Archivi tag: morbide

Madeleine rosso ciliegia

Madeleine rosso ciliegia: Non ho mai visto madeleines con le ciliegie e proprio per questo avevo voglia di provare a farle. Con le prime ciliegie comprate quest’anno non ho resistito ed ho provato a farle…

Ingredienti per 36 madeleines
  • 130 g di burro
  •  200 g di zucchero
  • 150 g di farina
  • 2 uova
  • latte qb
  • 80 ml di acqua
  • 30 g di farina di mandorle
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato
  • 1 pizzico di sale
  • 500 g di ciliegie

PROCEDIMENTO

Cominciate preparando lo sciroppo di ciliegie:

Mettere in un pentolino 100 g di zucchero e l’acqua prevista, appena raggiungono il bollore versate le ciliegie già lavate ma non denocciolate poiché i noccioli verrano fuori durante la cottura. Lasciare cuocere le ciliegie  nello sciroppo per 20 minuti circa.

A metà cottura cominciate a schiacciare i frutti con uno schiacciapatate o un arnese simile.

Lasciate raffreddare il tutto e poi filtrate lo sciroppo ottenuto schiacciando bene la polpa delle ciliegie.

 

Montare il burro prima da solo e poi con lo zucchero semolato rimasto finché non sarà chiaro e spumoso.

Aggiungere 1 alla volta le uova  e poi le farine setacciate insieme al lievito, bicarbonato e sale.

12 settembre 2014 002

Misurate lo sciroppo e dovrebbe arrivare a 200 ml, se così non fosse misurate del latte per la differenza.

A questo punto versate a filo lo sciroppo raffreddato.

Continuate a lavorare l’impasto versando alla fine il latte se serve.

Adesso la pastella deve riposare in frigo per rapprendersi un po’ e questo è davvero fondamentale per regalare leggerezza e morbidezza alle Madeleine. Più lasciate l’impasto in frigo migliore sarà la loro resa. Da un minimo di due ore a un massimo di 48 ore, io ne faccio sempre una dose doppia, così trovo  la pastella pronta da cuocere quando scatta la voglia…

Dopo il riposo in frigorifero la pastella sarà molto più compatta di prima.

Quando sarete pronti per la cottura preriscaldate il  forno a 225°C e solo quando il forno avrà raggiunto la temperatura  tirare fuori dal frigo la pastella delle Madeleine rosso ciliegia e riempite gli stampini appositi, già imburrati e infarinati.

Ogni formina dovrà essere riempita per circa due terzi del suo volume, senza preoccuparsi di appiattire l’impasto perché con il calore del forno si adeguerà perfettamente. Per distribuire l’impasto nello stampo si può usare una sac à poche o aiutarsi con due cucchiaini.

A questo punto infornate, e lasciate il forno a 225°C fino a quando l’impasto non sarà bello gonfio al centro, ci vorranno circa 4 minuti per le piccoline e 5 per gli stampini più grandi, quindi abbassare la temperatura a 180°C e lasciare fino a quando i bordi non saranno ben dorati, ancora  3-4 minuti circa.

Passato il tempo necessario per la cottura sfornare  le madeleine e quando si saranno intiepidite spostatele a raffreddarsi  su una gratella.

Potete spolverare con zucchero a velo le vostre madeleine rosso ciliegia per dare un tocco più dolce e raffinato o intingerle direttamente in un buon caffelatte che ne assorbirà il liquido senza sfaldarsi.

 

Maddalene Spagnole di Xavier Barriga

Maddalene Spagnole di Xavier Barriga: Negli anni ’90 quando i miei gemellini erano ancora molto piccoli abbiamo vissuto a Barcellona “Barça” per i Catalani. Ho girato in lungo e largo in quella città meravigliosa perché i bambini non volevano restare molto in casa e io, che nei primi periodi non avevo ancora portato la mia auto li scarrozzavo per ore sul loro passeggino doppio. Capitava spesso di passare davanti a panaderie che con il loro richiamo profumato di pane fragrante o maddalene appena sfornate mi obbligavano ad una sosta per assaggiare questo o quello. “Las magdalenas”riscuotevano sempre grande successo tra i piccoli che in quel periodo ancora mi facevano tribolare per mangiare. Le maddalene  non somigliano minimamente alle famose madeleines francesi ma piuttosto ai muffins americani. Chi è nato prima? Io personalmente ho conosciuto prima le maddalene già negli anni ’80 durante i miei primi viaggi in Spagna. Si possono aromatizzare in molti modi ma la base rimane la stessa. Ho provato questa ricetta della famosa panadería Turris,  del maestro panadero Xavier Barriga molto famoso in tutta la Spagna e devo dire che sono davvero buone proprio come quelle che mangiavo passeggiando per Barça.

