BISCOTTI RINGO, ricetta facile

Ed ecco i mitici biscotti Ringo, una ricetta facile che mia figlia Nicole ha provato avendo un successone.

I biscotti Ringo sono composti da due biscotti uniti fra loro da  una deliziosa crema alla vaniglia o al cacao.

Quale dischetto mangi prima , il bianco o il nero , oppure li addenti tutti interi , oppure ancora li apri e lecchi  prima il ripieno ?

 BISCOTTI RINGO

biscotti ringo

INGREDIENTI X 20-25 RINGO:

200 gr di farina

150 gr di frumina

150 gr di zucchero

120 gr di burro morbido

2 tuorli

1 uovo intero

1 pizzico di sale

2 cucchiai di cacao amaro

PER LA FARCITURA:

80 gr di burro morbido

150 gr di zucchero a velo

1 bustina di vanillina

2 cucchiai di cacao amaro (x la versione al cacao)

 

  • Impasta tutti gli ingredienti e forma una palla.
  • Dividila in due.
  • In una aggiungi il cacao e amalgama bene.
  • Stendi i panetti e con l’aiuto di una formina ricava dei dischi.
  • Sistemali in una teglia rivestita da carta forno.

biscotti ringo

  • stampa se vuoi dei decori sulla superficie aiutandoti con una formina.
  • Inforna a 180° x 10-15 minuti .
  • Per la farcitura basta sbattere il burro con lo zucchero a velo e la vanillina fino a formare una crema densa.
  • Se la vuoi al cacao aggiungi 2 cucchiai di cacao amaro.
  • Fai raffreddare i biscotti e uniscili con la crema.

CON IL BIMBY:

Metti tutti gli ingredienti nel boccale  per 35 sec a vel 4 – 6.

Togli l’impasto e lavora con le mani  per formare una palla.

Dividi l’impasto in due e rimetti uno di nuovo nel boccale insieme con il cacao 20 sec a vel 4 – 6.

Per la crema inserisci lo zucchero e la vanillina alla max potenza per 2 minuti. Togli lo zucchero dal boccale e inserisci il burro 5 sec a vel 5, aggiungi infine lo zucchero e aziona 10 sec a vel 5.

CON LA PLANETARIA:

Inserisci tutti gli ingredienti tranne le uova che unirirai uno alla volta a vel 4.

Metti l’impasto su un piano di lavoro e impasta fino a formare una palla. Dividilo in due ed in uno inserisci il cacao.

Lavoralo bene fino a farlo diventare marrone.

 

Curiosità:

L’idea dei Ringo venne a Mario Pavesi dopo un viaggio negli Stati Uniti. Mario Pavesi infatti intendeva lanciare un prodotto destinato ad una fascia di pubblico più adulta, rispetto a quella verso cui si rivolgeva l’altro prodotto di punta dell’azienda, i pavesini. Quindi il target di riferimento erano gli adolescenti, e non a caso il nome Ringo era preso in prestito da quello di Ringo Starr, componente del gruppo britannico The Beatles, molto popolare fra i giovani. In seguito le campagne pubblicitarie del prodotto punteranno principalmente sul mondo dello sport e sul concetto di interrazzialità, simbolicamente rappresentato dai differenti colori dei biscotti.

CON QUESTA RICETTA PARTECIPO AL CONTEST:

inguacchiando-contest

 

Precedente CROSTATA AL LIMONE, ricetta facile Successivo FUSILLI AL TONNO STUZZICANTI, ricetta Bimby

17 commenti su “BISCOTTI RINGO, ricetta facile

    • incucinaconMartaMaria il said:

      e ti assicuro buonissimi, secondo me meglio degli originali anche perchè sai come li prepari e che ingredienti usi

  1. Caramella il said:

    Favolosa l’idea di fare i biscotti Ringo in casa!!! Bella anche l’idea di fare una stampa con l’oggetto a forma di cuore su entrambi i biscotti bianchi e neri!!! Davvero complimenti per la splendida idea!!! =)

  2. Buonissimi! li ho fatti ieri con il mio ragazzo e sono fenomenali: meglio di quelli veri. A me ne sono venuti una quarantina.

