Crea sito

Kolokythokeftedes

Continuiamo a rimanere in tema di “A cena con il colore”. Vi ricordate che la scorsa settimana vi avevo raccontato di questa bellissima avventura che, insieme alle mie amiche vestite da dee greche, ho affrontato. Il racconto lo potete leggere qui.
Il menù che abbiamo proposto era ovviamente greco, e queste buonissime Kolokythokeftedes, piccole frittelle di zucchine, feta e menta hanno avuto un grande successo! Le hanno gustate anche i giudici, trovandole deliziose. Effettivamente sono golosissime, saporite e sono un buonissimo modo di far mangiare le verdure ai bimbi. (e non solo!)
Nella tradizione gastronomica greca troviamo tantissimi piatti a base di verdure, arricchiti con l’immancabile formaggio Feta, e aromatizzati con tante erbe fresche.
E questo piatto è proprio uno di questi. Per vostra curiosità vi scrivo il nome in greco, impronunciabile, però anche il solo cercare di leggerlo mi trasporta su una spiaggia greca, con un bicchiere di Ouzo in una mano e una frittella nell’altra. Ed eccolo qui: Κολοκυθοκεφτεδες.
Ma adesso vi spiego come le ho preparate.

Kolokythokeftedes

Kolokythokeftedes

Ingredienti (per 4 persone)
500 g di zucchine
3 pomodorini piccadilly
200 g di feta
1 cipollotto
1 uovo
80 g di farina
5-6 foglie di menta fresca
1 mazzetto di aneto fresco
Olio di arachidi per friggere

Preparazione
Incidete una piccola croce sulla base dei pomodori, tuffateli per trenta secondi in acqua bollente.
Spellateli e tagliateli a dadini piccoli, lasciandoli scolare trenta minuti in uno scolapasta in modo che perdano l’acqua di vegetazione.
Lavate e asciugate le zucchine, tagliate le estremità e grattugiatele con una grattugia a fori grossi.
Strizzatele bene con le mani in modo da asciugarle il più possibile.
Pulite il cipollotto, lavatelo e tritatelo finemente, conservando anche una parte del gambo verde.
In una ciotola mettete le zucchine grattugiate, i pomodorini, l’uovo leggermente sbattuto, il cipollotto tritato, le erbe aromatiche tritate, la feta sbriciolata e la farina. Se vi sembra che mescolando, il composto risulti troppo morbido, potete aggiungere un paio di cucchiai di farina. La quantità indicata in ricetta è indicativa, se le zucchine sono leggermente più acquose potrebbero aver bisogno di un pochino di farina un più.
Mescolate con cura e lasciate riposare in frigorifero per trenta minuti.
Scaldate l’olio in una casseruola e friggete il composto a cucchiaiate, rigirando fino a quando le Kolokythokeftedes non saranno ben dorate.
Scolatele e lasciatele asciugare su un foglio di carta assorbente.
Servitele accompagnandole con salsa allo yogurt o salsa Tzatziki.

Pubblicato da Ferri Micaela

Chimico con la passione della cucina! Vi porto in giro per il mondo e vi faccio conoscere le mie ricette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.