Crumble di pesche

Il crumble di pesche  è un dolce di origine anglosassone, molto semplice, fatto con una base di frutta, infatti si può scegliere qualunque  tipo di frutta e meglio se di stagione, coperta  da briciole, significato di “crumble” in inglese, di pasta frolla preparata con farina, burro e zucchero. Ci sono  testimonianze di ricette che somigliano al crumble, preparate dai coloni inglesi in America, ma in effetti il crumble come lo conosciamo  è nato in Inghilterra nel dopoguerra, quando a causa della penuria di farina e di burro, si sostituì la pasta frolla  delle famose “pie” inglesi con delle briciole di pasta frolla, fatte con farina, zucchero e un grasso disponibile (lardo, margarina, burro…). Questa ricetta che è molto semplice da preparare, ma squisita e versatile, continuò ad essere preparata anche successivamente ed entrò a far parte dei dolci della cucina inglese più classica.

Di solito il crumble viene abbinato alla  frutta e noi oggi visto che siamo nella stagione migliore usiamo le pesche gialle così sode ma così ricche di sapore . Ma vediamo come si prepara un ottimo crumble di pesche.

Ingredienti

  • 170 g di farina 00 (meglio se per dolci)
  • 100 g di zucchero semolato
  • 100 g di burro
  • 1 bacca di vaniglia
  • la punta di un cucchiaino di sale
  • 600 di pesche a cubetti
  • 150 g di zucchero di canna muscovado
  • 25 g di amido di mais
  • 1/2 cucchiaino di cannella in polvere

Preparazione

Mescolare la farina e lo zucchero in una ciotola, aggiungere il sale, tagliare il burro a tocchetti e metterlo in un’altra ciotola, aggiungere la polpa della bacca di vaniglia, lavorare con la dita il burro per ammorbidirlo e mescolarlo alla vaniglia, a questo punto  unire la farina e lo zucchero e continuare a lavorare il composto fino a fare assorbire tutti gli ingredienti ottenendo un composto che si sbriciola.

Dopo aver preparato e pesato la frutta al netto degli scarti aggiungiamo lo zucchero muscovado, che io preferisco perché conferisce un delizioso sapore di caramello, e la cannella, diamo una bella mescolata in una ciotola incorporando anche l’amido di mais.

Adesso avete due possibilità, o lo preparate in ciotoline monoporzione come ho fatto io questa volta o potete preparare il crumble di pesche in una tortiera e poi porzionare quando la servirete. Io trovo molto pratiche le monoporzioni da consumare al momento più opportuno con maggiore facilità.

Coprire la frutta con le briciole di frolla e infornare a forno già caldo a 180° per 45 minuti circa e comunque fino a quando le briciole saranno dorate.

Sappiate che il crumble può anche essere cotto da solo, per 10-15 minuti, su un foglio di carta da forno, e poi sbriciolato sulla frutta cotta a parte o su qualunque altro dolce.

Se volete arricchire ulteriormente il vostro crumble di pesche servitelo con una pallina di gelato alla vaniglia e sarà letteralmente strepitoso.

Ecco come con pochi ingredienti e frutta fresca potete realizzare un buonissimo dolce che tutti gradiranno!

Gemelli di frolla con gelèe di albicocca

Gemelli di frolla con gelèe di albicocca: sono dei semplici biscotti di frolla con un cuore di gelatina di frutta fresca. Oggi avevo voglia di variare i soliti biscotti così ho preparato una buona frolla con minore zucchero delle classiche ricette perché il cuore inserito è di frutta fresca dolce e aromatizzata. Ne è venuto fuori un vero e proprio pasticcino da consumare a merenda con un tè o una buona tazza di caffè.

Ingredienti

per i cuori di biscotti:

  • 300 gr farina 00
  • 100 gr burro morbido
  • 100 gr zucchero
  • 2 tuorli d’uovo
  • 1gr sale
  • 2,5 gr bicarbonato
  • 5 gr scorza grattugiata di  limone
  • 1/2 bacca di vaniglia
  • 30 gr di acqua
  • zucchero di canna per la decorazione Q.B.

per la gelée di albicocca:

  • 700 gr di albicocche denocciolate
  • 250 gr di zucchero semolato
  • 10 gr di gelatina in fogli
  • 10 ml di succo di limone
  • 2 chiodi di garofano
  • cannella in polvere Q.B. se gradita

Preparazione

Montare il burro con lo zucchero, aggiungere prima i tuorli uno alla volta e poi continuando a  lavorare, gli aromi con il bicarbonato terminando con l’acqua.

