Crea sito

Sfince di San Giuseppe, ricetta siciliana

Sfince di San Giuseppe, ricetta siciliana

Soffici, fritte, farcite con crema di ricotta e cioccolato, come per i più classici dei dolci siciliani. 

La storia delle sfince risale ai tempi dei Persiani e sembra che sia nella Bibbia che nel Corano vengano citate. Per me, da siciliana, son quelle bombe super dolci che trionfavano nelle vetrine e sulle tavole di ciascuno durante questo periodo pre Pasquale, ma che in realtà non mancavano mai nel cabaret delle paste domenicale durante qualsiasi momento dell’anno.

Un dolce tipico di San Giuseppe, padre putativo di Gesù, e quindi il dolce tipico per festeggiare la festa del papà. 

Le guardavo, da piccina, belle gonfie e tronfie, e pensavo davvero fossero delle bombe (di gusto, s’intende). Io con la mia bocca piccina, con mille morsi per finire quelle spugne deliziose e la loro strabordante ricotta che sfuggiva da tutte le parti….. Che poi da noi, in Sicilia, i dolci più succosi son sempre femmine. Le sfince, femmine, come le arancine. E casualmente più ci si sposta verso oriente, diventano sfinci, maschi, come gli arancini, maschi anch’essi. Ma a Palermo, località designata come luogo di nascita, Sfince sono!!!!

E queste le dedico al mio papà, scomparso in questo periodo di un paio d’anni fa…

Sfince di San Giuseppe, ricetta siciliana
  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: 20 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: circa 15 sfince
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • 300 g farina 00
  • 300 g acqua
  • 120 g burro
  • 1 pizzico sale
  • 1 pizzico bicarbonato
  • 4-5 uova (220-270 g)

Per la farcitura.

  • 700 g ricotta di pecora
  • 200 g zucchero
  • 50 g gocce di cioccolato
  • circa 15-20 ciliegie candite
  • 30 g granella di pistacchi

Preparazione

  1. Prima di iniziare la preparazione delle sfince, prepara la crema di ricotta.

    Metti la ricotta (fatta scolare) in una ciotola e mescola assieme allo zucchero ed alle gocce di cioccolato. poi metti in frigo a riposare.

  2. Metti l’acqua, il burro ed un pizzico di sale in un pentolino. Fai cuocere fino all’ebollizione. A questo punto butta la farina tutta in una sola volta.

  3. Mescola con un mestolo di legno facendo amalgamare gli ingredienti. Si formerà una massa, continua a mescolarla facendola girare nel pentolino e fino a quando formerà una patina sul fondo o sui bordi (ci vorranno circa 1/2 minuti). A questo punto, spegni il fuoco e fai leggermente raffreddare.

  4. Sfince di San Giuseppe, ricetta siciliana

    Metti il composto in una ciotola. Sbatti le uova, aggiungile e mescola facendole amalgamare completamente. Aggiungi anche il bicarbonato.

    Devi ottenere una crema liscia senza grumi e abbastanza soda. Metti l’olio a scaldare, e quando sarà caldo. L’ideale sarebbe misurare la temperatura con un termometro, e dovrebbe essere di circa 180°C. In assenza, aspetta che le bollicine vengano su dal fondo.

  5. Metti l’olio a scaldare, e quando sarà caldo. L’ideale sarebbe misurare la temperatura con un termometro, e dovrebbe essere di circa 180°C. In assenza, aspetta che le bollicine vengano su dal fondo.

  6. Prendi l’impasto a cucchiaiate e versale nell’olio caldo. Meglio non più di 3-4, perchè le sfince in cottura raddoppiano il volume. Girale più volte facendole ben dorare. Devono dorare poco alla volta, se noti che diventano subito scuro, vorrà dire che la temperatura è troppo alta quindi meglio allontanare per un pò il pentolino dal fuoco.

  7. Man mano che cuociono, metti le sfince su carta assorbente, fino a completo raffreddamento. Prendi le sfince, fai un taglio sulla parte superiore e con un ccchiaio farcisci con la crema di ricotta. Metti anche 1-2 cucchiai di ricotta sulla parte superiore, spalmandola un pò sulla sfincia.

  8. Una volta farcite tutte, completa con granella di pistacchi, le ciliegie candite e le scorzette di arance. Dopo, non resta che godersi questo dolce buonissimo!

  9. Vai alla home per continuare a leggere TUTTE le altre ricette facili e sfiziose 🙂

I consigli di Rossella In Padella

Una volta nell’olio, durante la frittura, non avere fretta di tirarle fuori. le sfince debbono cuocere bene all’interno. Se preferisce, puoi farcire le sfince con una sac a poche, come per le zeppole o i bignè.

Seguimi anche sulla PAGINA FACEBOOK e su INSTAGRAM

Vai alla home per continuare a leggere TUTTE le altre ricette facili e sfiziose 🙂

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.