FINOCCHI AL LATTE

Vi confesso che la ricetta dei finocchi al latte risale a parecchi anni fa, quando mia mamma la preparava nel periodo in cui frequentavo l’Università. E’ una ricetta molto saporita, nonostante si tratti pur sempre di un ortaggio tra i più semplici e dietetici. L’altro giorno, sfogliando il mio vecchio quaderno di ricette, quello della preistoria per intenderci, dove annotavo tutto a penna, e neanche poi tanto ordinatamente, ho trovato questa che ha subito evocato in me il ricordo di quel sapore familiare. Mi sono quindi messa subito all’opera per riprodurre alla lettera quelli che erano stati gli insegnamenti di mia madre! E sapete che vi dico? Mio marito si è leccato letteralmente i baffi! Io invece ho gongolato beatamente per aver finalmente tirato fuori dal cassetto uno dei tanti quaderni di ricette e averlo sfogliato con la leggerezza di una volta, fermando il tempo e scoprendo quanto sia ancora piacevole trovare dentro i miei post-it del passato! Chiamatemi vetusta, antiquata o semplicemente all’antica, ma io sono un po’ così, nostalgica, anacronistica, e chi mi conosce sa che so riconoscere le potenzialità di ciò che la modernità ci offre, ma rivendico anche il bello di ciò che era e non esiste più! Da oggi, continuerò a sfogliare quei quaderni, a rispolverare vecchie ricette finite purtroppo nel dimenticatoio, sperando di condividerle presto anche con voi!
Tutte le ricette “vegetariane” sono in assenza di carne e/o di pesce (N.B. può esserci l’impiego di altri alimenti a base di proteine animali, come uova e formaggi).



CURIOSITA’: Lo sapevate che questo ortaggio ha un contenuto calorico molto ridotto, quindi povero di grassi ma ricco di fibre? Quindi è molto indicato per quanti coloro seguono una dieta alimentare. Il finocchio è ricco di sali minerali, soprattutto potassio, calcio e fosforo, utili per rinforzare le ossa e per prevenire crampi e stanchezza. Contiene la vitamina A, essenziale per proteggere e mantenere sana la pelle e per regolare il funzionamento della retina e della vista, la vitamina B, elemento fondamentale per il corretto funzionamento del sistema nervoso e dell’apparato cardiocircolatorio, e la vitamina C, sostanza molto importante nella prevenzione di numerose patologie perché rafforza il sistema immunitario e svolge un’efficace azione antiossidante. Il buon contenuto di fitoestrogeni rende il finocchio un ottimo equilibrante naturale dei livelli degli ormoni femminili, il che lo rende particolarmente utile nello stimolare la produzione di latte nelle donne alle prese con l’allattamento, nel ridurre i disturbi che precedono il ciclo mestruale e nell’alleviare i sintomi della menopausa. Anche il fegato trae giovamento dal consumo di finocchi, che rappresentano dei validi disintossicanti. Inoltre, il finocchio ha effetti diuretici, favorendo la produzione di urina e, di conseguenza, l’eliminazione delle tossine da parte dell’organismo. Come erba officinale, il finocchio costituisce un ottimo rimedio per i problemi di digestione lenta, eruttazioni e secrezioni catarrali, in quanto contrasta i processi fermentativi che avvengono nell’intestino crasso e contribuisce all’eliminazione dell’aria che si accumula nello stomaco e nell’intestino.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaItaliana

Ingredienti:

  • 5finocchi grandi
  • 1cipolletta fresca
  • 700 ml brodo vegetale
  • 300 mllatte
  • 5 cucchiaiparmigiano grattugiato
  • 30 g burro + q.b. per imburrare
  • q.b.pangrattato
  • 1 ramettorosmarino
  • 1 ciuffoprezzemolo
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • q.b.sale
  • q.b.pepe

Preparazione:

  1. Per prima cosa, preparate il vostro brodo vegetale che dovrà essere ben caldo al momento di aggiungerlo. Pulite quindi i finocchi, eliminando le foglie esterne più coriacee e sciacquando il resto sotto l’acqua corrente (fig. 1).

  2. Tagliateli su un tagliere a spicchietti non troppo spessi (fig. 2).

  3. In una casseruola capiente, fate sciogliere il burro con un giro di olio, 2 cucchiai di brodo caldo, la cipolletta fresca tagliata a rondelle e il rosmarino spezzettato grossolanamente (fig. 3).

  4. Aggiungete i finocchi e fate rosolare a fiamma viva 2′ girando bene. Quindi coprite con il brodo vegetale e il latte precedentemente riscaldato e portate a bollore.

  5. Abbassate la fiamma e fate cuocere per circa 12′ o finché i finocchi non appariranno leggermente cotti, ma non troppo. A fine cottura, aggiustate di sale e pepe e completate con prezzemolo fresco trito grossolanamente (fig. 5).

  6. Scolate i finocchi e disponeteli su una pirofila precedentemente imburrata e cosparsa di pan grattato (fig. 6).

  7. Cospargete i finocchi al latte con il parmigiano grattugiato e completate con il pan grattato (fig. 7).

  8. Fate cuocere i finocchi a 180°C per 20′, quindi gratinateli sotto il grill del forno per altri 5′ o finché si sarà formata una crosticina dorata. E voilà…i vostri finocchi al latte sono pronti per essere gustati!

    Buon Appetito dalla cucina di FeFè!

4,7 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.