Quando si sarà ottenuta una bella crema morbida, versare tutta la farina sul composto e lavorare facendola assorbire tutta.

Mettere l’impasto sulla spianatoia e compattare per bene.

Avvolgere la frolla nella pellicola per far riposare in frigo almeno 2 ore, ma tutta la notte sarebbe ancora meglio, prima di utilizzarla.

Per preparare la gelée mettere a bagno in acqua fredda i fogli di gelatina.

Inserire in una casseruola la polpa a pezzetti delle albicocche con il succo di limone e lo zucchero aggiungere i chiodi di garofano e la cannella.

Lasciare cuocere la composta per dieci minuti, spegnere il fuoco e dopo aver eliminato i chiodi di garofano aggiungere, quando la temperatura sarà scesa intorno ai 50°,  la gelatina strizzata e farla sciogliere. Passare con un mixer la gelée e versarla su una placca foderata di carta forno. Lasciare solidificare per circa 2 ore.

Nel frattempo stendere la pasta frolla all’altezza di circa 3 mm e dare la forma ai Gemelli di frolla con gelèe di albicocca utilizzando uno stampino a forma di cuore.

Sistemare i biscotti su una placca foderata con carta forno e cospargerli di zucchero di canna

Cuocere i biscotti in forno già caldo a 175° per 12-15 minuti circa

Appena sfornati i biscotti si devono sistemare su una gratella a raffreddare

Con lo stesso stampino usato per fare i biscotti tagliare le forme sulla gelée ottimizzando gli incastri

e inserire mano a mano tra due biscotti

per formare i Gemelli di frolla con gelèe di albicocca

Belli e buoni i miei Gemelli di frolla con gelèe di albicocca!

Clafoutis ricetta originale di Limousin

Clafoutis ricetta originale di Limousin: Il clafoutis è un dolce francese, originario di una regione della Francia chiamata Limousin. Un dolce che viene cotto al forno e preparato con una pastella molto simile a quella delle famose crepes. L’ originale è con le ciliegie nere, e solo con esse è considerato l’unico e solo dai depositari della ricetta. Per la sua estrema facilità di esecuzione, la preparazione del clafoutis fatto esclusivamente con le ciliegie viene rielaborato in qualsiasi periodo dell’anno utilizzando la frutta disponibile. In questo caso però, secondo i puristi, il nome sarebbe diverso prendendo  quello di flognarde, soprattutto considerato il fatto che sarebbero proprio i noccioli delle ciliegie, cotte intere, a sprigionare l’inebriante e caratteristico profumo del clafoutis.       Prepariamo quindi  la ricetta francese del Clafoutis ricetta originale di Limousin senza aggiungere altro perché si presenterà da solo al primo assaggio!

 

Ingredienti:

  • 200 ml di latte
  • 100 gr di zucchero semolato
  • 3 uova intere
  • 120 gr di farina 00
  • 30 g  di burro,
  • 500 g di ciliegie nere rigorosamente con il nocciolo.
 Preparazione: 
Mescolare le uova  con lo zucchero inserendole in una planetaria o se non l’avete in una ciotola utilizzando le fruste.
Quando saranno belle spumose
aggiungere  la farina già setacciata ed il burro fuso freddo. Amalgamare con cura perché  non si formino grumi.
Unire il latte a filo a temperatura ambiente.
Imburrare una teglia di circa 22 cm di diametro o foderare lo stampo con carta forno.
Disporre in uno strato le  ciliegie già lavate ed asciugate.
Coprire con la pastella. Infornare e cuocere a 180-200 C° per circa 30 minuti.
Un dolce davvero delizioso anche se ha poco zucchero perché sono le stesse ciliegie a dare quella squisita e profumata dolcezza.
Nella stagione delle ciliegie può fare la differenza pur essendo molto semplice e senza lievito, per una maggiore digeribilità.

