Le Zeppole napoletane o Graffe sono deliziose ciambelle che rimangono sofficissime a lungo e che sono preparate con un impasto lievitato senza patate.

Una ricetta di famiglia che tutti in casa adoriamo, ma soprattutto nostra madre che non manca giorno che ci chieda di prepararle. E la ragione è presto detta: sono semplicissime da preparare sia a mano che con la planetaria, non devono lievitare per tempi lunghissimi come solitamente accade con altri tipi di lievitati e sono di una bontà che potete capire solo assaggiandole.

Tra l’altro regola vuole che i dolci fritti sono buonissimi appena fritti mentre i giorni successivi un po’ meno, ma queste zeppole napoletane sfuggono alla regola generale: rimangono morbide e saporite anche fino a 2 giorni dopo.

Se rimangono soffici ancora più a lungo come capirete non sappiamo dirvelo perché ovviamente sono irresistibili e una zeppola oggi, una domani, amici e parenti che giustamente vogliono assaggiarle (e come dargli torto!) le 20 zeppole che avevamo preparato sono finite in meno di 2 giorni. Motivo in più per tornare a prepararle, non trovate?

Quindi mani in pasta e prepariamo insieme le Zeppole napoletane senza patate!

Zeppole napoletane senza patate
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    3 ore
  • Cottura:
    20 minuti
  • Porzioni:
    20 zeppole
  • Costo:
    Molto Basso

Ingredienti

  • 500 g Farina
  • 250 ml Latte intero
  • 100 g Zucchero
  • 100 g Burro
  • 2 Uova
  • 15 g Lievito di birra fresco (o 5 g di lievito di birra disidratato)
  • 1 Scorza di limone
  • q.b. Cannella in polvere (opzionale)
  • 1 cucchiaio Limoncello (opzionale)
  • q.b. Olio di semi di arachide
  • q.b. Zucchero (per ricoprire le zeppole)

Preparazione

  1. Zeppole napoletane senza patate

    Preparate le Zeppole napoletane senza patate innanzitutto preparando il lievitino: sciogliete il lievito di birra in 100 ml di latte e unitelo a 100 g di farina e 1 cucchiaio di zucchero (entrambe sottratti dal totale degli ingredienti).

  2. Mescolate per amalgamare bene il tutto e coprite la ciotola con un foglio di pellicola trasparente. Lasciate riposare in luogo caldo per 30 minuti.

  3. Trascorso questo tempo potete procedere alla preparazione dell’impasto e per farlo avete due opzioni: impastare tutti gli ingredienti a mano o in planetaria. In questo articolo vi spieghiamo come utilizzare la planetaria e nelle note in fondo all’articolo come realizzare lo stesso impasto a mano.

  4. Riunite nella planetaria il lievito, la farina, lo zucchero, il latte, le uova leggermente sbattute, la buccia grattugiata del limone e il limoncello e la cannella (ovviamente se decidete di usarli).

  5. Montate il gancio a foglia e cominciate ad impastare gli ingredienti finché inizieranno ad amalgamarsi (non ci vorranno più di 5 minuti).

  6. Sostituite il gancio a foglia con il gancio ad uncino e continuate ad impastare aggiungendo man mano il burro morbido a pezzetti.

  7. Continuate a lavorare bene l’impasto finché si staccherà completamente dalle pareti della ciotola e risulterà liscio ed omogeneo.

  8. Trasferite l’impasto su una spianatoia infarinata, formate un panetto e riponetelo in una ciotola leggermente unta coperta con pellicola trasparente. Fate lievitare in luogo caldo e asciutto (l’ideale è il forno spento preriscaldato a non più di 50°) fino al raddoppio (da 1 ora e 30 minuti a 2 ore).

  9. Una volta ottenuto un impasto ben lievitato, stendetelo su una spianatoia leggermente infarinata e ritagliate tante ciambelle utilizzando un coppapasta grande (circa 8 cm di diametro) ed uno più piccolo per il buco al centro (va bene anche il tappo di una bottiglia).

  10. Man mano che formate le Zeppole napoletane adagiatele su teglie rivestite con carta da forno ben distanziate tra loro e lasciatele lievitare per altri 40 minuti nel forno spento.

  11. Riscaldate l’olio di semi in un pentolino dal fondo spesso e dalle pareti alte (deve raggiungere i 170° di temperatura oppure potete verificare che ha raggiunto la giusta temperatura immergendo un pezzettino di impasto che dovrà subito salire a galla e dorarsi senza scurirsi subito).

  12. Ritagliate dei quadrati di carta forno in corrispondenza di ogni zeppola e friggetele nell’olio bollente con la loro carta (che eliminerete dopo qualche istante).

  13. Friggete le Zeppole napoletane senza patate poche alla volta finché saranno dorate, poi scolatele con una schiumarola e, mentre sono ancora calde, rotolatele nello zucchero (con un pizzico di cannella se vi piace).

Simo e Cicci consigliano

  • Per impastare a mano le Zeppole napoletane senza patate Fate fondere il burro e lasciatelo raffreddare. Disponete in una ciotola  la farina a fontana e aggiungete le uova, il burro, lo zucchero, la scorza di limone grattugiata, il limoncello  e il lievito sciolto nel latte. Amalgamate gli ingredienti con le mani e lavorate l’impasto per una ventina di minuti circa finché non si attaccherà più alle mani e impastandolo con forza. Fatelo lievitare in luogo caldo e al coperto finché raddoppia di volume (1 ora e 30 minuti – 2 ore circa).
  • Potete realizzare le Zeppole napoletane anche con 250 g di farina 00 e 250 g di farina Manitoba, utile per i dolci lievitati.
  • Le Zeppole napoletane senza patate sono buonissime appena fritte ma le nostre sono sofficissime e ottime anche 2-3 giorni dopo la frittura.

Da provare anche:

Se volete rimanere aggiornati sulle nostre ricette mettete mi piace alla nostra pagina Facebook e seguiteci su Instagram!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.