Crea sito

Casatiello napoletano.

Casatiello napoletano.

 Il casatiello napoletano è una preparazione tipicamente dell’area napoletana questo e risaputo. Molti a volte lo confondo con il “Tortano” altro simbolo dell’abbondanza e della ricchezza, tutte e due vengono preparati a Pasqua. Potremmo dire ” il ricco e il povero”.

Oggi invece parliamo del casatiello napoletano bello e ricco di ingredienti, immancabile il salame napoletano e cigole, arricchito da uove sode, pecorino grattuggiato, pancetta e  provolone piccante della zona vesuviana.

Il casatiello così come il Tortano per le sue forme richiama la simbologia della Passione di Cristo, la sua forma tondeggiante e intrecciata richiama la corona di spine e le uove poste sull’impasto simbolo da sempre di  rinascita vengono racchiuse in strisce di pasta a forma di croce e dunque il mangiarlo assume un valore mistico e che ci aiuta a sollevarci dal dolore.

La cottura…!!!! Qui bisognerebbe aprire un capitolo a parte. Io per comodità la faccio nel forno di casa e devo dire che viene soffice e gustosa, però per chi hà la fortuna di avere un forno a legna, il sapore e tutt’altra cosa. Quindi anche la scelta del tipo di cottura gioca un ruolo determinante per avere un casatiello napoletano bello profumato e saporito.

  • Preparazione: 7 (lievitazione divise in due fasi) Ore
  • Cottura: 1 Ora
  • Difficoltà: Alta
  • Porzioni: 8 persone
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • 600 g Farina 0
  • 300 ml Acqua
  • 15 g Lievito di birra fresco
  • 200 g Sugna
  • 50 g Parmigiano reggiano
  • 50 g Pecorino
  • 150 g Provolone piccante vesuviano
  • 200 g Pancetta (tesa)
  • q.b. Pepe nero
  • 12 g Sale
  • Un pizzichi Finocchietto selvatico

Preparazione

  1. Casatiello napoletano.

    Incominciamo con il mettere la farina a fontana sulla spianatoia con il lievito(1), aggiungiamo anche un pò di sugna  e un pò di acqua tiepida, impastiamo(2) e aggiungiamo altra acqua se serve. La lavorazione dell’impasto in questa fase e importante, quando più e lunga la lavorazione più soffice sarà il nostro casatiello napoletano. Quando l’impasto e bello elastico lo metteremo a lievitare per circa due ore(3) in forno spento a luce accesa..

  2. Casatiello napoletano.

    Mentre l’impasto lievita incomincio a preparare tutti gli ingredienti che mi occorrono per la farcitura(4), la stesura per rendere l’impasto bello sfoglioso e simile a quella della pasta sfoglia, al mio impasto gli hò dato tre “giri”, Stendo la pasta con le mani per non “stressare” l’impasto, spalmo un pò di sugna e aggiugo una bella manciata di pepe e i due tipi di formaggi grattuggiati insieme ai semi di finochietto selvatico, tra un giro e l’altro attendo una decina di minuti per fare rilassare il glutine in questa maniera si stenderà agevolmente senza il fastidioso “tira e molla”. Faccio il secondo “giro” stendendo solo la sugna sull’impasto,nell’ultimo “giro” distribuisco la pancetta, il provolone a dadini e una spolverata di pepe(5), ora l’arrotolo  e  gli dò la forma di una treccia(6).

  3. Casatiello napoletano.

    Adagio con cura la treccia in uno stampo per ciambella unto di sugna(7) e lo lascio lievitare, ci vorrà un bel pò visto che ora nell’impasto c’è la farcitura che rallenterà la lievitazione, quando sarà pronto lo spennello con un tuorlo d’uovo, ma prima ingabbio le uova con delle striscioline di pasta sulla superficia, lo inforno a 180° per circa un’ora e quando sarà bello dorato lo sforno(8). Lo possiamo mangiare caldo o freddo, l’importante e che sia il casatiello napoletano(9)..

  4. Casatiello napoletano.

    Gli appassionati del Casatiello napoletano storceranno il naso quando non vedranno nella lista degli ingredienti il salame napoletano. Che dire..!!! Preferisco la pancetta che con l’alta temperatura scioglierà il suo grasso rendendo ancora più soffice e saporito il nostro casatiello, Meglio mangiare il salame come accompagnamento ad una bella e profumata fetta. Buon Appetito e alla prossima ricetta.

Note

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

UA-107773005-1