Confettura di more di gelsi

Confettura di more di gelsi: è un privilegio avere a disposizione degli alberi di gelsi, preparare una confettura con questi dolcissimi frutti predispone l’animo alla leggerezza e gentilezza. Provatela, assaporatela e mi direte se davvero vi sentirete meglio, un inno alla delicatezza!

Vi conviene cominciare la sera prima perché la preparazione necessita di riposo

Prepariamo adesso la nostra confettura di more di gelsi

Ingredienti:

  • 1 kg di more di gelsi
  • 500 g di zucchero
  • 1 mela
  • 1 limone

Preparazione:

Lavare velocemente le more e togliere il picciolo se non volete mangiarlo

Grattugiare con una grattugia a fori grandi la mela già sbucciata

Inserire in una pentola capace, meglio se più grande, le more con lo zucchero e mescolare

Aggiungere la polpa della mela in cui era stato versato il succo del limone filtrato e mescolare ulteriormente

Accendere il fuoco e scaldare il composto ottenuto senza però portare ad ebollizione, quando si comincia a formare lo sciroppo e si vedono le prime bollicine spegnere la fiamma e mettere un coperchio sulla pentola.

Lasciare così  per tutta la notte

La mattina successiva accendere il fuoco sotto la pentola che non sia troppo vivace, moderato direi, e dopo una rapida rimescolata con un cucchiaio di legno lasciare cuocere per circa 40 minuti. Rimescolare di tanto in tanto

 fare la prova piattino per controllare che sia pronta.

Nel frattempo avrete sterilizzato i barattoli

Io procedo così: anche se i barattoli sono già puliti li sciacquo nuovamente sotto l’acqua corrente e li sistemo capovolti sulla griglia del forno con i loro coperchi. Accendo il forno a 120° e li tengo dentro fino a quando la confettura di more di gelsi non sarà pronta.

A questo punto con la confettura ancora calda riempire i vasetti e mettere subito il tappo che deve essere ben avvitato.

Capovolgere i vasetti e sistemarli sulla placca del forno che avrete mantenuto a temperatura. Inserire la placca bel forno calda e spegnere il forno.

Lasciare i barattoli nel forno fino a quando si saranno raffreddati.

Conservare in dispensa fino al consumo.

 

 

Pesto di zucchine

Pesto di zucchine : dopo quello classico è il più usato a casa mia, facile e veloce risolve molte situazioni ed è buonissimo in ogni stagione, ma in estate la consiglio anche per un piatto di pasta fredda. Il pesto di zucchine oltre al classico abbinamento con la pasta si adatta benissimo su crostini o può accompagnare egregiamente le classiche fettine di carne  o farcire rotolini di roast-beef o di bresaola. Ma confido nella vostra fantasia una volta che lo avrete provato…

Ingredienti

  • 500 g di zucchine
  • 100 g di mandorle pelate
  • 1 piccolo spicchio d’aglio se gradito
  • 50 g di pecorino grattugiato
  • 75 g di parmigiano grattugiato
  • 10 foglie di basilico
  • 4 foglie di menta
  • sale Q.B.
  • pepe Q.B.
  • Olio EVO Q.B.

Preparazione

Lavare e spuntare le zucchine, tagliarle a bastoncini o tagliarle a julienne, salarle e metterle a perdere la loro acqua in un colapasta per circa mezz’ora.

Sciacquare le zucchine, metterle in un contenitore idoneo e, coperte da pellicola forata cuocerle nel micronde per 3 minuti. Rimetterle nel colapasta perché perdano eventuale acqua residua e si raffreddino

Mettere in un mixer le mandorle e ridurle in polvere, aggiungere le zucchine e poi i formaggi grattugiati. Azionare il robot e dal foro inserire le foglie di basilico, quelle di menta, l’aglio e l’olio necessario per creare una crema soffice e quasi vellutata

Ecco fatto, il pesto di zucchine è pronto!

un modo delizioso per assaporare il pesto di zucchine è su semplicissime piccole piadine o pizzette bianche

