Cestini di parmigiano con crema di piselli ai pinoli

Cestini di parmigiano con crema di piselli ai pinoli

La fantasia viaggia veloce, nella mia vita e fortunatamente anche in cucina. E così, oltre alla cucina tradizionale lucana, mi piace sperimentare sempre nuovi sapori e nuovi piatti che mi vengono in mente al momento, se non avessi questo blog credo le avrei dimenticate tutte :).
Ma torniamo a noi: se volete qualcosa di acquolinoso e delicato, questa ricetta fa per voi. I Cestini di parmigiano con crema di piselli ai pinoli possono essere un antipasto ma anche un secondo o piatto unico. Aprite freezer e dispensa, se avete piselli, parmigiano e pinoli ci siamo. E non vi fate intimorire dai cestini di parmigiano :), vi assicuro che sono facilissimi da fare.

INGREDIENTI 2/3 PAX
– 400 gr pisellini
– 1 scalogno
– 2 cucchiai di olio evo
– 30 gr di pinoli tostati

– sale qb
– parmigiano grattuggiato qb
– scamorza lucana

PROCEDIMENTO
Cestini di parmigiano
Mettere sul fuoco una padellina antiaderente (circa 16 cm), possibilmente senza bordi (tipo da crepes). Fatela scaldare e coprire con il parmigiano tutta la superficie. Fate cuocere (pochi minuti) e appena il parmigiano si fonde e forma “una crespella” giratelo con una spatola sottile per cuocerlo pochi istanti sull’altro lato. Togliete la padella dal fuoco. Aspettate 30 secondi e aiutandovi sempre spatola sollevate la “crespella” di parmigiano e adagiatela su una ciotola rovesciata per darle la forma di cestino (io ho utilizzato delle tazze da colazione). Si consoliderà e voilà i cestini :).
Crema di piselli ai pinoli
Questa è facilissima 🙂 . Mettete a bollire i piselli (copriteli con acqua, circa + 3 cm) con lo scalogno tritato, aggiungete del sale a vostro piacimento, aggiungete l’olio evo a cottura quasi ultimata. Fate cuocere. Intanto tostate i pinoli. Frullate i piselli con un mixer aggiungendo i pinoli tostati (lasciatene qualcuno per la decorazione).

Servite la crema di piselli ai pinoli nei cestini di parmigiano, decorando con scaglie di scamorza lucana e qualche pinolo.

Precedente Cavolfiore con lampascioni e cruschi Successivo Strascinati mollicati con peperoni cruschi