Baci di dama, la ricetta perfetta di Montersino

I baci di dama sono pasticcini al burro di origine piemontese composti da due semisfere di pasta frolla unite da un sottile strato di cioccolato fondente, vengono chiamati con questo nome perchè la loro forma ricorda due labbra socchiuse intente a baciare .

Sono biscotti molto semplici da replicare, la ricetta originale, nata nel 1800, prevede l’utilizzo delle nocciole, allora più economiche e più facili da reperire rispetto alle mandorle, a cui vengono uniti, farina, burro e zucchero in parti uguali, poco uovo e qualche aroma. Per essere sicura di realizzare pasticcini perfetti ho pensato di provare la ricetta di un pasticcere piemontese doc, Luca Montersino; come sempre sono rimasta pienamente soddisfatta.

Proverò sicuramente altre varianti, vorrei realizzarli con il cacao e con i pistacchi, nel frattempo se volete preparare altri biscotti provate i biscotti al cacao con ganache al cioccolato e caffè, i biscotti morbidi al limone e i biscotti della nonna con crema e pinoli.

baci di dama oriz
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni60 biscotti
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana
402,35 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 402,35 (Kcal)
  • Carboidrati 30,66 (g) di cui Zuccheri 14,19 (g)
  • Proteine 6,63 (g)
  • Grassi 28,72 (g) di cui saturi 12,83 (g)di cui insaturi 7,14 (g)
  • Fibre 3,59 (g)
  • Sodio 8,11 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 64 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti

  • 240 gfarina 00
  • 200 gfarina di nocciole (o mandorle)
  • 200 gburro
  • 200 gzucchero a velo
  • 20 gtuorlo
  • 20 guova (intere)
  • 250 gcioccolato fondente
  • 1 cucchiainoestratto di vaniglia (ingrediente aggiunto da me)

Strumenti

  • 1 Ciotola
  • 1 Teglia ( da forno )
  • 1 Ciotolina
  • 1 Coppapasta 3 cm di diametro
  • 1 Matterello
  • 1 Tagliere

Preparazione

  1. Per preparare i baci di dama potete utilizzare la farina di mandorle o di nocciole, è indifferente ma è importante che sia molto fine.

    Se volete potete prepararla in casa, risparmierete molto e otterrete un prodotto migliore, ecco il mio tutorial come fare la farina di mandorle in casa.

  2. In una ciotola unite la farina di nocciole con lo zucchero, mescolate e inserite la farina, il burro freddo tagliato a piccoli cubetti, il tuorlo e l’uovo.

    Lavorate gli ingredienti fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo. Formate un panetto, avvolgetelo nella pellicola alimentare e ponetelo in frigo per 12 ore.

  3. Trascorso il tempo di riposo stendete la pasta frolla con il mattarello ad uno spessore di 1,5 cm, fate tanti cerchietti piccoli con un coppapasta di 3 cm di diametro. Prendete ogni dischetto e trasformatelo in una sfera perfetta roteandolo tra le mani.

  4. Trasferite i baci su una teglia rivestita con carta da forno e metteteli in frigo per 30 minuti, devo essere ben freddi.

    Cuocete i biscotti in forno preriscaldato a 150° per 18/20 minuti, devono rimanere chiari.

  5. Sfornate e fate raffreddare completamente.

    Tagliate il cioccolato fondente in piccoli pezzi e fatelo sciogliere a bagnomaria o in microonde.

  6. Accoppiate i biscotti a due a due con il cioccolato fondente fuso e fate riposare per 30 minuti.

    I baci di dama sono pronti!

Per consigli sulla realizzazione delle ricette contattatemi su FACEBOOK e seguitemi su  INSTAGRAM per non perdere i video consigli!

Inviatemi le vostre foto, le pubblicherò con piacere sui miei social

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.