Acciughe in bianco cotte nella carta forno senza ungere la padella

Le acciughe in bianco cotte nella carta forno senza ungere la padella sono un vero e proprio asso nella manica. Un piatto leggero, digeribile, velocissimo da preparare e buonissimo perchè questo pesce azzurro manterrà intatto tutto il suo sapore.

Questo trucchetto l’ho imparato da poco durante un corso di cucina e sono felicissima di svelarvelo.

Cuocendo dentro un cartoccio di carta forno, le acciughe non disperdono i loro succhi, rimangono molto naturali e con sapore di mare. Con questo metodo di cottura non c’è bisogno di condimenti particolari, a parte un filo di olio, eventualmente, ma non sempre, un po’ di sale. Se vi piace potete aggiungere origano e limone.

Per farli occorrono pochissime attrezzature: carta forno, olio extravergine, un pennello da cucina, una padella, che rimarrà pulita!

Mi raccomando, cercate sempre acciughe belle fresche, possibilmente della pesca artigianale e di cui è possibile conoscerne la filiera. Chiedete informazioni al pescivendolo che vi dirà la zona di provenienza e vi darà altre indicazioni. Chiedete sempre, conoscere è un vostro diritto!

Acciughe cotte nella carta forno senza ungere la padella
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura4 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 600 galici (acciughe) fresche
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • q.b.limone, sale e origano

Strumenti

  • Padella ampia
  • carta da forno
  • Forbici
  • Tagliere e carta assorbente

Preparazione

Guardate anche la videoricetta.
  1. Pesce carta forno 1

    Pulire e preparare le acciughe (vedi video)

    Tenere la testa con due dita, staccarla all’altezza delle branchie, tirandola verso di voi.

    Estrarre ora le interiora con un dito.

    Aprire delicatamente le alici a libro ed togliere la lisca dorsale del pesce.

    Lavarle sotto l’acqua corrente fredda ed asciugarle su di un tagliere tamponandole con carta assorbente.

    Preparare il cartoccio.

    Prendere un foglio di carta forno e spennellarlo con l’olio.

  2. acciughe carta forno

    Adagiarvi sopra i filetti di acciuga.

    Ungere leggermente l’altro foglio. Adagiarlo sul pesce dalla parte unta. Ripiegare i bordi e chiuderlo come mostrato in figura

    Adagiare il pacchetto di carta sul fondo di una padella. Accendere il fuoco e lasciare cuocere due minuti da un lato. Poi rigirare e cuocere altri due minuti dall’altro lato. Il pacchetto gonfierà un po’.

    Aprire il sacchetto. Verificare la cottura, che dipende dalla grandezza delle alici.

    Servire con un filo di olio extravergine e aggiustare di sale (se il caso).

    Io ho aggiunto anche succo di limone e origano. Potete accompagnare con insalata o verdure di stagione. Se vi piace ci sta bene anche un po’ di maionese.

Varianti e altre ricette

In questo modo si possono cucinare tutti i filetti di pesce fresco (che potete farvi sfilettare dal pescivendolo di fiducia): sogliola, orata, branzino e anche i pesci di acqua dolce. Vanno bene anche le fettine sottili di salmone, pesce spada o pescatrice oppure le  sardine aperte, senza testa e lisca centrale.

Guardate tutte le mie ricette con le acciughe, cliccando QUI.

In ricetta ho utilizzato “CARTE NOIRE” olio extra vergine di oliva DOP Riviera Ligure Riviera dei Fiori di Olio ROI.

Se vi piacciono le mie ricette potete seguirmi su  YouTube,  Facebook,  Instagram,   Pinterest,  Twitter  e Telegram. Ma se preferite la forma cartacea ho pubblicato anche il libro La mia politica in cucina. 

In questo contenuto possono essere presenti uno o più link di affiliazione.

4,6 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.