    Grazie per avere condiviso la ricetta.

    Daria

    • incucinaconMary il said:

      Grazie a te Daria sono molto contenta che vi siano piaciuti, hanno sempre un bel successo quando li preparo, un bacio 😀

  3. maria chiara il said:

    i biscotti in se sono molto buoni.. purtroppo non ho apprezzato la crema al burro, troppo pesante per i miei gusti!

    • incucinaconMary il said:

      Se hai una ricetta più leggera per il ripieno mi farebbe piacere averla come alternativa. Grazie 😀

    • incucinaconMary il said:

      Mi dispiace non ti siano piaciuti ogni volta che li preparo vanno a ruba; certo è che guardando gli ingredienti dei Ringo confezionati di sicuro fatti in casa non saranno mai come gli originali ma io preferisco questi per i miei bambini.
      Biscotto: farina di frumento, zucchero, grasso vegetale, latte intero in polvere (1,58%), sciroppo di glucosio, burro, latte concentrato zuccherato (latte (0,88%), zucchero), agenti lievitanti (carbonato acido di sodio, carbonato acido d’ammonio), sale, aroma. Crema al latte: grasso vegetale, lattosio, zucchero, latte scremato in polvere (5,9%), emulsionante (lecitina di soia), aroma. Cioccolato al latte: zucchero, burro di cacao, pasta di cacao, latte scremato in polvere (2,25%), lattosio, siero di latte in polvere, burro, emulsionante (lecitina di soia), aroma

    • SIMONETTA benemeglio il said:

      li ho fatti anche io e sinceramente la cremina non somiglia per niente a quella dei ringo! Quella dei biscotti ringo rimane secca fribile questa invece è burrosa (ovviamente) e non si secca-non riesco a trovare la vera ricetta della farcitura dei ringo, se qualcuno la trova me lo dice per favore?

  4. Stefania il said:

    Ultimamente dopo l’assurda (parere personale) campagna contro l’olio di palma organizzata dalle multinazionali americane e francesi degli oli di semi (soia in particolare… olio di soia che, ogm o no, bio o convenzionale, come dimostrato da ricerche indipendenti molto ben realizzate, deprime il sistema immunitario. Ovviamente quello ogm (quasi tutto) e di tipo industriale è molto peggio), la ricetta originale dei Ringo è stata modificata dalla Pavesi, facendo un autentico autogol, visto che i biscotti sono anche peggiorati non poco riguardo il sapore, e sono meno “friabili”, la consistenza è cambiata in peggio: ora usano l’olio di girasole, che oltre ad essere, come tutti gli oli di semi, altamente instabile alle alte temperature, e che quindi deve essere “trattato”, contiene un’altissima percentuale di Omega 6, che contrastano i già notevolmente carenti nella dieta Omega 3.

    Inoltre i responsabili della Pavesi, non contenti, hanno avuto la “brillante” idea di aggiungere anche il pessimo olio di colza, rovinando definitivamente i Ringo; e con la storia dell’olio di palma free, come molte alte aziende modaiole, hanno rovinato molti altri prodotti, sia biscotti che crackers.

    Olio di palma che invece resiste molto bene alle alte temperature ed è tutt’altro che dannoso alla salute (i danni sono provocati dagli oli di semi, olio di soia in primis. Anche la storiella dell’inquinamento dovuto all’olio di palma ci sarebbe da discutere. Ovviamente è un parere personale sulla base di approfondite ricerche. fortuna che Ferrero non ha intenzione di modificare la ricetta della Nutella.

    Quindi, visto che i Ringo mi sono sempre piaciuti, seguendo l’ottima ricetta qui esposta, li preparerò io stessa, per me e per i miei familiari, ottenendo un prodotto ben più sano di quello industriale, peraltro, come già scritto, con ricetta notevolmente peggiorata negli ultimi mesi. L’unica variazione che farò sarà quella di sostituire la vanillina (aroma sintetico… a me spesso in passato ha provocato bruciori alla lingua, ora non la uso più) con le bacche di vaniglia.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.