I miei rolls di pesce e salumi

I miei rolls di pesce e salumi sono dei deliziosi finger food che ho preparato per partecipare alla sfida n.66 dell’MTChallenge.
La bravissima Giovanna, vincitrice della precedente sfida sul Sartù ha proposto l’argomento della sfida di questo mese e io ho pensato dovendo preparare due rolls diversi di provare a giocare con i contrasti: uno con pesce e verdure e l’altro con speck e formaggio.
Ad un carpaccio di merluzzo ho abbinato un pesto di zucchine e mandorle con cuore di olive verdi e nere, il tutto rollato in una sfoglia di lasagna scottata in precedenza. Per la loro base ho fatto una sorta di millefoglie di lasagna e parmigiano.
Per i rolls allo speck, che in questo caso ho utilizzato come involucro esterno, ho associato una crema di robiola profumata alle erbe aromatiche con un cuore di pomodori verdi. Per la loro base ho associato un fiore di pasta frolla salata al parmigiano che abbiamo apprezzato molto.
Ma andiamo a vedere come realizzare i miei rolls di pesce e salumi.
Ingredienti per i rolls di pesce e salumi:
  • 500 g di filetti di merluzzo
  • 500 g di zucchine
  • 500 g di sfoglia per lasagne
  • 100 g di mandorle pelate
  • 1 piccolo spicchio d’aglio se gradito
  • 50 g di pecorino grattugiato
  • 75 g di parmigiano grattugiato + altro per le sfogliette
  • 10 foglie di basilico
  • 4 foglie di menta
  • sale Q.B.
  • pepe Q.B.
  • Olio EVO Q.B.
  • 3 cucchiai di colatura di alici di Cetara
  • il succo di mezzo limone
  • la buccia grattugiata di mezzo limone bio
  • 150 g di olive nere denocciolate
  • 150 g di olive verdi denocciolate
  • 50 g di burro fuso

Preparazione

Lavare e spuntare le zucchine, tagliarle a bastoncini salarle e metterle a perdere la loro acqua in un colapasta per circa mezz’ora.

Affettare con un coltello ben affilato il merluzzo per preparare il carpaccio

Fare un’emulsione con 4 cucchiai di olio Evo, la colatura di alici, il succo del limone, la buccia grattugiata del limone e pepe a piacere

Disporre in una pirofila il pesce e irrorarlo con l’emulsione, si possono sovrapporre gli strati, sempre bagnati con il condimento

Sciacquare le zucchine, metterle in un contenitore idoneo e, coperte da pellicola forata cuocerle nel micronde per 3 minuti. Rimetterle nel colapasta perché perdano eventuale acqua residua e si raffreddino

Sbollentare le sfoglie di lasagna in acqua bollente salata e poi passarle in acqua fredda per bloccarne la cottura. Togliere man mano le sfoglie dall’acqua e metterle ad asciugare su un tovagliolo pulito. Esaurire tutte le sfoglie e farle raffreddare per bene

Mettere in un mixer le mandorle e ridurle in polvere, aggiungere le zucchine e poi i formaggi grattugiati. Azionare il robot e dal foro inserire le foglie di basilico, quelle di menta, l’aglio e l’olio necessario per creare una crema soffice e quasi vellutata

Stendere un foglio di pellicola trasparente della lunghezza di circa 60 cm e adagiare su di essa le sfoglie di lasagne, le mie accostate erano circa 30 cm,  per formare un rettangolo regolare.

Adagiare sulla pasta, ben allineate le fettine di carpaccio di merluzzo scolate dalla loro emulsione lasciando pulita e libera la parte superiore del rettangolo di pasta (lato lungo)

Spalmare il pesto di zucchine sul carpaccio

e in ultimo disporre le olive dimezzate in modo allineato

Arrotolare partendo dal lato ricoperto aiutandosi con la pellicola fino a chiudere il cilindro con la parte finale della pasta rimasta pulita

Bagnare con acqua un piano di lavoro liscio e pulito. Stendere sul piano bagnato altri due fogli di pellicola trasparente di 60 cm di larghezza sovrapponendoli parzialmente (circa 10 cm dei due fogli dovranno essere sovrapposti e ben aderenti l’uno all’altro in modo da ottenere un grande rettangolo). Trasferire su di esso il cilindro di pasta senza la pellicola usata in precedenza e arrotolarlo con la nuova pellicola preparata. Tenere la pellicola per le estremità e far rotolare il roller più volte sul piano bagnato in modo che i lembi si attorciglino e stringano il roller dandogli una forma omogenea e regolare. Chiudi le estremità con un nodo stretto.

