Atlante delle eccellenze nascoste

Giovedì sono stata invitata all’evento #diversamentegelato10 targato  BasilicataGusto , precisamente a Pignola, dove è nata una splendida collaborazione tra  Officine del gusto  L’Osteria Tacetai
L’idea della collaborazione, come mi spiega il Maesto Gelatiere Luigi delle Officine del Gusto, in un’intervista, nasce dalla volontà di comunicare che il gelato, fatto in un certo modo, è un alimento perfetto che sta bene ovunque, anche su un piatto di pasta o su un crostino di pane; da qui, continua Luigi, la proposta all’oste Cristian dell’Osteria Tacetai, che ha sposato subito l’idea.
Luigi mi parla della sua esperienza:  decide di tornare nella sua terra dopo aver vissuto 10 anni a Firenze, dopo essersi laureato e formato come persona e come professionista. Una scelta ponderata la sua, poiché ha voluto fortemente iniziare il suo percorso dalla sua terra di origine: i suoi gelati dovevano parlare di di Basilicata per dare risalto alle nostre eccellenze, e  Luigi l’ha fatto iniziando a distribuire  il gelato nel bar storico dei suoi genitori. Mi racconta di aver già fatto cene con gelato a Firenze con l’associazione artigiani fiorentini, descrivendole come esperienze sensoriali pazzesche, dove si assiste all’incontro di diverse consistenze, diversi sapori e diverse temperature che portano le papille gustative e l’anima in una dimensione diversa, inesplorata, e la bellezza è vedere i visi  dei clienti che hanno la curiosità di provare.

É precisamente quello che ho provato gustando il menù dell’oste abbinato al gelato di Luigi: ero estasiata, emozionata e le mie papille gustative assaporavano un nuovo modo di concepire il gelato, che con le diverse consistenze, abbinato ai piatti dell’oste, creava sapori indescrivibili e unici. E’stata la scoperta di un mondo inesplorato.
Durante la cena ho scoperto persone eccezionali, Luigi, Giuseppe, Cristian, Paolo con tanta voglia di far crescere il territorio, ma soprattutto mi ha colpita la filosofia di BasilicataGusto che è quella di esaltare le eccellenze e la qualità dei prodotti con quel quid di innovazione.
Durante la cena dall’antipasto al dessert sono stati proposti inediti e deliziosi accostamenti.

Le materie prime del gelato, come ancora Luigi il Maestro Gelatiere, mi spiega, sono scelte con cura maniacale, si parte dal latte che è di una eccellenza assoluta, è il latte nobile della taverna Centomani, un’azienda agricola a pochi chilometri da Pignola. Tutte le altre materie prime che utilizza provengono da aziende agricole di eccellenza come ad esempio il pistacchio dell’azienda Pistacchio di Stigliano, la nocciola tonda di Giffoni e la noce di Sorrento dell’azienda agricola Grimaldi nocciola &co.

Tornando all’evento ecco a voi il menù della serata targata #diversamentegelato10 :
#diversamentegelato10 #basilicatatagusto

-> Antipasto
Crostino all’olio di oliva con sorbetto al Fagiolo Rosso Scritto di Pantano (presidio Slow Food Italia)
-> Primo
Cjarsons al frant con gelato alla ricotta
–>Novità! Secondo
Roastbeef senape e miele con sorbetto all’arancia
-> Dessert
Torta al cioccolato con sorbetto al mango
Menu #diversamentegelato #BasilicataGusto

Officine del gusto  L’Osteria Tacetai vi aspettano per l’evento #diversamentegelato ogni giovedì, esperienza sensoriale culinaria assicurata. Per gli eventi basta seguire BasilicataGusto  

Antonella S.

Precedente Marmellata di more di rovo selvatico senza semi Successivo I pani regionali lucani