Ricciarelli di Siena

Ricciarelli di Siena, ricetta originale senza glutine…
 L’origine dei ricciarelli di Siena non è molto chiara, di certo si sa che derivano dai marzapane o marzipanetti senesi, conosciuti sin dal XV secolo . A Siena il marzapane era stato importato dall’Oriente e alcune fonti sostengono che l’etimologia della parola derivi dal termine arabo mauthban, che era il caratteristico contenitore dei panetti di  marzapane.
Non si conosce la data precisa della nascita di questi dolcetti, ma si crede che siano una elaborazione appunto del marzapane orientale e che il termine “ricciarello” derivi dalle scarpe con le punte arricciate caratteristiche di quei popoli.
Oggi sono un dolce tipico delle feste conosciuto in tutta Italia, io li ho mangiati per la prima volta in Toscana qualche anno fa e me ne sono innamorata e voi li avete mai provati?
Io vi consiglio di prepararli e condividerli sulla tavola delle feste, vedrete farete davvero un figurone!!

Ricciarelli di Siena, ricetta originale senza glutine...
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo12 Ore
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni25 pezzo circa
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 350 gmandorle
  • 250 gzucchero a velo
  • 30 gacqua
  • 20 gamido di mais (maizena)
  • 1 bustinavanillina
  • 60 galbumi
  • q.b.scorza d’arancia
  • 1/2 cucchiainolievito chimico in polvere

Ricciarelli di Siena, ricetta originale senza glutine: preparazione…

  1. Comprate preferibilmente mandorle con tutta la pelle, la sera prima di preparare i dolci, immergetele un pio di minuti in acqua bollente, scolatele, lasciatele intiepidire e pelatele.

    Lasciatele asciugare all’aria per una notte (o per 15 minuti a 90°C) quindi tritatele finemente.

  2. Ricciarelli di Siena, ricetta originale senza glutine

    Preparate o comprate lo zucchero a velo, l’ importante che sia puro e non contenga amido o altro.

    In una piccola pentola mischiate l’acqua a 100g di zucchero e portate lentamente a bollore, mescolando di continuo.

    Mischiate il resto dello zucchero alle mandorle tritate.

  3. Ricciarelli di Siena, ricetta originale senza glutine

    Preparato uno sciroppo limpido, aggiungetelo alle mandorle, unite la vanillina, qualche goccia di aroma alla mandorla, della scorza grattugiata d’arancia (o dei canditi tritatati finemente) e 40g di albumi.

    Impastate e valutate la consistenza, se troppo sodo e asciutto, aggiungete ancora qualche cucchiaio di albumi, ma senza esagerare.

    Formate un panetto omogeneo e lasciate riposare per 12 ore a temperatura ambiente (in estate riponete in frigo).

  4. Ricciarelli di Siena, ricetta originale senza glutine

    Trascorso il tempo ritagliate i fogli di ostia in modo da ottenere delle foglie.

    Aggiungete il lievito al panetto di pasta di mandorle, impastate e formate un cilindro dal diametro di 5cm circa.

    Affettate il cilindro in dischi spessi poco meno di 1cm.

  5. Modellate i dischetti dando la classica forma del ricciarello, posizionatevi sopra l’ostia e cercate di fare combaciare questa al biscotto.

    Disponete i ricciarelli su una leccarda, con l’ostia rivolta in basso e cospargete con abbondante zucchero a velo.

  6. Ricciarelli di Siena, ricetta originale senza glutine

    Spostate con delicatezza i biscotti su una leccarda ricoperta di carta forno e cuocete in forno statico a 160°C per dieci minuti o fino a che non si formeranno sulla superficie le caratteristiche crepe e i bordi non si coloreranno leggermente.

    Sfornate, lasciate raffreddare prima di spostarli.

    Conservate i biscotti a temperatura ambiente, ben chiusi in un contenitore ermetico, restaranno buoni per parecchio tempo, ma pian piano si induriranno un po.

Se cercate l’ostia da acquistare io ho preso una confezione di questa: Ostia per torrone.

Se vuoi restare aggiornato sulle mie ricette, seguimi su:

facebook pinterestinstagramtwitter.

Da qui, potrai tornare alla HOME e scoprire le nuove ricette!

“In questa ricetta vi è la presenza di link di affiliazione su cui si ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi.”

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da ilcaldosaporedelsud

Salve, mi chiamo Fernanda, sono siciliana di Catania e sono nata nel 1980. Ho uno splendida brigata composta da mio marito e tre meravigliosi figli. Quando mi annoio o sono triste non perdo tempo, faccio le svolte alle maniche e poi di corsa in cucina a preparare qualcosa di buono e sfizioso. Nel mio blog troverete un ampia varietà di ricette, dalle più semplici alle più elaborate, dalle più golose a quelle più giornaliere per approntare un pasto in maniera semplice, pratica e gustosa, ma troverete anche ricette light per quando occorre rimettersi in forma... Insomma, un diario di cucina adatto ad ogni esigenza, che aspettate allora? Andiamo in cucina e prepariamo insieme qualcosa di buono!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.