Mettere  in congelatore per 2-3 ore, fino a quando abbia raggiunto la durezza che permette di tagliarlo senza deformarlo”

Nel frattempo con un coppapasta tagliare della stessa misura del diametro del roller, le sfoglie di lasagna rimaste

Spennellare tutte le sfogliette con il burro fuso e cospargerle di parmigiano grattugiato

Sovrapporre tre sfogliette alla volta e cuocere in forno già caldo a 200° per circa 10 minuti

Passato il tempo necessario per il raffreddamento del roller affettarlo con uno spessore di circa 2 cm e posizionare ogni singola fetta sulla millefoglie di lasagne

 

 

Ingredienti per i rolls di speck e robiola

  • 200 g di speck affettato sottile
  • 200 g di robiola
  • 2 rametti di timo limoncino fresco
  • 1 rametto di origano fresco
  • 3 rametti di basilico siciliano
  • pepe Q.B.
  • 2 pomodori verdi San Marzano
  • 1 cucchiaino di olio aromatizzato al basilico
  • 4 g di sale + Q. B.
  • 150 g di burro
  • 250 g di farina 150w ( debole)
  • 75 g di parmigiano grattugiato
  • una presa di pepe nero
  • 25 g di zucchero
  • 25 g di uova intere

Preparazione

Impastare il burro con la farina in una planetaria con il gancio a foglia poi aggiungere il parmigiano e il pepe nero 4 g sale e lo  zucchero, infine l’ uovo sbattuto.

Far compattare bene il tutto e fare un panetto da avvolgere in pellicola. Mettere in frigorifero e  far riposare tutta la notte.

Affettare con una mandolina i pomodori che devono essere verdi e turgidi, togliere eventuali semini centrali, salare e mettere in un colapasta a far perdere l’acqua di vegetazione

Mescolare bene con un cucchiaio di legno la robiola con le foglioline di erbe aromatiche, io le ho lasciate intere perché erano molto piccole, fino ad ottenere una crema soffice

preparare le pellicola come per i rolls precedenti e sistemare le fettine di speck sovrapponendole leggermente tanto per formare un rettangolo di circa 35 cm

Spalmare la crema di robiola sul rettangolo di speck avendo cura di lasciare un bordo per la chiusura del roller

Tamponare i pomodori e mescolarli delicatamente con l’olio aromatizzato

Allineare i pomodori sulla robiola e cospargerli con le foglioline di basilico siciliano; preparare il roller come in precedenza.

Tenere in freezer per 2 – 3 ore

Nel frattempo preparare i biscottini di pasta frolla salata

Stendere l’impasto a circa 5 mm e ritagliare con uno stampino a fiore il biscotto di frolla salata

Sistemare i biscotti su una placca foderata con carta forno e cuocere a forno già caldo a 180° per 15 minuti

Una volta sfornati far raffreddare su una griglia prima di essere utilizzati

Affettare il roller a circa 1,5 cm e adagiare ogni roll su un fiorellino di frolla salata

I miei rolls di pesce e salumi si presentano benissimo su una tavola elegante, ma anche per stuzzichini informali fra amici

Bisogna ammettere che non è semplicissimo preparare i rolls, anche i miei rolls di pesce e salumi, ma credo che con il tempo e la pazienza ci si possa davvero sbizzarrire, ancora un sentito grazie a Giovanna di Gourmandia

e sempre a MTC   per gli stimoli che in ogni sfida mette in campo.

PIZZETTE IN PADELLA SENZA LIEVITO

PIZZETTE IN PADELLA SENZA LIEVITO: Capita spesso di accorgersi di non avere pane o vostro figlio invita gli amici a restare a cena e quello che c’è in dispensa non è sufficiente per tutti. Questa è una ricetta per risolvere il problema in poco tempo mantenendo un gusto davvero invitante molto simili a quelle lievitate. L’impasto ricorda molto il soda bread il pane irlandese famoso nel mondo. Vi consiglio comunque di provarle perché sono un’ottima base per cene, aperitivi e spuntini di ogni genere.

