Crea sito

Triglie alla livornese

Le Triglie alla livornese sono un secondo piatto della tradizione semplice, veloce da preparare e ricco di gusto.

Un piatto di pesce composto da pochi ingredienti, ma che proprio per questo è importante siano freschi e di qualità. A partire dalle triglie che, a detta dell’ Artusi nel libro “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene”, proprio nella ricetta delle triglie alla livornese, spiega che “la pesca di questo pesce è più facile e più produttiva di giorno che di notte e la sua stagione, quando cioè è più grasso, è… il settembre e l’ottobre.”

Insomma, è questo il periodo giusto per acquistarle e cucinarle in modo semplice e gustoso, come in questa ricetta in cui le triglie vengono cotte in un sugo di pomodoro, aglio e prezzemolo. Per cui, che le prepariate per pranzo o per cena, la scarpetta nel sugo è obbligatoria!

Triglie alla livornese
  • Preparazione: 20 Minuti
  • Cottura: 20 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4 persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • 400 g Triglie
  • 400 g Pomodorini (o pomodori)
  • 1 spicchio Aglio
  • 4 cucchiai Olio extravergine d'oliva
  • 1 ciuffo Prezzemolo
  • Sale
  • Pepe

Preparazione

  1. Triglie alla livornese

    Preparate le Triglie alla livornese sciacquando accuratamente le triglie sotto l’acqua fredda.

  2. Con l’aiuto di un paio di forbici, incidete il ventre, aprite ed evisceratele. Eliminate le pinne ventrali e dorsali, quindi squamatele.

  3. In una padella fate rosolare l’aglio con un filo di olio e il prezzemolo tritato, aggiungete i pomodorini, tagliati a metà e privati dei semi e dell’acqua di vegetazione, mescolate e lasciate cuocere per una decina di minuti, regolando di sale e pepe.

  4. Mettete le triglie in padella e fate cuocere per circa 10 minuti, evitando di girarle nel corso della cottura.

  5. Servite le Triglie alla livornese ben calde spolverizzandole con prezzemolo tritato.

  6. Triglie alla livornese

Simo e Cicci consigliano

  • Consumate subito le Triglie alla livornese o conservatele in frigo per un giorno al massimo.
  • Per realizzare questo piatto potete usare sia le triglie di scoglio che quelle di fango. La differenza sta nel gusto: le triglie di scoglio sono più pregiate e più saporite e si riconoscono dal colore rosso più intenso e dalle leggere striature gialle. Quelle di fango sono meno gustose ma comunque utilizzabili per questa ed altre ricette a base di triglie.

Da provare anche:

Se volete rimanere aggiornati sulle nostre ricette mettete mi piace alla nostra pagina Facebook e seguiteci su Instagram!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.