Dado vegetale

Preparare il dado vegetale in casa è davvero facile, economico e soprattutto è salutare, non ci sono addensanti, conservanti, glutammato o roba simile. Naturale al cento per cento. Poche regole da seguire: non aggiungete acqua durante la cottura delle verdure, e una volta preparato il vostro dado vegetale va conservato o in vasetti di vetro sterili, oppure porzionato in cubetti e riposto in freezer in un contenitore di plastica. Potete conservarlo in frigo per circa un mese o in freezer per 6 mesi. Successivamente per ottenere un buon brodo, sciogliere il dado vegetale il un litro di acqua.

pizap.com13902212864101

Dado vegetale

Ingredienti:

250 g di zucca (o zucchina secondo la stagione)

1 carota

1 cipolla

150 g di sedano

4 pomodorini

1 spicchio di aglio

prezzemolo

basilico

2 cucchiai di olio

150 g di sale marino integrale

 

Preparazione:

Lavate, pulite e tagliate a pezzi tutte le verdure. Sistematele in una pentola con i due cucchiai di olio e il sale.

001

Cuocete le verdure per circa 1 ora a fuoco basso e con la pentola coperta, mescolando di tanto in tanto per non farle attaccare. Non aggiungete acqua. Quando saranno cotte, frullate le verdure con un frullatore ad immersione. Cuocete ancora per 30 minuti (mescolando all’occorrenza) finchè il composto non si sarà ristretto e si staccherà dalle pareti. A questo punto trasferite il composto sulla carta forno, livellatelo e lasciatelo raffreddare.

004 (2)Una volta che il composto si sarà completamente raffreddato tagliatelo a cubetti (proprio come un dado) e ponete i cubetti ottenuti nel congelatore finchè non si saranno induriti. Quindi staccate i cubetti dalla carta forno, sistemateli in un contenitore di plastica e rimettete il tutto nel congelatore.

Seguimi anche su Facebook 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Treccia rustica agli spinaci Successivo Cioccolatini di San Valentino

16 commenti su “Dado vegetale

    • greenfood&cake il said:

      No cara, le verdure non bruciano perchè contengono acqua di per se, che viene cacciata fuori, cuocendo a fuoco basso e con il coperchio! Provalo e non acquisterai più quello confezionato!!! Un abbraccio 🙂

        • greenfood&cake il said:

          Ciao cara, nella ricetta l’ho scritto! 1 mese in frigo, 6 mesi se conservati in freezer 🙂 In realtà si potresti conservarli avvolti dalla pellicola, ma io non lo faccio, li sistemo in un contenitore di plastica e faccio più strati di dadi, separandoli solo con la carta forno!!! Ciao un abbraccio

  1. Lidia il said:

    Ciao,
    Una domanda: diminuendo la quantità di sale (devo usarlo per il mio cucciolotto in fase di svezzamento) si conserva per meno tempo vero?

    • greenfood&cake il said:

      In realtà si, ma questo vale se lo conservi in frigorifero. Perchè nel freezer valgono sempre i 6 mesi di conservazione. 🙂 Io ho iniziato a produrre il dado vegetale proprio quando è nata la mia prima bambina. E non solo il dado…praticamente io non ho mai comprato omogenizzati o roba simile, tutto ma proprio tutto fatto da me! Hai presente i biscottini tipo “Plasmon” anche quelli…ciao un abbraccio 🙂

  2. Carmen il said:

    Il sale in che quantità viene misurato (nel senso se aumento la quantità delle verdure in che misura devo aumentarlo?).
    Io ho prodotto x 2 volte questo dado buono e genuino ma è sempre venuto sciapito perché ho messo il sale ad occhio (ed io tendenzialmente cucino sempre insipido x paura di cucinare salato).
    Ciao

    • greenfood&cake il said:

      Allora cara, io nella ricetta ho scritto 150 g di sale. Quindi devi calcolare sempre quel peso (150 g) per circa 700/750 g di verdura. Ciao e a presto.

  3. Rita il said:

    Ciao! Prima di tutto complimenti per il tuo blog, che mi entusiasma tantissimo perché anche io sono sportiva e amo una cucina il più possibile sana e genuina! Sono sempre alla ricerca di nuove idee “green” da sperimentare, ma ad essere sincera non ci sono tante fonti ispiratrici in rete, sono pochi purtroppo quelli che seguono questa filosofia, quindi imbattermi nel tuo blog è stata un po’ una rivelazione, ancora tanti complimenti! Riguardo a questa ricetta ti volevo chiedere quanti cubetti (all’incirca!!) devo ricavare dal composto, più che altro per avere delle dosi giuste da sciogliere poi in un litro d’acqua.

Lascia un commento

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.