Crea sito

Sartù di riso alla napoletana.

“Sciacquapanza” e “Sciacquabudella” ecco a voi sua maestà il Sartù di riso alla napoletana.

Riso? un momento..!! non della gente di Napoli che e incline al riso come “risata” qui parliamo di riso come alimento che arrivò a napoli dalle stive dei galeoni aragonesi che venivano a prendere possesso di Napoli alla fine del XVI secolo, in quel periodo non arrivò solo il riso ma anche la pasta dal lontano Oriente.

Il riso in verità non fù accolto molto bene,  forse dovuto anche al fatto che veniva somministrato spesso ai disabili e ai malati come cura e forse quelli appellativi che cito a inizio pagina hanno fatto il resto . I napoletani che erano passati da “mangia foglia” per via delle verdure e in special modo di cavoli per i bassi costi, con il tempo si avvicinarono sempre di più alla pasta che era molto nutriente  né consumavano tantissima tanto da dargli l’appellativo di “mangiamaccheroni” e questo alimento lo troviamo ancora oggi sulle tavole dei napoletani…

E il riso che fine fece???

Il riso parti verso il nord dove fù accolto molto bene.. mà voi conoscete il detto” quando si viene a Napoli si piange due volte, quando si arriva e quando si parte”  E cosi il riso che amava Napoli fece ritorno anche perché agli Aragonesi gli successero i Francesi che con i loro cuochi avevano arricchito il riso con melanzane fritte e altre cose… Nacque cosi il sartù, una pietanza molto ricca di ingredienti tanto da considerarlo piatto unico…

Io oggi vi propongo quella originale, ben conscio che oggi ognuno lo fa secondo i propri gusti.

**************************** INGREDIENTI *****************************

600 gr di riso

Pan grattato q.b

Per il ripieno:

200 gr di mozzarella

3 uova sode

200 gr di piselli

200 gr di formaggio grana grattugiato

Per le polpettine:

200 gr di carne macinata

150 gr di pane raffermo

1 uovo

Prezzemolo q.b

Pepe q.b

Sale q.b

1 spicchio di aglio

Olio per friggere.

Per il ragù:

¾ di salsa di pomodori piennolo del Vesuvio

200 gr di carne macinata

200 gr di salsiccia

1 bicchiere di vino bianco

2 cucchiai di strutto o in alternativa 2 cucchiai di olio d’oliva e 25 gr di burro.

********************** PROCEDO ***********************

E mò da dove incomincio?  Il Sartù di riso un piatto abbastanza elaborato mà con un po’ di organizzazione diventa facile realizzarlo . Parto con il cuocere il riso(Foto 01),  mentre cuoce mi preparo il ragù facendo soffriggere tutto insieme la carne macinata, la salsiccia spellata e sbriciolata con la cipolla (Foto 02) e non appena la carne cambia colore ci verso il vino(Foto 03) che lascio evaporare, fatto questo ci aggiungo la salsa(Foto 04) e lascio cuocere il tutto se occorre aggiungo un mestolo d’acqua, aggiusto di sale quando il ragù e alla fine della cottura.

Sartù di riso alla napoletana.Mentre il riso e ancora sul fuoco insieme al ragù, lesso i piselli(Foto 05) e mi preparo l’impasto per le polpettine, in una ciotola stempero con le dita la carne macinata, il pane bagnato e strizzato, il formaggio, il pepe e l’aglio, aggiungo un uovo e un pizzico di sale(Foto 06), impasto il tutto e lo metto a riposare.

Sartù di riso alla napoletana.Nel frattempo il riso si e cotto, lo scolo e lo passo sotto l’acqua fredda per fermare la cottura(Foto 07). In un pentolino metto a bollire le uova.(Foto 08). A questo punto manca davvero poco, i piselli pure sono pronti e per il ragù manca davvero pochissimo, a me non mi resta che friggere in abbondante olio le polpettine che saranno grandi come una nocciola,(Foto 09) 

Sartù di riso alla napoletana.mentre friggo le polpettine dò  una controllatina al ragù, anche le uova sode sono pronte cosi le passo sotto l’acqua fredda per meglio sgusciarle. Le polpettine sono ormai pronte, per il ragù manca pochissimo e allora ora che si fa???? 

Sartù di riso alla napoletana.Preparo in un piatto la mozzarella che taglio a pezzi(Foto 10), le uova sode sbriciolate(Foto 11). Il ragù e pronto…. Tutto come previsto, hò utilizzato i tempi morti per preparare il tutto ora non mi resta che assemblare il sartù . Prendo  uno stampo che imburro e spolvero di pan grattato(Foto 12), nel riso hò aggiunto il ragù e i piselli(Foto 13), l’ho amalgamato e ne ho messo uno pò nello stampo(Foto 14), ci aggiungo il formaggio, le uova sode, la mozzarella e le polpettine, ricopro con un altro strato di riso e continuo cosi fino al termine degli ingredienti.

Ricopro il tutto con il riso, spolvero di pan grattato(Foto 15) e inforno per circa 30 minuti a 150°/200°.. Sarà pronto quando vedrete una leggera crosticina qua e là sul composto… Lavoraccio …!!!! Mica tanto, il risultato ci ripagherà di tutto. Ecco a voi il sartù di riso alla napoletana.

Buon appetito.