Crea sito

Insalata di polpo e patate

L’insalata di polpo e patate è un piatto tipico della cucina mediterranea, perfetto come antipasto, secondo piatto o piatto unico; tutto dipende dalla quantità che ne servite.

Il polpo non è difficile da cucinare, eppure molte persone rinunciano perchè affermano che non riescono a ad avere carni tenere e succose. Io utilizzo questo metodo da anni e non ho mai avuto problemi.

Se volete essere sicuri della buona riuscita del piatto seguite la ricetta alla lettera, la preparazione non è velocissima ma vi garantisce un piatto delizioso.

Acquistate dal vostro pescivendolo, un polpo fresco o, se non lo trovate decongelato, il polpo deve avere otto tentacoli e due file di ventose.

Se siete poco pratici fatelo pulire, ormai lo fanno tutti anche i supermercati con pescheria annessa. Conservatelo in frigo per poco tempo, al massimo per un giorno, nella parte più fredda.


Il mito del tappo di sughero… il tappo di sughero non serve a nulla, non rende il polpo più morbido, era un’usanza tipica della città di Bari, dove i “polpari” vendevano il polpo bollito per strada. Dopo averli pescati, li cucinavano in grandi pentoloni e, per riconoscerli, ogni pescatore legava un tappo di sughero con un simbolo diverso ai suoi polpi. Quando li vendeva recuperava i tappi che venivano riutilizzati per la cottura successiva. In questo modo ognuno riconosceva e vendeva il suo prodotto senza problemi.

Se amate il pesce provate anche il branzino al cartoccio oppure i gamberi gratinati al forno.

L’insalata di polpo e patate è un piatto favoloso per l’estate; patate e polpo a cubetti conditi da una deliziosa citronette composta da olio, limone, sale e pepe, alla quale aggiungo prezzemolo tritato e un sentore di aglio. Vediamo come prepararlo…

Ingredienti

1 polpo da 1 kg già pulito
1 cipolla piccola
3 coste di sedano
1 carota
4 patate medie
4/5 cucchiai di olio extra vergine di oliva
1 ciuffo di prezzemolo
1 limone
1 spicchio di aglio
sale e pepe q.b.

Procedimento

Lavate il sedano, sbucciate la carota e la cipolla poi tagliate le verdure grossolanamente.

Lavate il polpo sotto l’acqua corrente e ponetelo in un tegame con le verdure tagliate pezzetti, riempite la pentola con acqua fredda. Portate a bollore e fate cuocere per 50 minuti a fuoco medio.

Spegnete il fornello, coprite con un coperchio e fate raffreddare il polpo nella sua acqua di cottura (serviranno alcune ore).

Nel frattempo cuocete le patate:  lavate bene la buccia, ponetele in un tegame, copritele di acqua fredda e portate a bollore, cuocete per 35/40 minuti a seconda della dimensione delle stesse. Scolate le patate e fatele raffreddare bene, sbucciatele e tagliatele a pezzettini.

Preparate la citronette versando in una piccola ciotola l’olio extra vergine di oliva, il succo del limone, il sale e il pepe. Emulsionate bene il tutto. Lavate il prezzemolo, asciugatelo e tritatelo finemente.

Prendete il polpo e, se non vi piace la consistenza gelatinosa, eliminate  la pelle strofinando semplicemente il polpo con le mani, stessa cosa potete fare con le ventose; non a tutti piace la loro consistenza. Io elimino la pelle e conservo le ventose, voi procedete in base ai vostri gusti.

Tagliate i tentacoli del polpo a pezzettini di 2/3 cm e la testa a rondelle sottili. Unite le patate e condite il tutto con la citronette, il prezzemolo e lo spicchio di aglio tagliato a metà. Fate riposare in frigo per un paio d’ore. Eliminate lo spicchio d’aglio e servite l’insalata di polpo e patate a temperatura ambiente.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.