Ingredienti per 16-18 pizzette

  • 200 g di farina
  • 50 ml di acqua tiepida
  • 50 ml di latte tiepido
  • 1 cucchiaio d’olio EVO
  • 1 cucchiaino raso di bicarbonato
  • 1 presa di sale

Preparazione

Miscelare la farina, il bicarbonato e il sale in una ciotola. Aggiungere l’olio, poi l’acqua tiepida e il latte. Mescolare bene prima con un cucchiaio di legno e poi impastare a mano fino a quando si avrà un impasto morbido e compatto. L’impasto si può realizzare anche in una planetaria.

Stendere l’impasto a circa 1/2 cm di altezza e tagliare dei tondi utilizzando un coppapasta o anche solo un bicchiere.

Scaldare una padella antiaderente leggermente unta con olio EVO.

Cuocere le pizzette in padella, a fiamma moderata, 3-4 minuti per lato, ungere con l’olio la padella ad ogni nuova “infornata”.

Consiglio di spennellare con pochissimo olio EVO ogni pizzetta prima di girarla.

Come avete potuto notare  le vostre pizzette in padella senza lievito, si preparano in pochissimo tempo,

sono ottime da gustare con salumi o formaggi di vario genere,

saranno perfette con tutto quello che vi piace di più.

Torta Rosa della Mamma

Torta Rosa della Mamma  preparata per la sua e anche la mia festa, può sembrare un po’ impegnativa, ma vi garantisco che il suo gusto e la sua morbidezza vi ripagherà del vostro tempo e della dedizione che le avete profuso. Ma la vostra mamma e la vostra famiglia non meritano tutto questo? Io credo proprio che si meritino una spettacolare Torta Rosa della Mamma  preparata su una base crostata morbida con crema pasticcera e fragole sormontata da una mousse diplomatica al profumo di limone e una gelée di fragole.

Ingredienti

per la crostata morbida

guardare la mia ricetta qui

per la crema pasticcera 

guardare la mia ricetta qui

prepararne un po’ in più, diciamo un’altra mezza dose, per guarnire il dolce durante il montaggio.

per il pan biscotto

  • 4 uova
  • 140 g di zucchero
  • 120 g di farina 00
  • 4 g di lievito per dolci
  • 4 cucchiai di acqua tiepida

per la mousse e la gelée di fragole

  • 500 g di panna fresca
  • 500 g di crema pasticcera pronta
  • 30 g di gelatina in fogli (colla di pesce)
  • 20 ml di succo di limone
  • 10 g di buccia grattugiata di limoni biologici (circa 2 grandi)
  • 650 g di fragole
  • 300 g di zucchero semolato

per lo sciroppo

  • 200 ml di acqua
  • 80 g di zucchero
  • la buccia di un limone e il suo succo

Per la decorazione finale

  • fragole Q.B.
  • 2-3 cucchiai di confettura di albicocca o gelatina naturale
  • 1 cucchiaio di acqua
  • 200 ml di panna montata

Procedimento

Cominciamo a preparare le crema pasticcera e facciamola raffreddare completamente.

Prepariamo adesso la base della crostata morbida

Adesso tocca preparare il pan biscotto:

Lavorare i 4 tuorli con i 4 cucchiai di acqua aggiungere lo zucchero e sbattere fino a farli diventare spumosi.

Aggiungere la farina setacciata con il lievito e poi anche gli albumi montati a neve alla velocità minima, o anche a mano con una spatola.

varie 13 giugno 029

varie 13 giugno 034Spalmare il composto sulla placca del forno foderata con carta forno e infornare a forno già caldo a 180° per 12 minuti circa.

 

varie 13 giugno 035

Una volta cotto lasciare da parte dopo averlo tolto dalla placca del forno, quando sarà freddo conservare avvolto con pellicola.

Preparare adesso la gelée di fragole.

Mettere in ammollo in acqua fredda 20 g di gelatina per realizzare la gelée di fragole

Tagliare a pezzetti le fragole e  frullarle con lo zucchero e 10 ml di succo di limone

Prelevare 3 cucchiai di purea ottenuta dalle fragole e scaldarla al microonde o anche in un pentolino, inserire la gelatina ben strizzata  e farla sciogliere bene prima di versala nella purea rimasta. Mescolare tutto molto bene e versare 2/3 in uno stampo di silicone a forma di rosa,

con l’altro terzo di gelée preparare un disco distribuendola in una teglia foderata con pellicola della dimensione dell’interno della crostata morbida.

