Crea sito

Cappelletti romagnoli al formaggio

I cappelletti romagnoli al formaggio sono un formato di pasta all’uovo farcita con un gustoso ripieno. Per tradizione vanno gustati in brodo di cappone ma sono ottimi anche con il ragù di carne.

In Romagna esiste da sempre una diatriba sul ripieno dei cappelletti, che cambia in base alla zona in cui ci si trova. Alcuni li preparano con la carne mista (maiale, pollo e vitello) ma, tradizionalmente il ripieno non la prevede. Ne esistono due varianti, i cappelletti romagnoli di “magro” farciti con formaggi, uova e noce moscata e di “grasso”, al ripieno di formaggio viene aggiunta la mortadella tritata finemente.

Oggi vi propongo una versione molto saporita, dopo aver provato varie farciture sono riuscita a preparare un “compenso” (così viene chiamato il ripieno in Romagna) perfetto!
Di solito il ripieno si prepara con il raviggiolo, formaggio molle tipico della Romagna, ma difficilmente reperibile quindi l’ho sostituito con lo stracchino. Se lo trovate utilizzatelo perchè è davvero ottimo.

Nel blog trovate anche una versione più delicata che contiene la ricotta, sono due varianti ottime, scegliete voi quella che preferite, la prima versione dei cappelletti romagnoli la trovate QUI.

cappelletti romagnoli al formaggio vert
  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione2 Ore
  • Tempo di cottura2 Minuti
  • Porzioni8 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per la sfoglia

  • 5uova (circa 275 g)
  • 500 gfarina 00

per il ripieno

  • 300 gRaviggiolo/Campagnolo/stracchino (io utilizzo lo stracchino Nonno Nanni, perfetto per densità e sapore)
  • 300 gparmigiano Reggiano DOP
  • 1uovo
  • q.b.sale (solo se necessario)
  • Mezzanoce moscata (grattugiata)

Strumenti

  • 1 Spianatoia di legno
  • 1 Mattarello
  • 1 Tagliapasta
  • 1 Ciotola
  • 1 Grattugia

Preparazione

  1. Prepariamo il ripieno.

    Mettete il una ciotola, lo stracchino, il parmigiano grattugiato finemente, un uovo, un pizzico di sale (se occorre), mezza noce moscata grattugiata e amalgamate bene tutti gli ingredienti. Coprite e conservate in frigorifero.

  2. Prepariamo la sfoglia.

    Quando preparate la sfoglia non utilizzate tutta la farina ma tenetene da parte 2 o 3 cucchiai, spesso ne occorre meno del previsto perchè ogni farina ha un potere di assorbimento diverso. Aggiungetela solo se occorre.

  3. Disponete la farina a fontana sul tagliere, versate al centro le uova e impastate il tutto con le mani per 10/15 minuti, dovete ottenere un impasto omogeneo e liscio. Coprite con pellicola e lasciate riposare per mezz’ora.

  4. Stendete la pasta in una sfoglia sottile (potete usare il mattarello o la macchinetta per la pasta) e ritagliate dei quadratini di 4 cm. Adagiate al centro di ogni quadratino un po’ di ripieno e chiudetelo a metà formando un triangolo, unite le punte alla base sovrapponendole e premendo bene.

  5. Adagiate i cappelletti su vassoi di carta lucida leggermente infarinati e continuate così fino ad esaurimento degli ingredienti.

  6. Per la cottura

    Portate a bollore un tegame di brodo, cuocete i cappelletti romagnoli al formaggio per 2 o 3 di minuti e servite.

    Sono ottimi anche asciutti, conditi con burro e salvia o con un buon ragù alla bolognese.

Consigli

Se non utilizzate subito i cappelletti romagnoli al formaggio potete congelarli, ponete i vassoi su cui li avete adagiati nel congelatore per 30/40 minuti poi, quando si saranno induriti, staccateli delicatamente e conservateli in sacchetti alimentari o contenitori appositi per il freezer.

Se volete provare una versione ancora più saporita potete realizzare il ripieno solo con parmigiano, uova e noce moscata, una ricetta molto ricca perfetta per i giorni di festa.

E’ abitudine in Romagna aromatizzare il ripieno dei cappelletti con poca scorza di limone, a me non piace quindi la ometto sempre, se la gradite potete aggiungerla.

Per consigli sulla realizzazione delle ricette contattatemi su FACEBOOK

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.