risotto semintegrale con i piselli
  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura23 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 320 griso semintegrale carnaroli
  • 200 gpisellini freschi sgranati
  • 1cipolla bianca o 2 cipollotti freschi
  • Mezzo bicchierevino bianco secco
  • q.b.brodo vegetale
  • q.b.sale
  • 3 cucchiaicrescenza per mantecare
  • q.b.prezzemolo tritato
  • q.b.olio extravergine d’oliva

Strumenti

Preparazione

  1. Risotto semintegrale con i piselli

    In una pentola, scaldare il brodo vegetale (vedi note).

    Tagliare la cipolla a fettine sottili, rosolarla nell’olio senza farla scurire.

    Unire i piselli sgranati e il riso semintegrale, insaporire per un minuto, sfumare con il vino bianco e lasciar evaporare l’alcol.

    Proseguire la cottura bagnando di tanto in tanto con il brodo bollente e farlo assorbire piano piano.

    Il risotto sarà pronto dopo circa 20 minuti e dovrà risultare molto morbido.

    Attenzione: se usate il riso normale la cottura sarà di circa 12/13 minuti.

    Aggiustare di sale, se il caso. Spegnere il fuoco, mantecare con la crescenza e, infine, unire anche prezzemolo tritato (o erba cipollina).

    Servire immediatamente.

Consigli e altre ricette

Ricetta brodo vegetale: bollire per un’ora un litro di acqua con una cipolla, una carota, un gambo di sedano, un pomodorino e sale. Spegnare il fuoco e filtrare.

Per cuocere il risotto io uso la risottiera Lagostina oppure la casseruola in rame Agnelli. Come riso ho utilizzato quello ottimo dell’Azienda Pizzo Foresto e per la mantecatura la crescenza del Caseifico Val d’Aveto dal sapore strordinario di latte fresco.

Se come me, amate i risotti cliccando QUI trovate tutte le mie ricette.

Se vi piacciono le mie ricette potete seguirmi su  YouTube,  Facebook,  Instagram,   Pinterest,  Twitter  e Telegram. Ma se preferite la forma cartacea ho pubblicato anche il libro La mia politica in cucina. 

In questo contenuto sono presenti uno o più link di affiliazione.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.