Mettere gli stampi in freezer per almeno 2 ore

Mettere in ammollo gli altri 10 g di gelatina in acqua fredda

Per preparare la mousse montare la panna, lasciando da parte 2 cucchiai che scalderete per sciogliere i fogli di colla di pesce.

Prendere i 500 g di crema pasticcera e lavorarla in planetaria o con le fruste per renderla più leggera, aggiungere la buccia di limone grattugiata finemente e il succo di limone rimasto poi molto lentamente aggiungere la panna montata.

Scaldare la panna messa da parte e sciogliervi i fogli di gelatina ammollati. Fare attenzione che sia senza grumi e versare tutto nella crema diplomatica

Versare la mousse ottenuta sulla gelée di fragole ormai solidificata e rimettere in freezer a congelare

Preparare lo sciroppo scaldando insieme tutti gli ingredienti fino a quando lo zucchero si sarà sciolto completamente

Prendere la base di crostata morbida e bagnarla leggermente con lo sciroppo ricoprire con il disco di gelèe di fragole

sopra spalmare uniformemente della crema pasticcera ripassata nella planetaria e sistemare al centro un disco di pan biscotto della stessa misura dello stampo in silicone.

Decorare con le mezze  fragole tutto intorno al disco di pan biscotto aiutandosi per farle aderire bene con pochissima crema pasticcera.

Spennellare le fragole con della confettura di albicocca  scaldata con un cucchiaio di acqua perché siano lucide e si conservino bene. Avete così preparato la prima parte della vostra Torta Rosa della Mamma

Inumidire il disco di pan biscotto  con lo sciroppo

 

Appoggiare sul disco di pan biscotto inumidito la rosa prelevata dal freezer, fare attenzione quando togliete lo stampo, la fretta potrebbe compromettere tutto il lavoro.

Con la crema pasticcera rimasta mescolata alla panna montata fare una diplomatica che inserita in una sàc a poche vi servirà per fare gli ultimi decori.

Far scongelare la Torta Rosa della Mamma  in frigo e servirla per la gioia dei vostri commensali.

 

 

Plumcake con glassa croccante

Plumcake con glassa croccante: Se volete regalarvi un dolce diverso dal solito con una crosticina molto invitante, molto simile a quella che trovate sui panettoni o sulle colombe dovete assolutamente assaggiare questo Plumcake con glassa croccantevi regalerà dolci note con fondo mandolrlato dovuto proprio alla sua glassa che contiene farina di mandorle, un dolce soffice e ricco di aromi vanigliate e agrumate.

Ingredienti

  • 250g di farina
  • 2 uova intere
  • 50 g di burro a pomata
  • 120 ml di latte
  • 150 g di zucchero
  • 1 bustina di lievito in polvere
  • 1 bacca di vaniglia
  • la buccia grattugiata di 1 arancia

Ingredienti per la glassa

  •  60 g tpt (metà farina di mandorle e metà di zucchero a velo)
  • 9 g farina di mais
  • 9 g di cacao amaro
  • 18 g di fecola di patate
  • 165 g di zucchero
  • 42 g di albume
Preparazione 

Dividere i tuorli dagli albumi.

Montare  a neve gli albumi con uno sbattitore elettrico o con la frusta in planetaria.

 

A parte montare i tuorli con lo zucchero, aggiungere il latte, il burro e la farina setacciata un poco alla volta continuando a montare. Per ultimo aggiungere il lievito setacciato.

Incorporare gli albumi montati a neve alla velocità minima fino a completo assorbimento.

Versare l’impasto nello stampo da plumcake rivestito com la carta da forno.

Passare longitudinalmente una lama passata nel burro caldo

Infornare a forno già caldo per 40 minuti a 180 gradi.

Nel frattempo preparare la glassa per la guarnizione.

Mescolare insieme  tutti gli ingredienti tranne l’albume che si aggiungerà per ultimo e così semplicemente la glassa è pronta per essere distribuita sul plumcake che diventerà croccante dopo una veloce cottura.

