Marmellata di arance

La marmellata di arance è una delle confetture che amo di più, la preparo ogni inverno e la utilizzo anche per aromatizzare le torte.

La ricetta che vi propongo è facile e, con un piccolo trucchetto, potrete inserire anche le scorze dell’arancia senza avvertire l’amaro della parte bianca.

Per riporla utilizzate sempre vasetti sterilizzati e conservatela al buio.

Se amatele conserve provate anche la confettura di fichi e i fichi caramellati, sono favolosi!

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    30 minuti
  • Cottura:
    1 ora
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • 1 kg Arance Navel (senza buccia)
  • Succo di 1 limone
  • 600 g Zucchero
  • Scorza di 2 arance

Preparazione

  1. Per preparare la marmellata di arance utilizzate arance biologiche con la buccia grossa.

    Pelate le arance conservando anche la buccia, una parte la utilizzeremo nella marmellata, le altre potete farle candite o aggiungere la scorza ai dolci.

  2. Prendete la buccia di due arance, tagliatele a striscioline, mettetele in un pentolino e fatele cuocere per 5 minuti, scolatele e ripetete l’operazione altre due volte; con questo procedimento perderanno l’amaro e potrete inserirle nella marmellata senza problemi.

  3. Tagliate la polpa delle arance a pezzettini, mettetela in un tegame, unite lo zucchero, il succo del limone e la scorza delle due arance, e ponete sul fuoco. Portate il tutto a bollore mescolando per far sciogliere lo zucchero poi fate cuocere per 1 ora circa.

  4. Se preferite la marmellata più liscia frullatela con il frullatore ad immersione altrimenti lasciatela così. Per verificare la cottura fate la prova piattino, versate su un piattino un cucchiaino di marmellata e fatela raffreddare, girate il piattino e, se non cola, è pronta.

  5. Versatela nei vasetti sterilizzati, pulite bene i bordi e chiudeteli con i coperchi stringendo bene. Capovolgete i vasetti e lasciateli raffreddare poi verificate che il sottovuoto sia avvenuto correttamente.

    La marmellata di arance è pronta.

Note

Se volete conservare la marmellata più a lungo mettetela nei vasetti, chiudeteli, inseriteli in un tegame, copriteli dì acqua fredda e portate a bollore. Fateli bollire 20 minuti poi spegnete il fornello e fate raffreddare i vasetti nel tegame.

Vi lascio anche il link del ministero della salute per ottenere conserve perfette senza rischi per la vostra salute.

*****************************

Per consigli sulla realizzazione delle ricette contattatemi su FACEBOOK

Se vi fa piacere potete seguirmi sui social che preferite (cliccate sulla scritta)

FACEBOOK – PINTEREST – INSTAGRAM – TWITTER

Precedente Tortelli di castagne fritti o al forno Successivo Patate al forno croccanti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.