Pastiera di maccheroni ricetta della tradizione pasquale campana

Pastiera di maccheroni

Ciao a tutti, oggi parliamo di un classico primo piatto che per Pasqua si prepara in Campania. Ci sono due versioni, la pastiera di maccheroni semplice e quella con il così detto “pittolo” che altro non è che un involucro di pasta frolla in cui viene racchiusa la pasta. Quest’ultima è più usuale nell’avellinese, mentre nel vesuviano siamo in pochi a prepararla così, diciamo che da noi vince la pastiera semplice. Prima la si preparava con solo pasta, uova, formaggio pecorino e strutto, in tempi moderni quasi dappertutto è arricchita con salame e formaggio grana, c’è addirittura chi aggiunge caciocavallo o mozzarella.

La nostra pastiera di maccheroni è un classico per il pic-nic di pasquetta, da noi è usanza mangiarla il sabato santo ma se ne prepara sempre qualcuna in più da mettere nel cestino!!!!

Devo specificare che la pastiera può essere cotta anche in padella sul fornello, MA, a parte il fatto che poi non si può chiamare pastiera ma frittata, c’è anche da aggiungere che in questo caso non va fatta troppo alta altrimenti non si cuoce bene all’interno e quindi se decidete di cuocerla in padella, vi consiglio di dimezzare le dosi oppure con queste dosi preparare due frittate.


Pastiera di maccheroni

ingredienti per la pastiera semplice

  • 500 g di pasta bucatini
  • 8 uova
  • 150 g di salame napoli tagliato a dadini
  • 100 g di strutto
  • 100 g di formaggio pecorino grattugiato
  • 100 g di grana grattugiato
  • 1 cucchiaino di pepe macinato al momento
  • sale q b

Come preparare la pastiera di maccheroni

DSCN0025

Cuocere la pasta con qualche ora di anticipo, praticamente la pasta dopo cotta deve riposare, deve, come diciamo noi, “ammassarsi”.

I bucatini cotti al dente non devono essere scolati del tutto. Fate così, quando li scolate recuperate due mestoli di acqua. Mettete la pasta in una bacinella, aggiungete i due mestoli di acqua, coprite e lasciatela raffreddare.

Al momento di preparare la pastiera battete le uova con i formaggi grattugiati e il pepe.

Unite il tutto alla pasta e amalgamate con le mani in modo che le uova siano distribuite per bene.

A questo punto aggiungete i pezzetti di salame e un cucchiaio di strutto e date un’altra mescolata prima di trasferire il composto nella teglia ben unta con lo strutto.

DSCN0028

Cottura della pastiera di maccheroni

Distribuire sulla pasta qualche fiocchetto di strutto e fate cuocete in forno preriscaldato a 190-200° C per circa 40-45 minuti, finché i bucatini in superficie appariranno dorati e croccanti.

DSCN0031

 

 

Per la pastiera di maccheroni “co’ pittl ” preparate la pasta mezza frolla con gli ingredienti che seguono.

Ingredienti per la pasta mezza frolla

  • 500 g di farina
  • 150 g di strutto o burro
  • 2 uova
  • sale
  •  latte se occorre

Impastate su una spianatoia tutti gli ingredienti indicati aggiungendovi un poco di latte se necessario, fino ad ottenere una pasta liscia e non troppo dura. Dopo averla fatta riposare una mezz’oretta stendetela con il matterello e con essa rivestite uno stampo ben unto con strutto o burro.

Versate nello stampo i bucatini preparati come descritto sopra. Coprire il tutto con strisce di pasta frolla disposte a forma di croce di Sant’Andrea. Spargere qualche fiocchetto di sugna o burro e cuocere a forno preriscaldato a 190°C per 40-50 minuti. Mi raccomando controllate, deve essere bella dorata non bruciacchiata come la mia !!! 😀

Non mi resta che aggiungere che entrambe le versioni in foto sono state cotte nel forno a legna e di augurare a tutti voi una splendida serata, ciaoooooo !!!

 

 

Pastiera di maccheroni

Se vuoi seguirmi su Facebook ed essere così sempre aggiornato sulle nuove ricette basta mettere “MI PIACE” → QUI

Seguimi anche su → Twitter  su  → Google+ e su Pinterest

GRAZIE….TI ASPETTO 😉

Precedente Risotto ai carciofi ricetta vegetariana Successivo Torrette di patate con formaggio filante e salsiccia

5 commenti su “Pastiera di maccheroni ricetta della tradizione pasquale campana

  1. Anna maria il said:

    Preferisco la pastiera tradizionale! anche se qui non si usa… io la faccio lo stesso. Qualche altro consiglio per il pranzo di Pasqua? Grazie in anticipo e speriamo di vederci presto!

  2. Salve
    Ma l’acqua di cottura messa da parte (i due mestoli) è da mescolare nell’impasto dopo che la pasta raffredda o deve essere eliminata ?
    grazie a tutti …Buona Pasqua

    • Caro Salvatore, praticamente la pasta non va scolata del tutto e per essere sicuri di non lasciare troppa acqua fai così: quando la scoli recuperi 2 mestoli e li aggiungi di nuovo alla pasta che poi fai raffreddare prima di aggiungere le uova, spero di essere stata chiara, altrimenti per qualsiasi dubbio sono qui…ciaooooo 😀

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.