Crea sito

Napoli nel piatto. Spaghetti alla disperata.

Napoli nel piatto. Spaghetti alla disperata.

Il nome e tutto un programma, cosi questo piatto ci viene in aiuto.quando tutto sembra perduto in cucina.
Non e il solo, ma signori…!!! E questa la cucina napoletana, pochi ingredienti e che tutti noi abbiamo sempre a portata di mano

Questa ricetta degli spaghetti alla disperata e una rivisitazione degli “spaghetti alla puttanesca“, qui viene arricchita con le alici dissalate e funghi.
Una ricetta bella tosta ma che vale la pena farla. Abbiamo detto pochi ingredienti ma ognuno di essi si fa sentire e apprezzare nel piatto.


Napoli nel piatto. Spaghetti alla disperata.
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 400 gspaghetti
  • 250 gpomudori piennolo del Vesuvio
  • 25 golive nere
  • 20 gcapperi sotto sale
  • 30 gfunghi
  • 2alici dissalate
  • 1 spicchiod’aglio
  • q.b.sale
  • 1 pizzicoaromi (origano, semi di finocchietto e pepe.)

Preparazione

  1. Napoli nel piatto. Spaghetti alla disperata. Ebbene si, una rivisitazione delle “puttanesca”, vediamo gli ingredienti (01).Tritiamo i capperi, le olive, l’aglio, le alici e funghi, mettiamoli poi in una padella capiente dove avremo messo a riscaldare l’olio con gli aromi (02). Aggiungiamo i pomodori e li lasciamo andare fino alla loro cottura (03).

  2. Napoli nel piatto. Spaghetti alla disperata.

    L’acqua per gli spaghetti bolle cosi li calo (04). Li scolo ( non dimenticate di recuperare l’acqua della pasta) quando sono giunti a metà cottura li unisco alla salsa (05) mescolando bene, se occorre aggiungo un mestolo di acqua di cottura della pasta insieme a un pizzico di origano e pepe. Appena sono pronti li servo spolverando ancora del pepe e dell’origano (06).

  3. Napoli nel piatto. Spaghetti alla disperata.

    Il sole ha baciato Napoli, il Vesuvio con il suo terreno fertile da delle primizie che ci invidiano tutti . In questo piatto “povero” per modo di dire trovate l’eccellenza Campana. Provatele e ne sarete entusiasti, io vi Auguro Buon Appetito e a risentici alla prossima ricetta.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.