Brioche vegana

La mitica brioche vegana

Cari amici oggi vi lascio la ricetta di una sofficissima brioche vegana , cioè senza uova, latte e burro…

Avete presente quelle belle brioche morbide e profumate, che però ahimè sono sempre troppo complicate con gli ingredienti? Troppo burro, e poi le uova e poi il latte; per il mio stile di vita ci sono sempre troppi ingrdienti! E invece io oggi vi propongo una bella brioche buona buona ma con pochi e semplici ingrdienti.

Non vi lasciate intimorire dal titolo brioche vegana!!! Questa brioche è solo semplice ed è per tutti…pure per chi vegano non lo è (io per esempio non lo sono). Ma sopratutto è perfetta per chi, come me, è intollerante al lattosio o alle uova.

E allora segnatevi tutti gli ingredienti e preparate con me la brioche più buona che ci sia.

  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    4 ore
  • Cottura:
    25 minuti
  • Porzioni:
    8/10
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Farina 0 (bio) oppure di Tipo 1 300 g
  • Acqua (temperatura ambiente) 125 ml
  • Olio di semi di girasole (spremuto a freddo) 30 g
  • Lievito di birra fresco 8 g
  • Zucchero di canna 30 g
  • Scorza di limone (biologico) 1
  • Vaniglia 1/2 bacca
  • Sale 1 pizzico

Preparazione

  1. Nella ciotola della planetaria inserisci la farina, l’acqua a temperatura ambiente, l’olio, il lievito di birra sbriciolato, lo zucchero di canna, la scorza del limone grattugiato, i semini della bacca di vaniglia e infine il sale. Fai partire la planetaria con velocità minima e lavora l’impasto per 5 minuti, finchè non otterrai un impasto bello compatto e che si stacca facilmente dalle pareti della ciotola.

    Se non possiedi la planetaria puoi fare questa operazione a mano sulla spianatoia.

    Quindi metti a lievitare l’impasto in una ciotola leggermente oliata e coperto da pellicola per alimenti.

    L’impasto deve lievitare ad una temperatura costante per almeno 2 ore e 1/2…quindi è preferibile porre la ciotola nel forno ad una temperatura di 30°

  2. Quando l’impasto sarà lievitato, ponilo su di una spianatoia e dividilo in sei parti uguali.

  3. Stendi ogni pezzo a rettangolo, ripiegando la parte superiore a “busta”…così come vedi nell’immagine.

  4. Avvolgi il rettangolo su se stesso, portando la parte in alto verso l’interno, così per formare un specie di panino allungato.

  5. Sistema i filoncini uno accanto all’altro in uno stampo da plumcake da 28 cm(foderato con carta forno) e fai lievitare ancora per 1 ora e 1/2 o per lo meno finchè la brioche non avrà raggiunto il bordo.

    Ti consiglio di proseguire la lievitazione sempre in forno a 30° oppure semplicemente con la lucina accesa.

  6. Cuoci quindi la brioche in forno a 180°C per 25 minuti.

    Deve essere dorata ma non molto scura. Quando avrai tirato fuori dal forno la brioche vaporizzala con dell’acqua calda così da mantenere la morbidezza.

  7. Una volta che la vostra brioche vegana si sarà raffreddata potete cospargela con dello zucchero a velo di canna.

Suggerimenti

La brioche vegana si conserva morbida per qualche giorno se conservata in un sacchetto per alimenti, ma personalmente preferisco tagliarla a fette e congelarla…si scolgela in pochi minuti a temperatura ambiente ed è buonissima e soffice come appena sfornata!

Se diminuisci le quantità di zucchero e aumenti un pochino il sale, ottieni un ottimo panbrioche rustico 😉

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Muffin di carote e yogurt Successivo Tortine vegane all'arancia

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.