Ingredienti per 12 maddalene:

  • 125 g di uova intere
  • 1 g di sale
  • 175 g di zucchero
  • 190 ml di olio di mais o girasole
  • 60 ml di latte
  • 210 g di farina 00
  • 7 g di lievito per dolci
  • Buccia grattugiata di un limone
  • 1 g di cannella in polvere o 2 g di estratto di vaniglia

Procedimento:
Montare le uova a velocità moderata, come spiega il maestro Xavier Barriga, per dare modo all’impasto di gonfiarsi lentamente ed essere poi più stabile.

Quando le uova cominceranno ad essere spumose aggiungere man mano lo zucchero continuando a montare fino ad ottenere un composto bianco e gonfio e almeno il doppio del suo volume iniziale. Ci vorranno almeno 8/10 minuti.

Mettere a filo il latte e l’olio miscelati.

Su l’olio Xavier Barriga dice di utilizzare anche un buon olio di oliva che non sia però forte o acido, al limite dimezzando la dose e completandolo con olio di girasole. Io per la verità ho deciso di utilizzare quello di mais.

Aggiungere la buccia del limone.

Setacciare la farina con il sale, il lievito e la cannella in polvere.

Inserire nell’impasto le polveri setacciate in più riprese e far assorbire per bene.

Montare ancora per un minuto alla massima velocità il composto e questa è la consistenza finale

mettere in un contenitore con coperchio o al massimo coprire con pellicola.

Adesso un passaggio molto importane: mettere in frigo per almeno 2 ore fino a 24. Perché le Maddalene Spagnole di Xavier Barriga abbiano quell’aspetto così caratteristico , con una bella cupoletta, lui consiglia di lasciarle anche tutte le 24 ore in frigo, io ho lasciato l’impasto a riposare per 15 ore.

Accendere il forno statico a 190°, e lasciare che raggiunga la temperatura per almeno 15 minuti

Tirare  fuori dal frigo l’impasto delle maddalene almeno mezz’ora prima del suo utilizzo.

Per praticità versare l’impasto in una sac à poche  dopo averlo girato leggermente con una spatola.

Distribuirlo negli stampini per muffin foderati con carta forno o i classici pirottini

Preparare per la decorazione ciò che più vi piace.

Io ho utilizzato pezzetti di cioccolato, mandorle, zucchero di canna muscovado e marmellata di prugne home made.

 

Cospargere la superficie delle Maddalene Spagnole di Xavier Barriga  con gli ingredienti sopracitati.

Infornare  ed abbassare la temperatura a 180°.

Cuocere le Maddalene Spagnole di Xavier Barriga per circa 20 minuti. Controllare la cottura con il classico stecchino.

Ditemi, non avete la difficoltà della scelta?

Nel dubbio provatele tutte!

 

 

 

Rose di Brioche

Le rose di brioche sono tanto semplici quanto carine. Forse è la moda del momento quella di realizzare rose con i più svariati impasti o con la frutta e verdura di stagione. Questa volta tocca ad una semplice ma molto buona pasta brioche. Le rose di brioche sono molto morbide e possono essere farcite con creme o marmellate di vario genere. Io le ho spolverate con zucchero di canna prima di essere infornate. Vi confesso che anche “nature” sono ottime per accompagnare un cappuccino la mattina o una buona tazza di cioccolata calda in freddo pomeriggio invernale.

DSCN5264Tempo di preparazione
1 ora
Tempo di cottura
15 minuti
Tempo di lievitazione circa tre ore

Ingredienti

  • 225 ml di latte
  • 1 uovo intero
  • 60 g di zucchero
  • 250 g di farina manitoba
  • 200 g di farina 00
  • 10 g di lievito di birra fresco oppure 5 g secco
  • 100 g di burro a pomata
  • scorza grattugiata di un’arancia
  • 3 g  di sale 

    Preparazione:
    Nella planetaria inserite l’uovo , lo zucchero, , il lievito sciolto in un po’ di latte di quello necessario la scorza di arancia grattugiata. Mescolate bene le due farine ed iniziate ad aggiungerne una parte nei liquidi in planetaria, continuate ad impastare a velocità medio bassa fino ad avere un impasto ben amalgamato, aggiungete la restante farina e per ultimo il sale. Continuate a impastare e aggiungete pian piano il burro a pezzetti un po’ alla volta.

    DSCN5191Dovete impastare a velocità media fino a quando il burro non viene ben assorbito,  continuate ad impastare fino a che l’impasto non risulta lucido ed  elastico e si deve staccare dalla ciotola senza più sporcarla.
    DSCN5193DSCN5197Trasferite l’impasto in una ciotola, coprite con uno strofinaccio umido e lasciate lievitare in un luogo tiepido fino al raddoppio, il forno con la luce accesa andrà benissimo.

Quando l’impasto sarà raddoppiato,

DSCN5215 sgonfiatelo con le mani delicatamente, stendetelo sul piano di lavoro ad uno spessore di 1 cm, ricavate i dei cerchi utilizzando un coppa pasta da 6 cm . Mettere 4 cerchi in fila e fare la prima rosa arrotolando su se stessi i cerchi e poi dividere al centro .

