Risotto al Barolo

Il Risotto al Barolo con croccantino di mandorle e finocchietto selvatico inaugura la quarta edizione della longeva rubrica “Giro del mondo in 80 piatti”.

Il Barolo è indubbiamente una delle eccellenze italiane nel mondo.

✔✔ Può definirsi Barolo: – il vino prodotto da uve 100% Nebbiolo proveniente da 11 comuni piemontesi: Barolo, Castiglione Falletto e Serralunga d’Alba e parte dei territori dei comuni di La Morra, Monforte d’Alba, Roddi, Verduno, Cherasco, Diano d’Alba, Novello e Grinzane Cavour in provincia di Cuneo. – deve fare almeno 38 mesi d’invecchiamento di cui 18 in legno (62 mesi, di cui 18 in legno, per il Barolo Riserva).

✔✔Di colore rosso granato con riflessi aranciati, al naso si presenta intenso e persistente, con un patrimonio olfattivo complesso,che tende a prediligere, a seconda dello stato evolutivo, note fruttate e floreali come viola e vaniglia o note terziarie come le spezie

✔✔Il vino Barolo comincia a comparire a metà del XIX secolo circa, originato dall’omonimo paese nelle Langhe, in Provincia di Cuneo, con le tenute e le cantine già sede del castello dei marchesi Tancredi Falletti e Giulia Colbert Falletti di Barolo

  • DifficoltàMedia
  • CostoCostoso
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di riposo5 Minuti
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzioni2 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàTutte le stagioni

Ingredienti

1 cipolla
q.b. olio extravergine d’oliva
q.b. brodo di carne (o di verdure)
500 ml barolo
30 g granella di mandorle
q.b. finocchietto selvatico (fresco)

Passaggi

Dopo aver preparato un soffritto a base di olio extravergine di oliva e cipolla, versare il riso.

Mantecare il riso prima con il Barolo (circa 1/2 litro) e poi con il brodo. Lasciandolo al dente.

Preparare il croccante alle mandorle tostando la granella insieme al finocchietto selvatico in una padella.

Quindi decorare il risotto con il croccantino di mandorle.

Varianti:

Nel Monferrato astigiano, ad esempio, esiste una ricetta identica in cui il riso viene sfumato con la Barbera.

Per la ricetta si consiglia di usare in vino Barolo giovane.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!
Print Friendly, PDF & Email

Pubblicato da viaggiandomangiando

Classe 1980, ligure, ha pubblicato tre romanzi e altrettante raccolte di poesia, diplomata al Centro Sperimentabile di Cinematografia in sceneggiatura e produzione fiction televisiva, si occupa dell'organizzazione degli eventi artistico/culturali dell'associazione di cui è presidente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.