Sfornare il plumcake, dopo aver controllato con uno stecchino se l’interno è ben cotto

e mentre è ancora caldo spargere sulla parte centrale la nostra glassa, mettere ancora in forno per circa 10 minuti.

Alla fine il vostro Plumcake con glassa croccante risulterà così come in foto, con una crosta croccante e molto invitante

Come avete potuto notare il Plumcake con glassa croccante è di facile esecuzione ma sembra proprio come uno di quelli comprato in pasticceria.

 

Cupcake al Mojito e Ananas

Cupcake al Mojito e Ananas : la sfida di questo mese per Re:cake 2.0  è davvero nuova per me e molto interessante dal punto di vista dei sapori e profumi sprigionati da queste deliziose cupcake. Io non sono una che beve molto, direi quasi nulla, basta un cocktail a farmi andare su di giri, ma qualche volta mi sforzo, anche per darmi un tono ahahaha, di bere qualcosa, e proprio il mojito è uno dei pochi che assaporo con piacere, sarà quella forte presenza di menta che adoro o lo zucchero di canna che lo rende anche così popolare. Quando ho letto di questa sfida delle Cupcake al Mojito e Ananas ho deciso di provare la ricetta tale e quale, ma quando si è parlato degli estratti di menta e simili mi sono ricordata di un regalo ricevuto da mia nipote che da Malaga mi aveva portato proprio un’estratto aromatizzato al Mojito. Quale modo migliore per testarlo? Non sono una che usa con piacere concentrati ed estratti che io chiamo “finti”, ma devo ammettere che nelle Cupcake al Mojito e Ananas questo ci sta perfettamente. Ecco di seguito la ricetta e l’esecuzione dal sito di Recake-2.0. Chiaramente le foto passo passo sono mie perché io amo corredare le mie ricette con tante foto che ne spieghino al meglio l’esecuzione, anche per i principianti che a volte non sanno proprio da dove cominciare.

Per il frosting se non volete esagerare potete dimezzare la dose che sarà comunque sufficiente a decorare le Cupcake al Mojito e Ananas o potrei consigliare anche una variazione sul tema utilizzando la mia crema al mascarpone da aromatizzare sempre con rum e menta.

Ingredienti (per circa 12 cupcake)

115 g di burro a temperatura ambiente
190 g di zucchero
3 uova a temperatura ambiente
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
65 g di latticello o yogurt greco
180 g di farina 00
60 ml di succo di ananas
4 cucchiai di rum
scorza di lime grattugiata
1 e 1/2 cucchiaino di lievito
1/2 cucchiaino di sale
Per il frosting al mojito:
230 g di burro a temperatura ambiente
500-600 g di zucchero a velo
65 ml di succo di lime
Foglioline di menta per guarnire
Foglioline di menta tritate
4 cucchiai di rum (opzionale) (io ho usato 1 cucchiaino di preparato x mojito)
Procedimento
In una ciotola mescolate la farina, il sale e il lievito.
In un’altra ciotola unite il latticello o yogurt greco, il succo di ananas e il rum.
In una terza ciotola lavorate a crema il burro con lo zucchero fino a ottenere un composto gonfio e spumoso.
Aggiungete l’estratto di vaniglia, la scorza di lime
e le uova, inserendole una alla volta.
Lavorate fino a ottenere un composto omogeneo.
Aggiungete ora la miscela di latticello e mescolate.
Inserite a questo punto la farina, in due riprese. Lavorate il tutto fino a ottenere un composto liscio.
Versatelo nei pirottini fino a riempirli per i 3/4 della loro capienza.
Cuocete in forno caldo a 180 gradi per 18 minuti. Sfornateli e lasciateli raffreddare bene.
Preparate il frosting:
Lavorate il burro per circa due minuti con uno sbattitore elettrico a velocità media. Aggiungete lo zucchero a velo e proseguite a lavorare il composto. Aggiungete il succo di lime, il rum (io l’estratto per mojito) e le foglie di menta tritate finemente.
Decorate le cupcake ormai ben fredde con il frosting ottenuto,
e rifinite con foglioline di menta.
Conservate in frigo.
Con questa ricetta partecipo a Re-cake #23