Crea sito

Cenci di Carnevale di Artusi

I cenci di Carnevale sono dolci fritti tipici della Toscana, leggeri friabili e golosi sono tra le preparazioni più amate di questa festa colorata.
I Cenci, detti anche galani, chiacchiere, frappe o sfrappole sono facilissimi da fare e si conservano perfettamente per 4 o 5 giorni.

Come ho già detto precedentemente ne esistono moltissime varianti, ogni regione le realizza in modo diverso e ogni famiglia custodisce la propria ricetta, oggi vi propongo la versione di Pellegrino Artusi, scrittore, gastronomo e autore del libro ” la scienza in cucina e l’arte di mangiare bene”.

La ricetta di Artusi è molto semplice, direi basilare, non prevede aromi nell’impasto che viene aromatizzato solo con il liquore, il risultato è ottimo ma il gusto leggermente neutro; dopo una prima prova ho aggiunto scorza di limone e vaniglia che hanno reso le sue chiacchiere spettacolari!

cenci di carnevale oriz
  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo1 Ora
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4/6
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 240 gfarina 00
  • 2uova (medie)
  • 20 gburro
  • 20 gzucchero
  • 1 cucchiaioacquavite (o altro liquore a 40°)
  • 1 pizzicosale
  • 1 cucchiainoestratto di vaniglia (mia variazione)
  • scorza grattugiata di mezzo limone (mia variazione)
  • q.b.olio di semi di arachide (per la frittura)
  • 50 gzucchero a velo vanigliato (per lo spolvero)

Strumenti

  • 1 Spianatoia
  • 1 Mattarello
  • 1 Vassoio
  • Carta assorbente
  • 1 Tagliapasta
  • 1 Tegame per la frittura

Preparazione

  1. Fate una fontana con la farina sulla spianatoia e inserite al centro le uova, il liquore, il burro morbido, lo zucchero, il sale e gli aromi.

    Impastate il tutto fino ad ottenere un panetto sodo e liscio (se occorre aggiungete altra farina, l’impasto non deve essere morbido), coprite con pellicola e fate riposare per 1 ora.

  2. Stendete la sfoglia dello spessore di un millimetro (o di uno scudo come scrive Artusi) e con la rotellina tagliapasta ricavate tanti rettangoli lunghi un palmo e larghi 3 dita. Fate una incisione centrale in ogni rettangolo.

  3. Cuocete i cenci in olio bollente a 175° per pochi secondi, passateli su un piatto con carta assorbente in modo che perdano l’olio in eccesso e adagiateli su un vassoio.

    Fateli raffreddare e spolverizzateli con zucchero a velo, i cenci di Carnevale sono pronti!

Consigli

Per consigli sulla realizzazione delle ricette contattatemi su FACEBOOK e seguitemi su  INSTAGRAM per non perdere i video consigli!

Inviatemi le vostre foto, le pubblicherò con piacere sui miei social

4,8 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.