Crea sito

ZUPPA INVERNALE DI MINESTRONE E QUINOA

Se è vero che che noi siamo quello che mangiamo, come asseriva il filosofo Feuerbach, questa ricetta rispecchierebbe nel modo più esemplare questo concetto! La zuppa di minestrone e quinoa si presenta infatti come un piatto salutare e nutriente, adatto a tutta la famiglia! Il merito va sicuramente non solo alle verdure di stagione utilizzate, ricche di vitamine e sali minerali, e ai legumi, fagioli, piselli e lenticchie, le cui qualità sono ben note! Tuttavia, in porzione maggiore il merito spetta alla quinoa, protagonista indiscussa! Sempre più conosciuta e utilizzata come un cereale, anche se cereale non è, il suo primato si deve certamente alle sue numerose proprietà terapeutiche! Inoltre, oltre al suo gradevole e delicato sapore, è anche priva di glutine. Un piatto dunque leggero e di alta digeribilità, a beneficio del nostro organismo! Un toccasana per quanti desiderino perdere peso, grazie al forte potere saziante e all’ottima capacità di regolarizzare i transiti intestinali! Un comfort food fumante e ricco di fitonutrienti, ideale in queste fredde giornate invernali di cui noi tutti non dovremmo mai fare a meno!

CURIOSITA’: Lo sapevate che nella composizione della quinoa sono presenti 2 aminoacidi essenziali molto importanti per il buon funzionamento dell’organismo? Una è la lisina e l’altra la metionina. Quest’ultima, fondamentale per il metabolismo dell’insulina.
Contiene una buona quota di minerali e vitamine, in particolare magnesio, vitamina C e vitamina E, quest’ultima vitale per l’uomo, perché costituisce un potente antiossidante liposolubile, ragion per cui apporta benefici alla pelle (contrastando cioè l’invecchiamento cellulare), aiuta a prevenire malattie cardiovascolari e combatte i disturbi oculari. 
Gli effetti sulla salute del cibo vero e naturale vanno ben oltre il contenuto di vitamine e minerali. Oltre a questo, infatti, ci sono migliaia di tracce di nutrienti dai grandi benefici. Tra queste troviamo delle molecole chiamate flavonoidi. Queste importanti molecole hanno dimostrato di avere effetti antinfiammatori, antivirali, antitumorali e antidepressivi grazie ad alcuni studi condotti sugli animali.    
La quinoa ha anche un basso indice glicemico, ovvero la misura di quanto velocemente il cibo innalza i livelli di zuccheri nel sangue. E’ cosa nota infatti, che mangiare cibo che innalza l’indice glicemico può stimolare la fame e contribuire all’obesità. L’alto indice glicemico è spesso collegato anche a malattie croniche come diabete e malattie cardiache. Lo studio sugli uomini ha evidenziato che sostituire la quinoa al posto del comune pane senza glutine e della pasta riduce gli zuccheri nel sangue, l’insulina e i trigliceridi. Va comunque tenuto a mente che la quinoa contiene molti carboidrati, quindi non è particolarmente indicata in quelle diete che ne prevedono un basso contenuto.


Tutte le ricette “vegetariane” sono in assenza di carne e/o di pesce, né può esserci l’impiego di altri alimenti a base di proteine animali, come uova e formaggio.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4
  • CucinaItaliana

Ingredienti:

  • 230 gquinoa
  • 90 glenticchie secche
  • 80 gpiselli surgelati
  • 60 gcime di cavolfiore
  • 60 gcime di broccoli
  • 50 gfagioli freschi borlotti (io avevo la mia scorta in freezer)
  • 50 gfagiolini (io avevo la mia scorta in freezer)
  • 8 fogliebietole
  • 1patata media
  • 1carota
  • 1cipollotto fresco
  • 4bacche di ginepro
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • 1 pizzicosale integrale

Ingredienti per guarnire la zuppa:

  • qualchescaglietta di Grana Padano DOP
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • q.b.crostini di pane

Preparazione:

  1. Per prima cosa lavate e mondate tutte le verdure. Fate bollire in un pentolino 1 lt. di acqua con una presa di sale che vi servirà per cuocere la zuppa e tenerla ben calda. A parte, in una capiente pentola fate dorare un cipollotto tagliato sottilmente e la carota tagliata a rondelle (fig. 1).

  2. Abbassate la fiamma, allungate con un mestolo di brodo caldo e aggiungete dopo un paio di minuti le patate tagliate a dadini, le cime di cavolfiore e le bacche di ginepro (fig. 2).

  3. Mescolate, se è necessario aggiungete un altro mestolo di acqua calda e versate le cime di broccoli e le lenticchie precedentemente sciacquate sotto l’acqua corrente (fig. 3).

  4. Dopo aver fatto insaporire le verdure, unite le bietole tagliate a julienne e i fagioli già sgranati (fig. 4).

  5. Successivamente, completate con i piselli e i fagiolini tagliati a tocchetti e coprite completamente il vostro minestrone con il brodo caldo (fig. 5).

  6. Portate a bollore e lasciate cuocere per 15′, aggiungendo qualche mestolo di brodo qualora vi accorgeste che il minestrone si sta asciugando troppo. Trascorso questo lasso di tempo, aggiungete per ultima la quinoa, precedentemente lavata e sgocciolata e fate cuocere ancora per altri 15′ o secondo i tempi di cottura riportati nella vostra confezione (fig. 6).

  7. Aggiustate di sale e pepate, quindi spegnete e servite ben caldo con un giro di olio a crudo, qualche scaglietta di grana e dei crostini a piacere.

  8. E voilà…la vostra zuppa invernale di minestrone e quinoa è pronta per essere gustata!

  9. Buon appetito dalla cucina di FeFè!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.