Casagai o Cazzagai – ricetta antica

Casagai o Cazzagai, nome stranissimo di un piatto povero di una volta, molto usato nelle famiglie contadine dell’Appennino reggiano, a base di polenta e fagioli.

Non conoscevo questo piatto fin quando non mi capita, tra uno zapping e l’altro, di vederlo preparare nella trasmissione Geo. Curiosa mi sono subito documentata su Google ed ho scoperto che la ricetta molto antica ha varie versioni, c’è chi la prepara con cotenna di maiale, chi con strutto, oppure con salsiccia, quella presentata in trasmissione è in assoluto più leggera perché senza aggiunta di grassi, se non olio di oliva per la preparazione dei fagioli ed olio di semi per la frittura finale dei casagai. Ho provato la ricetta la sera stessa così come l’aveva preparata la signora nel servizio e ne abbiamo consumato metà subito, l’altra parte l’ho messa in frigo e fritta il giorno dopo. E’ piaciuta tantissimo, tanto che dopo due giorni il marito ha chiesto di fare il bis ed ha pure raccomandato di aggiungere quella buonissima pancetta comprata apposta. Naturalmente ogni desiderio del marito deve essere esaudito, e che te lo dico a fare, mi sembra, (per non dire che è peggio ;)) una donna incinta con le sue voglie ! Per farla breve, inutile dire che la seconda variante dei casagai è piaciuta di più ed allora vi scrivo la ricetta con la mia variante, per farla provare anche a voi. Non perdetela. 😉

Casagai o Cazzagai ricetta
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    circa 40 minuti
  • Cottura:
    10 minuti
  • Porzioni:
    6 persone
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Farina di mais (precotta) 300 g
  • Fagioli borlotti (lessati) 150 g
  • Pancetta 60 g
  • Formaggio Grana (grattugiato) 1 cucchiaio
  • Sale-Pepe q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Rosmarino (tritato) 1 ciuffo
  • Aglio 1 spicchio
  • Peperoncino (facoltativo) q.b.
  • Olio di semi di mais q.b.

Preparazione

  1. Preparare i fagioli

    In una padella fate rosolare lo spicchio d’aglio con dell’olio extravergine, abbondante rosmarino tritato e la pancetta tagliata a dadini piccoli. Quando l’aglio sarà imbiondito versate nella padella i fagioli scolati dalla loro acqua ed aggiustate di sale, eliminate l’aglio quindi fate insaporire a fuoco dolce mescolando di tanto in tanto, i fagioli sono piuttosto asciutti e potrebbero attaccarsi al fondo.

  2. Preparare la polenta

    A questo punto preparate la polenta: Versate a pioggia la farina di mais in acqua bollente giustamente salata. Per non formare grumi vi consiglio di aggiungere un filo di olio all’acqua prima di aggiungere la farina. Cuocete la polenta, continuando a mescolare, per il tempo indicato sulla confezione, se usate farina precotta di solito sono indicati sia il tempo di cottura sia la quantità di acqua con relativa dose di farina.

  3. Quando la polenta sarà pronta, unite i fagioli, il formaggio grattugiato, un pizzico di pepe se piace e mescolate, fate cuocere ancora per qualche minuto affinché l’amalgama risulti perfetto.

    Una volta pronti, i casàgai si possono mangiare caldi, come una normale polenta oppure lasciarla raffreddare per poi friggerla.

    Si procede in questo modo: Si distribuisce il composto in un piatto e si fa raffreddare a temperatura ambiente per poi riporlo in frigo. Io ho usato uno stampo da plumcake, decisamente più pratico. Ho messo lo stampo in frigo e ripreso il giorno dopo. Ho capovolto lo stampo e tagliato i casagai a fette, il taglio originale è a spicchi, visto che la polenta prende la forma del piatto.

     

Friggere i casagai

  1. Casagai o cazzagai

    I casagai si fanno friggere in olio di semi finché non raggiungono una bella doratura, si girano delicatamente per non romperli, vi consiglio di girarli dopo che si è formata la crosticina dorata. Aspettate che si dori anche l’altro lato, quindi scolate i casagai dall’olio e poneteli su carta assorbente per asciugarli dall’olio in eccesso.

    Serviteli caldi con un pizzico di sale ma se avanzano sono buonissimi anche freddi.

  2. Leggi anche :

    Girasoli di polenta con cuore di provola salamino e funghi

    Migliaccio salato – ricetta antica rivisitata

  3. C’è una nota da sottolineare per quanto riguarda i tempi di preparazione, ho indicato circa 40 minuti se si prende la farina di mais precotta e naturalmente anche fagioli già lessati altrimenti i tempi si allungano di molto. Invece per i tempi di cottura ho indicato soltanto il tempo che occorre per friggere i casagai. Detto ciò sappiate che se utilizzate la farina di mais che cuoce in 40-50 minuti ed i fagioli secchi da mettere a bagno la sera prima e cuocere per 2 ore e mezza, ebbene il risultato finale sarà diverso. Diverso perché sarà molto più buono. 😉

Note

Se le mie ricette ti piacciono seguimi anche su Facebook mettendo “MI PIACE” alla mia pagina → QUI

Seguimi anche su → Twitter  su  → Google+  su Pinterest  e su → Instagram

Precedente Conchiglioni ripieni al ragù Successivo Torta albero di Natale

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.