DSCN5221DSCN5230Sistemate ogni rosa ottenuta negli stampi da muffin imburrati e infarinati o in quelli mono porzioni usa e getta.

DSCN5236
Fate lievitare in un luogo tiepido per circa 30-40 minuti o  fino a quando il volume delle rose di brioche non sarà raddoppiato.

DSCN5244
Fate cuocere in forno statico, preriscaldato a 200°C per circa 15 minuti, fino a quando le rose non saranno  leggermente dorate. La vostra cucina sarà inondata da un intenso profumo di pane fresco misto ad un dolce profumo di arancia.
Fatele raffreddare bene su di una gratella e poi farcitele a piacere.

DSCN5262

Castagnole morbide di ricotta

Castagnole morbide di ricotta: Un Carnevale che si rispetti deve essere festeggiato con qualche dolcetto fritto e queste castagnole morbide di ricotta sono davvero deliziose perché sono una variante soffice e più leggera di quella classica. Le castagnole  prendono il nome proprio dalla loro misura simile ad una castagna e queste morbide di ricotta hanno una marcia in più per la loro consistenza e si sciolgono letteralmente in bocca. Se siete più persone vi consiglio di fare la dose doppia perché andranno a ruba. E’ molto importante far riposare l’impasto delle  castagnole morbide di ricotta in frigorifero così le castagnole non assorbiranno troppo olio durante la cottura rimanendo belle asciutte internamente.

DSCN5170Ingredienti

  • 500 g di ricotta vaccina o di pecora se vi piace un sapore più deciso
  • 250 g di farina 0
  • scorza di 1 limone grattugiata
  • scorza di un’arancia grattugiata
  • 75 g di zucchero semolato
  • 150 g di uova intere(circa 3)
  • 1 bustina di lievito per dolci vaniglinato
  • zucchero per la decorazione finale q.b.
  • olio di arachide per la frittura

Procedimento

Mescolate in planetaria con il gancio a foglia, se l’avete, la ricotta con lo zucchero e le uova. Aggiungete le scorze di limone e di arancia grattugiate .

DSCN5155inserite gradualmente anche la farina setacciata con il lievito.

DSCN5157Mettete l’impasto ottenuto in frigo per almeno mezz’ora.

Mettete a riscaldare abbondante olio di arachide in un tegame di dai bordi alti. Quando l’olio avrà raggiunto la temperatura ottimale (tra i 170 e 180 gradi) aiutandovi con 2 cucchiaini, mettete a friggere delle piccole noci di impasto. Dovete friggerne poche alla volta per non abbassare troppo la temperatura dell’olio.

Dopo un minuto o due saranno dorate, si girano da sole, scolatele e fatele asciugare dall’olio  su carta da cucina o paglia.

Spolverizzare con lo zucchero semolato o se preferite a velo e mangiatele ancora calde. Lo zucchero di canna andrà anche benissimo regalando un sapore più deciso.

DSCN5172

Castagnole

Castagnole classiche : e carnevale sia!castag 2

E non potevano mancare le castagnole a Carnevale!!!                                                                           Queste sono morbide al punto giusto e particolarmente profumate di vaniglia….                     Ma vediamo un po’ come realizzarle:

INGREDIENTI
250 gr di farina 00
125 gr di zucchero semolato
2 uova
125 ml di latte ( 1/2 bicchiere circa)
125 ml di olio di semi ( 1/2 bicchiere circa)
mezza bustina di lievito per dolci
i semi di una bacca di vaniglia
1 bicchierino di rum o sambuca
zucchero a velo per decorare

Immagine nikon 004

PREPARAZIONE

In una ciotola montare le uova con lo zucchero semolato , aggiungere l’olio, il liquore, la farina (già setacciata) un po’ alla volta alternandola con il latte, i semi della bacca di vaniglia o, in alternativa una bustina di vanillina, ma il sapore sarà più buono e naturale con i semi. Solo come ultimo ingrediente aggiungere il lievito setacciato continuando sempre con lo sbattitore. Deve avere la consistenza di una pastella densa.

Immagine nikon 013Mettere sul fuoco una pentola dai bordi alti ma non troppo grande, 20- 22 cm di diametro poiché deve contenere poche castagnole alla volta, con olio di semi di arachide preferibilmente, fino a metà altezza.

Quando l’olio sarà ben caldo, fate la famosa prova stecchino, e abbassate la fiamma. Deve raggiungere i 170°. Aiutandovi con 2 cucchiaini versate l’impasto nell’olio e fatele cuocere fino a doratura.

Immagine nikon 015

Scolarle su carta assorbente e poi, una volta sistemate sul piatto da portata spolverarle con abbondante zucchero a velo.

castagn 1

Le Castagnole sono indispensabili a carnevale, fanno parte della nostra cultura e delle nostre tradizioni e divertitevi altrimenti che carnevale sarebbe?